Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Banche, moratorie e garanzie spingono crescita prestiti, sofferenze nette ai minimi

Mercato azionario15.09.2020 15:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters.

ROMA (Reuters) - La crescita dei prestiti bancari a famiglie e imprese ha accelerato il passo ad agosto, su base annua, con un incremento del 3,9% sulla spinta delle diverse misure di sostegno, come moratorie e garanzie pubbliche.

Lo spiega l'Abi che ha diffuso oggi il rapporto mensile di settembre e che nell'esecutivo di domani ospiterà il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco.

Il trend di crescita dei prestiti sta accelerando soprattutto per le imprese, che ancora a febbraio avevano registrato una diminuzione annua del credito dell'1,2% e che a luglio hanno invece avuto un incremento annuo del 4,4%, come mostra l'Abi nel rapporto.

L'effetto, ha spiegato il vice direttore generale Abi Gianfranco Torriero, è quello visto già nei mesi scorsi e cioè quello legato all'introduzione delle moratorie - che mantengono in essere i crediti sospendendo i pagamenti delle rate - ma anche per i prestiti garantiti dallo Stato e per un maggiore utilizzo dei finanziamenti concessi.

Questa dinamica del credito poggia quindi su politiche di sostegno e un regime di regole di emergenza che Abi chiede - Torriero lo ha ricordato citando recenti posizioni dell'associazione - vengano proseguite fino a quando non ci sia un chiaro segnale di uscita dalla crisi. Togliere questa protezione straordinaria alle imprese e il regime allentato per gli accantonamenti delle banche prima che l'economia riprenda a crescere rischia di innescare una spirale negativa di mancati pagamenti e bilanci bancari di nuovo alle prese con crescenti sofferenze. Le moratorie pubbliche per le imprese introdotte con il decreto Cura Italia e il decreto liquidità finora ammontano a circa 160 miliardi.

Il regime attuale delle moratorie pubbliche termina a fine gennaio (il settore del turismo ha l'ombrello fino a tutto marzo), mentre già a fine mese terminerebbe il congelamento delle regole Eba (autorità bancaria europea) che imporrebbero di riclassificare come non più in bonis le posizioni in ritardo di pagamento.

Tornando ai dati del rapporto, i numeri sulle sofferenze nette del settore, aggiornati a fine luglio, confermano il trend di progressivo miglioramento, con il dato di luglio delle sofferenze al netto delle rettifiche a 24,6 miliardi per un rapporto con gli impieghi a 1,41%, entrambi dati minimi da settembre del 2009.

(Stefano Bernabei, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Banche, moratorie e garanzie spingono crescita prestiti, sofferenze nette ai minimi
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email