Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Azioni Intesa Sanpaolo: valgono la pena?

Da Marco MinelliMercati azionari07.01.2021 10:14
it.investing.com/analysis/azioni-intesa-sanpaolo-valgono-la-pena-200442348
Azioni Intesa Sanpaolo: valgono la pena?
Da Marco Minelli   |  07.01.2021 10:14
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 


Macro

Gli indicatori suggeriscono che l'economia ha iniziato a riprendersi dal minimo di produzione inflitto dalla pandemia COVID-19 non appena le misure di contenimento hanno iniziato ad allentarsi a maggio. In assenza di una seconda ondata di infezioni, l'attività economica avrebbe dovuto riprendersi nel terzo trimestre di quest'anno, aiutata da un sostanziale sostegno politico. Mentre è probabile che la produzione industriale acceleri deceleri meno rapidamente, il turismo e molti altri servizi legati ai consumatori dovrebbero riprendersi molto più gradualmente, frenando così la ripresa della domanda.

Le perdite di produzione nei primi due trimestri dovrebbero essere maggiori di quanto ipotizzato in primavera, con una previsione del PIL reale che sarebbe dovuta diminuire dell'11¼% quest'anno.

Ancora prima delle nuove chiusure, non si prevedeva che il PIL reale sarebbe tornato al livello del 2019 entro la fine del 2021.

 Le previsioni restano molto negative quest'anno, data l'elevata incertezza della domanda e la necessità delle imprese di sostenere la liquidità, anche se le garanzie sui prestiti, le dilazioni di pagamento delle imposte e i crediti d'imposta potrebbero fornire un supporto.

La spesa in conto capitale dovrebbe prendere piede nel 2021, sostenuta dagli investimenti pubblici. Le economie dei partner commerciali dell'Italia sono destinate a contrarsi bruscamente nel 2020, implicando un calo sostanziale delle esportazioni, con il turismo tra i settori più in crisi.
Le prospettive di crescita rimangono soggette a rischi al ribasso. Un crollo prolungato del mercato del lavoro una volta scadute le misure di emergenza e un clima di fiducia negativo dei consumatori potrebbe frenare la ripresa attesa.

Intesa Sanpaolo (MI:ISP) è una banca italiana focalizzata sul proprio mercato principale. Qualsiasi considerazione di investimento dovrebbe partire dalla convinzione che l'Italia non finirà come la Grecia. Abbiamo pochi dubbi che in tale scenario i detentori di azioni potrebbero perdere tutto. Siamo relativamente ottimisti sul fatto che questa circostanza estrema non si concretizzerà ma, come sempre, il corretto dimensionamento del portafoglio è di fondamentale importanza quando si tratta di gestire tali rischi.

E’ in questo contesto che si inserisce Intesa Sanpaolo.

In effetti, intesa fornisce ancora buoni risultati (si è visto nel primo semestre) dove il business si è dimostrato resiliente con una forte posizione di capitale. Inoltre, la loro acquisizione di UBI con buone integrazioni di M&A dovrebbe posizionarli efficacemente nelle aree geografiche italiane. Nonostante il dividendo sospeso per motivi normativi, le preoccupazioni intorno al settore bancario con la minaccia di una grave recessione, Intesa rimane tra le banche italiane migliori.

I risultati del primo semestre sono positivi

La banca continua a fornire una buona redditività e qualità, con un solido Common Equity Ratio (CET) al 13,00%, ben al di sopra dei requisiti normativi anche considerando il pagamento del dividendo, in attesa dell'approvazione della BCE. Per quanto riguarda il la riserva di capitale, Intesa mantiene una solida posizione di liquidità, con sia il coefficiente di copertura della liquidità (LCR, liquidity coverage ratio) che il net stable funding ratio (NSFR) ben al di sopra del 100%. La direzione ha già previsto più di 800 milioni di euro di accantonamenti per gli impatti futuri della pandemia, ma la banca è stata ancora in grado di fornire la migliore performance dell'utile netto dalla crisi finanziaria del 2008.

Preferiamo altri tipi di banche, che, oltre ad essere digitalizzate ed avere una posizione di monopolio, possono sfruttare la crescita del paese in cui operano. Probabilmente la inseriremo nel portafoglio dello ZoomProfit Club, in paesi dove la curva dei rendimenti diventerà probabilmente più ripida dati i più forti stimoli fiscali.

Il cost-to-income ratio è una misura finanziaria chiave, particolarmente importante nella valutazione delle banche. Mostra i costi di un'azienda in relazione al suo reddito. Per ottenere il rapporto, dividere i costi operativi (costi amministrativi e fissi, come stipendi e spese immobiliari, ma non crediti inesigibili che sono stati cancellati) per reddito operativo.
 



(Fonte: Presentazione, ISP)

L'acquisizione di UBI è stata una buona mossa

Attualmente, Intesa Sanpaolo detiene quasi il 91% del capitale sociale totale di UBI Banca (MI:UBI), superiore alla soglia del 66,67% del capitale sociale target, concedendo la possibilità di realizzare la fusione e di esercitare il controllo dell'assemblea generale di UBI. A livello operativo, la fusione sarà molto vantaggiosa per ISP. Prima di tutto, come possiamo vedere dall’immagine qui sotto, dopo la combinazione, la nuova banca raggiungerà una quota di mercato dominante nelle regioni italiane con il PIL più elevato, principalmente nella parte settentrionale della penisola.

(Fonte: Presentazione della fusione, ISP)

Intesa San Paolo ha dimostrato al mercato in più occasioni di essere riuscita ad abbassare il rapporto costi/utile operativo e di essere in grado di gestire e gestire i costi. D'altra parte, UBI Banca è ben nota per essere un'impresa relativamente inefficiente, conseguentemente ad una serie di fusioni di banche regionali poco efficienti a causa del management. Nel corso di tali fusioni, gli esuberi non sono stati eliminati, con un notevole accumulo dei costi del personale di gestione e degli immobili (che il mercato riconosce poco nel bilancio delle banche italiane). Dopo la fusione, il management di Intesa potrebbe essere in grado di realizzare sinergie sostanziali capitalizzando su questi esuberi eliminabili per un valore di quasi 700 milioni di euro, come dichiarato durante la conference call.
 

(Source: Merger Presentation, ISP)

Conclusione
Intesa non è solo una banca, ma un gruppo finanziario con gestioni patrimoniali ben gestite (Eurizon capital SGR) e divisioni assicurative. Intesa ha fatto leva sulla copertura nazionale delle sue filiali per perseguire attivamente opportunità di cross-selling e per Intesa restano le prospettive di monetizzare questa parte di attività vendendo una partecipazione in Eurizon a un partner strategico estero.

La combinazione con UBI è del tutto logica, in quanto consolida la posizione di ISP nei mercati chiave e crea l'opportunità di eliminare gli esuberi e semplificare il business.

Tuttavia, come nel resto del settore bancario globale, è esposta allo stato dell'economia. Anche se gli accantonamenti potrebbero tenere conto di gran parte dell'impatto del COVID-19, a questo punto non è sicuro se saranno previsti o meno ulteriori danni ai bilanci bancari. Tuttavia, lo stato del bilancio dell'ISP è sufficientemente buono per un tale accadimento. Intesa ritiene infatti di poter riprendere le proprie politiche di allocazione del capitale nel 2021, una volta che l'accordo con UBI sarà ulteriormente in fase di integrazione. Si prevede che questo dividendo compenserà gli azionisti per il dividendo previsto per il 2020. Nel complesso, i risultati sono stati rassicuranti e coerenti con il profilo di ISP.

Azioni Intesa Sanpaolo: valgono la pena?
 

Articoli Correlati

Azioni Intesa Sanpaolo: valgono la pena?

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (5)
Virgilio Moraschi
Virgilio Moraschi 16.04.2021 16:27
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ai parlato tanto ma niente di sugo
Il Libanese
Il Libanese 09.01.2021 19:53
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
BRAVO MARCO.
Il Libanese
Il Libanese 09.01.2021 19:51
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ottimo intervento intesa e una truffa. Vedere grafico FCA.
Alessio Rinonati
Alessio Rinonati 08.01.2021 13:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Meglio banche di paesi dove la curva dei rendimenti è più ripida
Ambrogio Molteni
Ambrogio Molteni 07.01.2021 20:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Video di parte che non rende giustizia alla terza banca europea ma la prima come profit ora ed anche in futuro e che dara nel medio periodo soddisfazioni agli azionisti. Dire Sell quando 25 gestori dicono o buy o accumulate senza neanche un Sell e veramente RIDICOLO
My Fat Piggy Bank
My Fat Piggy Bank 07.01.2021 20:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
E' semplicemente l'ennesimo ragazzino che si sponsorizza su investing, tutto un Ponzi Bardolliano...(tutta una perdita di tempo questi articoli)
Luigi Senza cognome
LuigiDoe 07.01.2021 20:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ma difatti dai dati, parrebbe la banca meglio posizionata in Italia ed una delle migliori in Europa.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: È necessario leggere attentamente queste Condizioni prima di utilizzare la pagina ZoomProfit ed ogni suo servizio. L’utente riconosce di essere informato, sin dal suo primo ingresso nella pagina e/o di qualsiasi servizio, su queste Condizioni Generali di utilizzo e di averne preso conoscenza prima di accedervi.\r\nDi conseguenza, il proseguimento della consultazione della Pagina e di ogni suo servizio implica la totale accettazione delle presenti Condizioni da parte dell’utente.\r\n\r\nQuesto sito ed i relativi servizi hanno finalità esclusivamente informative e didattiche e non sono da intendersi in alcun modo come un’offerta di vendita, consulenza (fiscale, legale o finanziaria) o come una sollecitazione all’investimento o al pubblico risparmio.\r\nQualsiasi dichiarazione, frase, testo va sempre interpretato esclusivamente ed unicamente per la sua finalità informativa/didattica.\r\n\r\nLe informazioni pubblicate possono basarsi su determinati dati, presupposti, opinioni o previsioni che possono anche cambiare nel tempo, ed in ogni caso hanno sempre e comunque solo uno scopo didattico e non devono essere considerate come raccomandazioni d’acquisto. L’utente pertanto dovrà sempre verificarne l’esattezza e l’attualità e qualora decidesse di investire negli strumenti finanziari analizzati e/o commentati lo farà in totale autonomia ed assumendosene la piena responsabilità.\r\n\r\nGli Utenti sono chiamati a considerare attentamente tutti i rischi prima di procedere all’investimento in valori mobiliari e strumenti finanziari e a consultare (ove necessario) consulenti finanziari, legali, fiscali, e di ogni altro genere indipendenti, in relazione agli investimenti suddetti, per i quali la ZoomProfit non ha alcuna interferenza.\r\n\r\nChiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle informazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo ed in totale autonomia.\r\nChi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno degli Utenti, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale.\r\n\r\nTutti i contenuti della pagina hanno solo scopi didattici, educativi e informativi. Zoom Profit si occupa esclusivamente di formazione e la pubblicazione di operazioni finanziarie eseguite su azioni, opzioni, certificati e qualsiasi altro strumento finanziario ha unicamente lo scopo di migliorare la didattica, supportandola con esempi di operazioni effettivamente eseguite sui mercati finanziari; a tal riguardo Zoom Profit non fornisce ai propri lettori ed ai propri utenti alcuna raccomandazione d’investimento.\r\nGli argomenti riguardano l’analisi fondamentale e tecnica, i commenti sui mercati, la casistica operativa, piani di trading, ecc., ma non forniscono in alcun modo segnali di acquisto o vendita sui vari strumenti finanziari, né indicazioni per la gestione diretta o indiretta del capitale di terzi. Pertanto, chi legge i contenuti del sito e/o dei vari servizi riconosce la propria esclusiva responsabilità delle eventuali e successive azioni.\r\n\r\nLe informazioni e le opinioni finanziarie presenti nascono da conoscenze ed esperienze personali degli autori, che conducono inevitabilmente a valutazioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Tutti i contenuti sono quindi passibili di errori di interpretazione e valutazione. Qualsiasi informazione presente nella pagina può contenere errori tecnici, tipografici o altre imprecisioni.\r\nZoom Profit non è obbligata ad aggiornare le informazioni disponibili sul Sito.\r\nÈ possibile che chi scrive sia direttamente interessato in qualità di risparmiatore privato all’andamento dei valori mobiliari trattati in questo sito e svolga attività di trading o investimento in proprio sugli stessi strumenti citati, e, quindi, si trovi in conflitto di interesse con i lettori.\r\nSi ricorda che i rischi di perdite legati all’attività di trading e di investimento possono essere molto elevati e arrivare ad azzerare il capitale impiegato.\r\nInfine, si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62. poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità.\r\nRibadiamo che queste condizioni vanno lette e comprese a fondo prima di consultare la navigazione della Pagina e di ogni suo servizio.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email