Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

C'è vita dopo la Bce? Inizia il dibattito sul 'tapering'

Mercato azionario06.09.2021 16:45
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters. La sede Bce a Francoforte. REUTERS/Ralph Orlowski/

di Francesco Canepa Balazs Koranyi

FRANCOFORTE (Reuters) - Con l'economia della zona euro che torna ad accelerare, la Banca centrale europea discuterà nel consiglio di giovedì la possibilità di ridurre le misure di stimolo monetario, dando il via a una complessa e lunga discussione su come smantellare i provvedimenti anti-crisi che hanno tenuto a galla l'economia durante i mesi della pandemia.

La Bce sta fornendo supporto monetario alla zona euro da quando è scoppiata la pandemia. Ma la crescita economica è ormai solida, la disoccupazione è in calo e l'inflazione in rialzo. Si sono quindi create le condizioni per un dibattito che traccerà la rotta della Bce negli anni a venire.

A prima vista la questione è semplice: l'economia è di nuovo sulla buona strada e, anche se la pandemia si mostrasse persistente, l'Europa ha imparato a convivere con il virus: la crisi -- il casus belli per la Bce -- è finita.

Secondo alcuni addetti ai lavori si tratta però di una crisi diversa da tutte le altre, e una riduzione troppo frettolosa delle misure di supporto rischierebbe di demolire un lavoro per Francoforte senza precedenti, quando la pandemia deve ancora finire.

Sono inoltre ormai quasi dieci anni che l'inflazione della zona euro non raggiunge il target Bce, e questo rende gli investitori scettici circa gli obiettivi dell'istituto centrale, rendendo un potenziale particolarmente rischioso il ritiro delle misure di supporto.

La prima decisione, una riduzione degli acquisti di governativi nell'ambito del programma 'Pepp', è in programma già giovedì, una decisione relativamente semplice da adottare, che potrebbe però mascherare divisioni più profonde.

I consiglieri conservatori, cui si è recentemente aggiunto il 'centrista' francese Francois Villeroy de Galhau, hanno spinto perché si discuta subito della riduzione degli acquisti ma il mercato ha reagito molto tiepidamente, con i rendimenti poco oltre i minimi da molti mesi.

Il fatto che nessuna delle 'colombe' -- così si indicano in gergo i fautori di una politica monetaria espansiva -- abbia contrastato quest'idea in pubblico è con ogni probabilità un segnale che la scelta non è considerata controversa.

Gli analisti intervistati da Reuters prevedono una riduzione degli acquisti del programma Pepp (Pandemic emergency purchase programme) fino a 60 miliardi di euro al mese dagli attuali 80 miliardi, seguita da un nuovo taglio a inizio 2022 e dalla conclusione definitiva del programma a marzo dell'anno prossimo.

"Ci aspettiamo che la Bce annunci una riduzione degli acquisti Pepp nel quarto trimestre, visti i notevoli miglioramenti del contesto macroeconomico", si legge in una nota degli economisti Barclays (LON:BARC). "Le previsioni relative a crescita e inflazione saranno riviste a rialzo".

LENTAMENTE

Fondamentale però il significato che sarà dato alla mossa stessa. I falchi, favorevoli a una politica monetaria restrittiva, lo potrebbero vederla come primo passo verso la rimozione totale delle misure di stimolo, mentre le colombe, la maggioranza dei 25 membri del consiglio Bce, la intendono come una misura graduale e non come l'inizio del tapering.

L'economista capo Bce Philip Lane ha già spiegato che qualsiasi decisione presa in settembre sarà graduale e la banca continuerà a offrire abbondante supporto, visto che la vera discussione sulla fine delle misure anti-crisi arriverà dopo.

"Ci aspettiamo che Christine Lagarde cerchi di convincere i mercati che una riduzione nei flussi del Pepp non rappresenta un segnale di 'tapering' ma un aggiustamento tecnico", osserva l'economista UniCredit (MI:CRDI) Marco Valli.

Ci si attende anche che le colombe sottolineino che, anche se le misure di emergenza finiranno a marzo dell'anno prossimo, altre misure vanno intensificate, visto il debole outlook relativo all'inflazione e che la Bce preferirà senza dubbio un eccesso di cautela.

"Sarà graduale, comunicato per tempo e caratterizzato da un bias asimmetrico rispetto al rischio: l'asticella per accelerare il processo è fissata abbastanza in alto, quella per arrestarlo è insolitamente in basso" si legge in una nota di Bnp Paribas (PA:BNPP)

Il ritmo con cui la Bce ridurrà il suo supporto sarò una questione aspramente dibattuta, comunque, dal momento che comporta implicazioni più ampie per le regole che governano in generale gli acquisti di titoli di Stato, strumento primario della Bce, pandemia a parte.

Più a lungo rimane sul mercato e acquista governativi facendo scendere i rendimenti, più si avvicina a infrangere alcune delle sue regole, che per certi politici costituiscono linee invalicabili.

Di particolare importanza è la regola che impone alla Bce di non acquistare oltre un terzo del debito sovrano di ciascuno degli Stati membri, un limite a cui si è ormai pericolosamente vicino in diversi Stati chiave.

Altre regole, come l'acquisto di volumi prefissati proporzionali all'economia, saranno messe alla prova, irritando i conservatori che hanno combattuto per farle imporre.

La Bce potrebbe semplicemente cambiare alcune di queste regole, ma i falchi sostengono che la flessibilità dovrebbe essere riservata ai momenti di crisi, e dal momento che l'Europa sta tornando a circostanze più normali, è tempo per la Bce di farsi da parte.

"La prima 'P' dell'acronimo Pepp sta per 'pandemic' non per 'permanent', e per una buona ragione" ha detto il presidente Bundesbank Jens Weidmann la scorsa settimana.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Alessia Pé, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

C'è vita dopo la Bce? Inizia il dibattito sul 'tapering'
 

Articoli Correlati

Netflix battono previsioni degli analisti
Netflix battono previsioni degli analisti Da Investing.com - 19.10.2021

Investing.com - Netflix (NASDAQ:NFLX) ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Martedì, con i ricavi che in linea...

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (2)
In gold We trust
In gold We trust 06.09.2021 22:30
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
La BCE non è vita.... è sciagura. Vedo che secondo molti la "stampa" dovrebbe essere perpetua. Concordo, meglio una fine dolorosa che un dolore senza fine. E grazie anche alla BCE ci siamo vicinissimi. Avanti così....
Ivano Falceri
Ivano Falceri 06.09.2021 17:38
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
é..troppo presto....cosi fate crollare i mercati..siete degli zucconi...ci vuole.ancora almeno un anno..senza dubbio alcuno.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email