2022: come è andato per me e come mi sto muovendo adesso per il 2023

Pubblicato 30.12.2022, 08:27
US500
-
NFLX
-
META
-
SMLR
-
PYPL
-

Penso che l’Italia abbia un grande problema: tanti parlano, ma pochi si sporcano le mani.

Vale in tutti i settori, e negli investimenti ancora di più. Hanno tutti la verità in tasca, ma pochi davvero investono soldi di quelli che parlano, credetemi sulla parola.

Esporsi può portare a critiche, può essere vista come una debolezza, in quanto sei più soggetto a giudizi, ma ho sempre pensato che sia la cosa migliore.

I MERCATI 2022

Inutile negarlo, il 2022 è stato un anno molto complicato. Nell’immagine sotto, vedete il risultato delle principali asset class. Tranne Dollaro e Materie prime, non si è salvato nulla, con cali molto spesso in doppia cifra, in particolare:

  • Azionario Usa: -20% c.a.
  • Azionario Emergenti: -23% c.a.
  • High Yield: -11% c.a.
  • Bond Investment Grade: -15%
  • Oro: -2%
  • Treasuries USA: -12%
  • REITs: -25%

Fonte: Newedge Wealth

In un anno come questo, a mio giudizio per un investitore, inteso come chi compra ed ha strategie di medio-lungo termine, è stato un anno molto complicato.

Lo è stato anche per le gestioni attive, di seguito un esempio di come è andata per i gestori professionali, ovvero per chi viene pagato (in teoria) per fare meglio del mercato, chi ha team di analisti che passano le giornate intere a scansionare dati e mercati, chi dispone di mezzi (tecnologici e finanziari) enormi, eppure…

Di seguito le principali categorie di risultati per le gestioni attive, come vedete anche per loro è stato un anno molto negativo (si sono salvati solo gli azionari Brasile, America Latina e qualcosa appunto su Dollaro e Materie prime ed energetici).

Fonte: Quantalys

Fonte: Quantalys

Fonte: Quantalys

Ma per sottolineare la difficoltà del 2022, andiamo a vedere anche i Lazy portfolio, solitamente più difensivi e diversificati, anche questi decisamente in sofferenza:

Per citare i principali:

  • Permanent Portfolio: -13.94%
  • Golden Butterfly: -13.33%
  • All Weather Ray Dalio: -18.79%
  • Portafoglio 60/40 (azioni/bond): -16.38%

fonte: PortfolioLab

fonte: PortfolioLab

IL MIO 2022

Il 2022 per quanto mi riguarda, è stato un anno che definirei di “resistenza”, nel senso che mi ha messo alla prova tecnicamente, lato gestione di portafoglio, ma anche e soprattutto emotivamente, come penso tutti voi.

Nonostante quindi un anno estremamente difficile, devo dire che mi sono difeso bene, contenendo i ribassi e soprattutto andando a definire bene la mia asset allocation strategica. Infatti, il mio portafoglio (quello “investitore”), con l’utilizzo della liquidità messa da parte lo scorso anno ed usata sui cali, è stato portato alla seguente composizione (punto più punto meno):

  • 65% azionario
  • 20% Obbligazionario
  • 7% liquidità
  • 8% materie prime

Fonte: FIDA

Alla luce di questa composizione, la performance complessiva YTD è di -5.23%, il che rispetto al mercato e quanto visto sopra, devo dire che è un buon risultato (a nessuno piace vedere il segno meno, ma dobbiamo come sempre confrontarci con il mercato).

Fonte: FIDA

In particolare, tra i fattori che mi hanno aiutato a contenere i danni, il fatto di aver puntato sul fattore Dollaro, e sulla parte obbligazionaria di aver messo sempre duration corta (sotto i 6 anni), oltre alla prima metà 2022 condita dal +75% su materie prime (che ricordo nel secondo semestre sono calate, trovate l’analisi qui su Investing.com).

Molto bene invece la parte trading, con 10 operazioni chiuse quest’anno e 11% di risultato netto (8/10, il classico “poco ma buono”).

Anche queste le trovate nello storico delle mie analisi, tra cui Netflix (NASDAQ:NFLX), Semler, Alibaba, Intesa (BIT:ISP) per citarne alcune.

Ora, nel 2023, l’idea è continuare ad usare che 7-8% di liquidità residua sui cali (se dovessimo averne ancora) andando a portare la mia asset allocation con azionario al 70%. Inoltre, inizierò da febbraio ad allungare la duration sui bond (non tantissimo ma di 3-4 anni) e con alcuni bond in scadenza (una BEI in peso messicani a +25% che mi scade a gennaio) andrò a prendere una piccola posizione su BTP.

A livello di singoli titoli, son ancora esposto (comprati sui crolli) soprattutto a Meta e Paypal (NASDAQ:PYPL) (ingressi frazionati ricordate?) e su Santander (BME:SAN) ed Anima (BIT:ANIM) per la parte Europea legata ai finanziari (queste due in particolare sono in positivo e se dovessero salire ulteriormente potrei chiudere a breve).

Il mio augurio per tutti voi investitori è che questo 2022 vi abbia portato in dote insegnamenti preziosi, e lezioni impagabili. Ricordatevi, in una strategia ed in un piano di lungo termine, anni come questo sono la normalità, senza di essi, i mercati non potrebbero darci i rendimenti a cui storicamente abbiamo assistito.

Godetevi gli ultimi giorni dell’anno con le vostre famiglie, e guardate al futuro, in generale, con rinnovata speranza!

Alla prossima!

Se ritieni utili le mie analisi, e vuoi ricevere gli aggiornamenti quando le pubblico in tempo reale, clicca sul pulsante SEGUI del mio profilo!

"Quest'articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all'investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l'acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico"

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.