Ricevi uno sconto del 40%
💰 Buffett rivela una partecipazione di 6,7 miliardi di dollari in Chubb.
Copia GRATIS l'intero portafoglio con lo strumento Stock Ideas di InvestingPro
Copia portafoglio

Allarme Tesla: è una growth company senza più growth

Pubblicato 14.03.2024, 10:21
WFC
-
TSLA
-

E’ la tesi di Wells Fargo (NYSE:WFC), che mercoledì ha tagliato raccomandazione e target price innescando un ribasso del 4%. La previsione è che il 2024 sarà un anno di crescita zero per il numero di auto vendute e nel 2025 ci sarà addirittura un calo. Opposta la tesi di Wedbush: la market cap può raddoppiare

Quotazione ritornata al livello di maggio 2023

Non è il -4% delle quotazioni che preoccupa, quanto la motivazione delle vendite che mercoledì 13 marzo hanno colpito Tesla (NASDAQ:TSLA) facendo scendere il valore dell’azione  a 169,5 dollari, livello che non toccava da maggio dell’anno scorso. A dire il vero nei primi giorni di gennaio 2023 il titolo era addirittura sceso a 113 dollari, ma subito dopo aveva spiccato il volo per realizzare quel rialzo fenomenale che l’ha portato a chiudere l’anno a 248 dollari (+120% nel 2023).
Il problema vero è che nella testa degli investitori si sta insinuando il dubbio che Tesla non sia più una società ad alto tasso di crescita, e che quindi non ci siano giustificazioni per valutarla 60 volte gli utili dell’esercizio in corso, quando il P/E medio delle Magnificent Seven di Wall Street è di 31 volte, la metà.

La previsione di Wells Fargo: nel 2024 crescita azzerata

Chi ha messo nero su bianco questa tesi, ieri, è l’analista Colin Langan di Wells Fargo, che ha abbassato la raccomandazione a Underweight, che sostanzialmente significa vendere, e ha tagliato il target price a 120 dollari da 200. “Tesla è oggi una growth company senza growth”, ha scritto  Langan, cioè una società ad alta crescita che non cresce. L’analista ricorda che nella seconda metà del 2023 i volumi di vendita sono aumentati solo del 3% rispetto al primo semestre, mentre i prezzi sono scesi del 5%. Adesso l’analista di Wells Fargo prevede che il 2024 sarà un anno di crescita zero per il numero di auto vendute, e nel 2025 i volumi di Tesla  addirittura scenderanno.
I problemi per Tesla e per i produttori di veicoli elettrici in generale sono iniziati a emergere a metà ottobre, quando l'azienda di Musk ha avvertito per la prima volta di un rallentamento della domanda. Ma il sentimento è peggiorato ulteriormente all'inizio di gennaio, dopo che Tesla ha dichiarato che la sua crescita sarà "notevolmente inferiore" quest'anno. Altre case automobilistiche, fornitori di veicoli elettrici e persino società di noleggio hanno fatto dichiarazioni altrettanto caute.

La strategia di abbassare i prezzi non funziona


A Wall Street il campanello d'allarme su Tesla era già suonato all'inizio di marzo, dopo i numeri deludenti delle vendite in Cina e in Europa. Quei dati indicano che  la strategia di Musk di abbassare i prezzi per stimolare la domanda non funziona più di tanto. Tesla ha tagliato ripetutamente i prezzi in Cina dalla fine del 2022, scatenando una guerra dei prezzi a livello internazionale. 
Wells Fargo ha abbassato le sue stime di Eps (utile per azione) per il 2024 a 2 dollari per azione da 2,40 dollari. Il consensus di Bloomberg dice che gli analisti che coprono Tesla si aspettano in media un Eps di 3,03 dollari.
Secondo Market Screener, oggi su 45 analisti che coprono Tesla, otto raccomandano di vendere le azioni (Sell o Underperform). LSEG dice che è la quota più alta di raccomandazioni negative. Le raccomandazioni positive (Buy o Outperform) sono 15. Bloomberg sintetizza la situazione nel grafico che riportiamo qui sotto.

.
Opposto il parere di Wedbush: difficoltà di breve termine, prospettive positive
Per completezza di informazione va anche detto che mercoledì 13 marzo Wedbush ha confermato la raccomandazione positiva Outperform su Tesla e il target price di 315 dollari. L'analisi sottolinea che, nonostante alcune sfide a breve termine, le prospettive generali di Tesla rimangono positive.
L'azienda riconosce gli attuali ostacoli che Tesla deve affrontare, tra cui il rallentamento della domanda nel primo trimestre, la chiusura temporanea dello stabilimento di Berlino (per un incendio doloso) e le discussioni sul pacchetto retributivo del Ceo Elon Musk. Tuttavia, Wedbush esprime fiducia nel potenziale di Tesla, sottolineando in particolare i progressi nella riduzione dei costi delle batterie e nell'efficienza della produzione.
I piani futuri di Tesla, tra cui il lancio anticipato di una Model 2 più accessibile con un prezzo inferiore a 30.000 dollari, sono considerati fondamentali per la traiettoria di crescita dell'azienda. Wedbush suggerisce che questi sviluppi, insieme ai progressi dell'intelligenza artificiale e della tecnologia di guida autonoma di Tesla, potrebbero aumentare significativamente la valutazione dell'azienda, riportandola sopra i 1.000 miliardi di dollari, dall’attuale  market cap di 531 miliardi.



Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Ultimi commenti

.
Se non è zuppa è pan bagnato…
Ev è Tesla. La cola è coca cola. L’hamburger è mcdonald . La macchina sportiva è Ferrari . Le salse sono Heinz.
2 valutazioni: La prima è che se Tesla soffre tutti i produttori ev nuovi sul mercato fanno fatica a sopravvivere e quindi è per Tesla una sofferenza ottima per un ripulisce dai concorrenti. La seconda è ...se non hai finanze per acquistare ev ora ok ma non avendo certezze su futuro endotermico io non cambio comunque auto ed il potenziale cliente quindi rimane.....solo questione di tempo dove con abbassamento dei costi i volumi schizzeranno per la platea folta di acquirenti.Quindi in sostanza accumulate azioni Tesla a piccoli pacchetti perché la bolla AI senza regole una volta delineati paletti su uso e su chip a Cina finirà e la liquidità tornerà sui solito noti su cui si è diventati short.
solito alti e bassi del mercato.... saprà innovare come sempre
Quando capirete che Tesla non è solo auto elettriche??
Hai ragione... Ê soprattutto una colossale truffa!
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.