Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Atteso tapering dalla BoC, allora perché il CAD è in calo?

Pubblicato 27.10.2021, 07:32
EUR/USD
-
GBP/USD
-
USD/JPY
-
USD/CAD
-
US10YT=X
-
DXY
-

Rassegna giornaliera sul mercato forex, 26 ottobre 2021

 Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management.

Dei tre annunci di politica monetaria di questa settimana, la Banca del Canada è il più importante.

Ad aprile, la Banca del Canada è stata la prima grande banca centrale a tagliare gli acquisti di bond. Ha proseguito con ulteriori interventi di normalizzazione a luglio e ora ci si aspetta che prosegua con il tapering ad ottobre. 

Nell’ultimo mese il cambio USD/CAD è sceso del 4,5% in quanto il dollaro canadese è schizzato nuovamente contro il biglietto verde. Sono stati rilasciati molti dati economici positivi in Canada, tra cui tasso di disoccupazione al minimo degli ultimi 18 mesi, attività manifatturiera e vendite al dettaglio in ripresa, e inflazione in salita al ritmo più veloce degli ultimi 18 anni. Sono stati questi dati a convincere gli investitori di un tapering da parte della Banca del Canada e della fine del quantitative easing a dicembre, soprattutto dopo che il Governatore della Banca del Canada Tiff Macklem ha dichiarato che l’inflazione potrebbe essere più persistente del previsto.

Il dollaro canadese è in calo e non sale in vista della decisione del tasso della Banca del Canada perché ciò che conta ora sono gli aumenti dei tassi. Gli investitori riescono a vedere la fine del tapering, ma all’ultimo vertice, la banca centrale ha dichiarato che gli aumenti dei tassi non ci saranno fino alla seconda metà del 2022. I future sui tassi di interesse mostrano un aumento dei tassi di un quarto di punto ad aprile 2022, ed il sell-off del dollaro canadese contro il biglietto verde, o il rally del cambio USD/CAD, riflette l’incertezza sulla questione degli aumenti dati tassi di interesse. Se la banca centrale dovesse anche sono accennare l’idea di un possibile aumento nel primo semestre, il cambio USD/CAD potrebbe ritestare il minimo di tre mesi. Ma se non dovesse riuscirci, il cambio USD/CAD potrebbe vedere un rally di delusione.

Il dollaro USA è in salita contro le altre principali valute, sulla scia di una maggiore fiducia dei consumatori e dopo le vendite di case nuove di martedì. La variante Delta non sembra preoccupare gli americani, che continuano la ripresa post-lockdown. Circa metà dei consumatori intervistati ha risposto che andrà in vacanza nei prossimi sei mesi e questa è un’ottima notizia per il settore viaggi e vacanze. Il cambio USD/JPY è salito sopra 114, trascurando il calo dei rendimenti dei Treasury . Il cambio EUR/USD è sceso, mentre quello GBP/USD è rimasto invariato.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.