Ultime Notizie
0

Pasquale Ferraro

Iscritto dal: 16/11/15


Commenti di Pasquale Ferraro
Digital Bros SpA 5 ore fa
Come già dissi lo scorso 6 dicembre: "Ulteriori indicazioni di incertezza verrebbero inviate in caso di discese al di sotto di 4.90 euro (in chiusura), circostanza che introdurrebbe un affondo vero i primi target a 4.70 e area 4.30 euro in prima battuta". Siamo ormai quasi arrivati anche al secondo obiettivo, se il rimbalzo tecnico non dovesse partire neanche in area 4.30 euro, sarà difficile evitare un ritorno dei corsi a 4.0 euro in prima battuta.
Mondo TV 6 ore fa
Cristian Quagliato si infatti..sono stato troppo modesto, avevate ragione voi si infatti..sono stato troppo modesto, avevate ragione voi
Mondo TV 23 ore fa
Seduta imbarazzante per Mondo TV che cede oltre 6 punti percentuali. I corsi hanno violato con forza il supporto a 1.68 euro e ciò ha provocato un peggioramento del quadro grafico di lungo termine. Se le quotazioni dovessero stabilizzarsi al di sotto di tale riferimento sarà difficile a quel punto evitare un ritorno dei prezzi a 1.55 euro e 1.52 euro in prima battuta. In caso di ulteriori approfondimenti è consigliabile di monitorare il sostegno fondamentale a 1.477 euro la cui violazione (in particolar modo in chiusura) spianerà la strada a nuovi affondi in direzione di 1.44 e 1.36 euro (primi target).
Mediaset 10.12.2018 12:17
Era una notizia già scontata. Questa volta o è l'ennesima speculazione (già vista e rivista) oppure c'è qualcosa di grosso che bolle in pentola e non è detto che sia una news negativa....potrebbero anche decidere di abbassare il prezzo per acquistare a sconto per poi far un grosso rimbalzo sostenuto da qualche vendita o fusione.
Prima Industrie SpA 10.12.2018 10:49
Prima Industrie è stata protagonista di un costante rialzo dal 2016 fino ai primi mesi del 2018 passando da 8.55 a 46.73 euro. Purtroppo nella seconda metà dell'anno in corso il titolo ha invertito marcia annullando buona parte dei precedenti guadagni. Probabile che la discesa prosegua verso quota 18.06 euro, non lontano dal supporto fondamentale a 17.50 euro; livello sotto il quale (in particolar modo in chiusura) si aprirebbero le porte al test a 17.20 e 16.91 euro in prima battuta (2° target: 16.60 euro). Segnali di ripresa credibili solo oltre i 23.0 in chiusura di seduta e con tenuta settimanale per un primo target a 25.0 euro.
Digital Bros SpA 07.12.2018 14:40
 le vie della Borsa sono infinite :) le vie della Borsa sono infinite :)
Digital Bros SpA 07.12.2018 14:33
Si il rimbalzo a conduzione familiare è possibile. Nel settembre-ottobre del 2001 passò da area 2.80 a 8.0 euro per poi ricadere in area 2.50 euro nel          settembre del 2002.. A gennaio 2015 era a quota 3.11 euro per poi salire fino in area 14.20 euro nel settembre del 2015 per poi tornare in area 3.80 euro nell'aprile del 2016.. Ora ci risiamo ed ha quasi annullato tutto il rally spropositato del 2016 (da maggio a dicembre).
Digital Bros SpA 07.12.2018 13:27
Fabio Lecca fallimento non possiamo saperlo ma non credo...già in passato è stato protagonista di forti discese e spropositate salite.\nCmq anche un bambino avrebbe capito la trappola a 5 euro.\nUn giorno potrà anche arrivare il rimbalzo tecnico a conduzione familiare, con 4 spiccioli può fare un +10%. fallimento non possiamo saperlo ma non credo...già in passato è stato protagonista di forti discese e spropositate salite.. Cmq anche un bambino avrebbe capito la trappola a 5 euro.. Un giorno potrà anche arrivare il rimbalzo tecnico a conduzione familiare, con 4 spiccioli può fare un +10%.
Digital Bros SpA 07.12.2018 11:50
HANNO TIRATO LE RETI SULLA TRAPPOLA A 5 EURO
IRCE SpA 07.12.2018 10:31
Irce tenta di reagire dopo aver inviato con la violazione del sostegno a 1.88 euro un segnale negativo. Nelle ultime sedute il titolo ha inviato segnali di ripresa recuperando terreno dai minimi in area 1.82 euro. Un rimbalzo che non muta la possibilità che lì'azione possa incappare in nuovi passi falsi riprendendo la discesa verso area 1.90 euro (al momento il titolo è a quota 1.97 euro). Lo scenario migliorerà a seguito del superamento di quota 2.0 euro (con tenuta settimanale) ed in particolar modo oltre i 2.25 euro per il test a 2.33 euro in prima battuta.. . Sotto 1.89 euro riprende la tendenza ribassista; difficile evitare in quel caso ribassi fino a 1.84 euro (2° target 1.78 euro).
Telecom Italia 06.12.2018 17:06
Mauro Ferentani NON ESISTE IL FONDO IN BORSA NON ESISTE IL FONDO IN BORSA
Elica SpA 06.12.2018 16:32
Nuovi minimi annuali per Elica che si spinge fino agli attuali 1.47 euro, non lontano dal supporto strategico in area 1.43 euro. Monitorare con attenzione questo livello poichè la sua decisa violazione potrebbe costringere i corsi a nuovi affondi fino al primo target in area 1.30 euro in prima battuta. Verso l’alto diventa fondamentale la rottura della resistenza di 2.0 euro per puntare ad una reale ripresa ed ottimi segnali giungeranno con la tenace resistenza di 2.14 euro la cui violazione (in chiusura) potrebbe permettere al titolo un nuovo rally in direzione de primi target a 2.25 e 2.31 euro. A causa del forte ipervenduto, in area 1.44 euro non è da escludere un rimbalzo tecnico.
Elica SpA 06.12.2018 16:32
Nuovi minimi annuali per Elica che si spinge fino agli attuali 1.47 euro, non lontano dal supporto strategico in area 1.43 euro. Monitorare con attenzione questo livello poichè la sua decisa violazione potrebbe costringere i corsi a nuovi affondi fino al primo target in area 1.30 euro in prima battuta. Verso l’alto diventa fondamentale la rottura della resistenza di 2.0 euro per puntare ad una reale ripresa ed ottimi segnali giungeranno con la tenace resistenza di 2.14 euro la cui violazione (in chiusura) potrebbe permettere al titolo un nuovo rally in direzione de primi target a 2.25 e 2.31 euro. A causa del forte ipervenduto, in area 1.44 euro non è da escludere un rimbalzo tecnico.
Digital Bros SpA 06.12.2018 14:59
Situazione tecnica profondamente ribassista per il titolo Digital Bros che in soli sei mesi cede circa la metà del proprio valore (Undicesimo peggior titolo degli ultimi 6 mesi) e -66% in soli 2 anni.. . Nelle ultime sedute i corsi hanno aggiornato i minimi annuali arrivando a toccare 5.18 euro. Da circa 16 mesi il titolo sta realizzando un canale ribassista molto preciso e per uscire da questa fase ci vorrà probabilmente del tempo; in primis deve essere riconquistato il primo livello di 7.50 euro (in chiusura) ma solo sviluppi oltre quota 8.40 euro (in chiusura) consentirebbero al titolo di invertire l’attuale tendenza.. . Ulteriori indicazioni di incertezza verrebbero inviate in caso di discese al di sotto di 4.90 euro (in chiusura), circostanza che introdurrebbe un affondo vero i primi target a 4.70 e area 4.30 euro in prima battuta.
Panariagroup Industrie Ceramiche 15.11.2018 15:49
Orazio Castorina https://it.investing.com/analysis/mondo-tv-precipita-nel-vuoto-200223221 https://it.investing.com/analysis/mondo-tv-precipita-nel-vuoto-200223221
Panariagroup Industrie Ceramiche 15.11.2018 15:48
Orazio Castorina Precipita nel vuoto il titolo Monto Tv che dopo la debacle di ieri continua a perdere terreno con ribassi a doppia cifra che hanno spinto i corsi a 2.05 euro. Nell’immediato è fondamentale che il titolo si riporti oltre 2.12 euro per poi accumulare forza e superare il primo ostacolo a quota 2.27 euro. Se il ribasso dovesse proseguire è consigliabile monitorare il supporto a 1.93 euro poichè la sua violazione (in particolar modo in chiusura) potrebbe spingere le quotazioni fino al primo target a 1.89 e successivamente in area 1.77 euro.\nSul fronte opposto invece, i primi segnali di ripresa giungeranno oltre 2.67 euro per il test in area 3.0 euro in prima battuta.\n\nA causa dei forti ribassi il managment di Mondo Tv, cercando di rassicurare gli azionisti, si dice fiduciosa sul futuro ma i cali in Borsa sono pesanti. I vertici dell’azienda hanno precisato che il gruppo è adeguatamente patrimonializzato e non ha  esposizioni debitorie significative ma ha importanti disponibilità di cassa. Precipita nel vuoto il titolo Monto Tv che dopo la debacle di ieri continua a perdere terreno con ribassi a doppia cifra che hanno spinto i corsi a 2.05 euro. Nell’immediato è fondamentale che il titolo si riporti oltre 2.12 euro per poi accumulare forza e superare il primo ostacolo a quota 2.27 euro. Se il ribasso dovesse proseguire è consigliabile monitorare il supporto a 1.93 euro poichè la sua violazione (in particolar modo in chiusura) potrebbe spingere le quotazioni fino al primo target a 1.89 e successivamente in area 1.77 euro.. Sul fronte opposto invece, i primi segnali di ripresa giungeranno oltre 2.67 euro per il test in area 3.0 euro in prima battuta.. . A causa dei forti ribassi il managment di Mondo Tv, cercando di rassicurare gli azionisti, si dice fiduciosa sul futuro ma i cali in Borsa sono pesanti. I vertici dell’azienda hanno precisato che il gruppo è adeguatamente patrimonializzato e non ha  esposizioni debitorie significative ma ha importanti disponibilità di cassa.
Panariagroup Industrie Ceramiche 15.11.2018 14:25
Un macigno che precipita dalla scarpata, questo sembra essere il titolo PanariaGroup che non riesce ad arrestare la sua discesa (-75% in soli 11 mesi, una vera e propria debacle). I corsi si sono spinti al di sotto di quota 2.o euro (1.96 euro) nei pressi del successivo sostegno grafico in area 1.95 euro. Se le quotazioni dovessero stazionare al di sotto di tale livello, sarà difficile evitare nuovi affondi che potrebbero condurre i corsi fino a 1.90 e 1.83 euro in prima battuta. . . Primi e timidi segnali di ripresa oltre quota 2.36 euro in chiusura di seduta ma stiamo ancora molto lontani da significati resistenze (la prima è situata a quota 3.14 euro).
Immsi SpA 14.11.2018 13:24
si ma non reagisce a nulla....
Immsi SpA 13.11.2018 13:47
Stefania Visinoni Ricavi consolidati 1.151,6 milioni di euro in crescita dell’1,5% (+5,5% a cambi costanti)\n\n (1.134,1 €/mln al 30.09.17)\n\n \n\nEbitda 176,2 milioni di euro, in crescita dell’1,9% (173 €/mln al 30.09.17)\n\nEbitda margin pari al 15,3% (15,3% al 30.09.17)\n \n\nRisultato operativo (Ebit) 92,4 milioni di euro, in crescita del 14,1% \n(81 €/mln al 30.09.17). Ebit margin 8% (7,1% al 30.09.17)\n\n \n\nRisultato ante imposte positivo per 60,9 milioni di euro, in crescita del 31,4%\n\n(46,3 €/mln al 30.09.17)\n\n \n\nRisultato netto inclusa la quota di terzi pari a 29,2 milioni di euro, in crescita del 27,4% (22,9 €/mln al 30.09.17)\n\n \n\nRisultato netto consolidato pari a 14,9 milioni di euro, in crescita del 20,1%\n\n(12,4 €/mln al 30.09.17)\n\n \n\nPosizione finanziaria netta –821,7 milioni euro,\n\nin miglioramento per 37,2 €/mln rispetto ai -858,9 €/mln al 31 dicembre 2017 e \nin miglioramento per 21,3 €/mln rispetto ai -843 €/mln al 30 settembre 2017 Ricavi consolidati 1.151,6 milioni di euro in crescita dell’1,5% (+5,5% a cambi costanti). .  (1.134,1 €/mln al 30.09.17). .  . . Ebitda 176,2 milioni di euro, in crescita dell’1,9% (173 €/mln al 30.09.17). . Ebitda margin pari al 15,3% (15,3% al 30.09.17).  . . Risultato operativo (Ebit) 92,4 milioni di euro, in crescita del 14,1% . (81 €/mln al 30.09.17). Ebit margin 8% (7,1% al 30.09.17). .  . . Risultato ante imposte positivo per 60,9 milioni di euro, in crescita del 31,4%. . (46,3 €/mln al 30.09.17). .  . . Risultato netto inclusa la quota di terzi pari a 29,2 milioni di euro, in crescita del 27,4% (22,9 €/mln al 30.09.17). .  . . Risultato netto consolidato pari a 14,9 milioni di euro, in crescita del 20,1%. . (12,4 €/mln al 30.09.17). .  . . Posizione finanziaria netta –821,7 milioni euro,. . in miglioramento per 37,2 €/mln rispetto ai -858,9 €/mln al 31 dicembre 2017 e . in miglioramento per 21,3 €/mln rispetto ai -843 €/mln al 30 settembre 2017
Sogefi SpA 12.11.2018 15:25
Il successivo sostegno è a 1.45 euro la cui violazione (in chiusura) andrà ad aggravare ulteriormente il quadro grafico di lungo termine con conseguente raggiungimento dei primi obiettivi a 1.38 e 1.30 euro.. . Recuperi fino a quota 2.0 euro manterranno inalterate le prospettive negative, solo oltre tale riferimento (in chiusura e con tenuta settimanale) verranno generati i primi e timidi segnali di risveglio ma solo il superamento di 2.40 euro potrà restituire fiducia agli investitori (ottica medio/lungo termine) e a quel punto probabilmente ci saranno i primi passi di una reale inversione di tendenza.
Biesse SpA 31.10.2018 10:16
Innesta la retromarcia il titolo Biesse che si spinge fino agli attuali 21.18 euro (-52% in soli 6 mesi). I corsi potrebbero proseguire la loro discesa fino al successivo sostegno strategico in area 20.0 euro e se dovessero stazionare al di sotto di tale livello sarà difficile evitare un ritorno del titolo a 19.20 e 18.70 euro, livello fondamentale di lungo termine la cui violazione (in chiusura) potrebbe far scattare forti ribassi tali da spingere le quotazioni anche fino in area 17.79 euro in prima battuta. Primi e timidi segnali credibili di risveglio oltre i 25.0 euro in chiusura ma siamo ancora lontani dalla resistenza strategica (medio/lungo termine) a quota 34 euro.
Elica SpA 29.10.2018 9:36
Il titolo Elica ha quasi completamente azzerato il rialzo accumulato nell'estate 2017 (da luglio a metà ottobre) ed i corsi sembrano volersi dirigere in area 1.75 euro. La permanenza delle quotazioni sopra tale riferimento è strategico per garantire una ripresa ed evitare un ritorno in area 1.72 e successivamente a 1.65 euro. IL supporto fondamentale di lungo termine è posizionato a quota 1.52 euro per il test a 1.45 euro in prima battuta. Verso l'alto diventa fondamentale la rottura della resistenza di 2.0 euro per puntare ad una reale ripresa ed ottimi segnali giungeranno con la tenace resistenza di 2.14 euro la cui violazione (in chiusura) potrebbe permettere al titolo un nuovo rally in direzione de primi target a 2.25 e 2.31 euro. A causa del forte ipervenduto, in area 1.80 euro non è da escludere un rimbalzo tecnico ma occhio alle false partenze di Piazza Affari.
Sogefi SpA 24.10.2018 10:54
Recuperi fino a quota 2.0 euro manterranno inalterate le prospettive negative, solo oltre tale riferimento (in chiusura e con tenuta settimanale) verranno generati i primi e timidi segnali di risveglio ma solo il superamento di 2.40 euro potrà restituire fiducia agli investitori (ottica medio/lungo termine) e a quel punto probabilmente ci saranno i primi passi di una reale inversione di tendenza.
Sogefi SpA 24.10.2018 10:53
Venduta a piene mani il titolo Sogefi che cede oltre sette punti percentuali sul listino milanese (-50% in soli 6 mesi). Come già accennato in precedenza, la violazione di 1.68 euro (in particolar modo in chiusura) avrebbe proiettato i corsi in area 1.64 e successivamente a 1.59 euro. I risultati dei primi 9 mesi dell’esercizio in corso (resi noti ieri) stanno penalizzando il titolo (indebitamento in aumento e calo del settore sospensioni a causa dell’aumento di prezzi dell’acciaio) che potrebbe spingersi anche fino al successivo sostegno a 1.45 euro la cui violazione (in chiusura) andrà ad aggravare ulteriormente il quadro grafico di lungo termine con conseguente raggiungimento dei primi obiettivi a 1.38 e 1.30 euro.
Sogefi SpA 22.10.2018 17:25
SOGEFI (GRUPPO CIR): Ricavi a € 1.219,8m nei 9M 2018 (+3,3% a cambi costanti, crescita superiore al mercato; € 1.242,3m nei 9M 2017) EBITDA a € 153,1m (€ 161,9m nei 9M 2017) Utile netto a € 23,1m (€ 27,9m nei 9M 2017) Indebitamento netto a € 286,2m (€ 266,7m al 30/9/2017)