Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Inflazione è dovuta a ripresa, Fed resterà paziente - GS

Economia14.06.2021 16:18
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters.

Di Alessandro Albano 

Investing.com - L'inflazione dei prezzi al consumo negli Stati Uniti si sta comportando come nei momenti successivi alla Grande Recessione del 2008, aumentando la pressione sul meeting di questa settimana della Federal Reserve per una revisione degli stimoli monetari prima di quanto previsto, con diversi membri del comitato esecutivo che hanno già affermato di voler remare su questa direzione.

Tuttavia, per il Marriner S.Eccles Building, l'aumento dei prezzi è "transitorio" e dovuto alla forte ripresa che l'economia sta attraversando dopo circa un anno di contesto deflazionistico e di crescita negativa. In più di un occasione, il governatore Jerome Powell ha rimarcato che la Fed non cambierà approccio finché non sarà raggiunto l'obiettivo di "piena occupazione" anche a a discapito di un inflazione "oltre il 2% per un pò di tempo".  

Nel nuovo "Global Markets Views", Goldman Sachs (NYSE:GS) afferma che anche se l'inflazione è "temporaneamente alta, difficilmente farà deragliare la ripresa del mercato", con l'attenzione degli investitori che "si è spostata sui rischi derivanti dall'aumento dei prezzi".

I costi sono infatti aumentati in molti settori, con molte aziende che segnalano ritardi nella consegne e un aumento dei salari di fascia bassa, ma "la preoccupazione che l'aumento dell'inflazione possa far deragliare la ripresa del mercato o portare a rendimenti obbligazionari nettamente più alti è probabilmente fuori luogo", spiega la banca d'affari.

"L'economia statunitense sta vivendo una sorta di shock dell'offerta: rispetto alle aspettative, la capacità produttiva di breve periodo è più ridotta del previsto, con conseguente riduzione dell'attività reale e aumento dell'inflazione".

I primi effetti della carenza di offerta, precisa Goldman, sono "un livello di prezzi più elevato per i beni e servizi", ed è possibile che questi aumenti "persistano per almeno diversi mese". "Ma affinché lo shock dell'offerta abbia un effetto permanente sul tasso di inflazione, l'aumento dei prezzi dovrebbe essere incorporato nelle aspettative di inflazione, e le modifiche strutturali alle norme di fissazione dei prezzi nell'economia non avvengono dall'oggi al domani".

Per la banca statunitense, tuttavia, ci sono dei "rischi di coda" di un'inflazione "significativamente più alta" nel medio termine e questo "potrebbe spingere il ruolo delle riserve di valore come l'oro o bitcoin".

La questione di un'inflazione elevata nel prossimo anno, seguita da un graduale ritorno alla normalità, secondo la banca "è sostanzialmente scontata", con i portafogli che invece dovrebbero ruotare "intorno alla produzione in costante aumento piuttosto che all'accelerazione dell'inflazione".

Secondo l'analisi, la Fed "resterà paziente nonostante le pressioni sui prezzi", e per i mercati finanziari gli effetti di una maggiore inflazione "dipendono da come le banche centrali scelgono di rispondere".

"Ad esempio - spiegano gli esperti - se l'aumento dell'inflazione negli Stati Uniti induce la Federal Reserve a inasprire la politica prima del previsto, il dollaro potrebbe apprezzarsi, ma se la Fed sceglie di guardare oltre un'inflazione più elevata, consentendo ai tassi di interesse reali di scendere, il dollaro probabilmente diminuirà".

Goldman Sachs punta sul fatto che un'inflazione sui livelli mostrati in aprile e maggio "non si tradurrà in un cambiamento significativo della politica", in quanto aumento dei prezzi e dei salari riflette "principalmente fattori temporanei legati alla pandemia e al processo di riapertura".

Inoltre, ci sono anche alcuni meccanismi di uscita dal QE che la Fed deve svolgere prima di un aumento dei tassi. "Anche se la ripresa del mercato del lavoro accelera rapidamente da qui, il processo di chiusura del QE significa il primo rialzo dei tassi sarebbe probabilmente ancora tra almeno 15 mesi", sottolinea lo studio. "Di conseguenza - conclude la banca d'affari - i mercati trarranno beneficio da una Fed paziente nonostante la recente pressione sui prezzi".

Inflazione è dovuta a ripresa, Fed resterà paziente - GS
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (4)
Marco Melchiorri
Marco Melchiorri 14.06.2021 19:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
....facciamo conto che il ferro è triplicato e il legno raddoppiato!!!
Satelliti Norbens
Satelliti Norbens 14.06.2021 18:43
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
la calma prima della tempesta?
enrico massaro
enrico massaro 14.06.2021 18:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
e io che pensavo fossero i triliardi stampati
Paolo Valentini
Paolo Valentini 14.06.2021 18:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
negano l'evidenza
Antonio Rubino
Antonio Rubino 14.06.2021 18:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
secondo Keynes non dipende dalla massa monetaria. Il cavallo può avere tutta l'acqua del mondo, ma se non ha sete non beve. Tra 6-7 mesi vediamo a quanto sta l'inflazione. Allora questa pandemia ha trovato la soluzione alla bassa inflazione che ci affliggeva da anni? Guardate un poco oltre il quotidiano.
Alessio Pontone
Alessio Pontone 14.06.2021 16:53
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
La ripresa come quella della panda 750 si
Mauro Zanada
Mauro Zanada 14.06.2021 16:53
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
non avresti potuto trovare paragone migliore:D
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email