Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Ecco quattro società difensive per questo contesto di...incertezza!

Pubblicato 29.05.2024, 12:15
KO
-
ADBE
-
AMZN
-

Buongiorno utenti di Investing.
Attualmente, i mercati finanziari statunitensi stanno attraversando una fase di incertezza. Questo potrebbe sembrare sorprendente dato che gli indici azionari statunitensi si trovano ai massimi storici. Tuttavia, come ho spiegato in un video sul mio canale YouTube, che vi invito a guardare, i miei sistemi di trend following indicano proprio questa incertezza.
Inoltre, altri indicatori proprietari che monitorano vari aspetti del ciclo economico, come l’inflazione e le dinamiche macroeconomiche, mostrano risultati discordanti.
Basandomi sulle analisi del mio sistema di breve/medio termine, che valuta il sentiment di mercato dell’ultimo mese per determinare la tendenza al rischio, ho deciso di chiudere le operazioni in corso. Queste erano state individuate attraverso InvestingPro, utilizzando un filtro per selezionare aziende sottovalutate che, secondo il mio sistema, avevano mostrato buone performance in precedenti periodi di propensione al rischio. Le società in questione includono Amazon (NASDAQ:AMZN), Adobe (NASDAQ:ADBE), Service Now, Constellation Brands, Lockheed Martin e Align Technology.
Il segnale di acquisto si è attivato il 10 maggio, come illustrato nella figura seguente. Successivamente, il 24 maggio, è emerso un segnale di incertezza, ad indicare una condizione economica “neutrale”, portandomi a liquidare le posizioni aperte.

Il pacchetto di azioni AMZN + ADBE + NOW + STZ + LMT + ALGN. Grafico giornaliero


L’operazione di trading ha registrato una performance negativa, con una perdita totale approssimativa dello 0.8%. Tuttavia, l’impatto è stato limitato poiché l’investimento rappresentava solo il 20% del capitale totale. La figura seguente mostra l’aggiornamento del saldo sul conto virtuale.

Saldo virtuale


L’unico investimento che ha registrato una performance positiva è stato quello in ServiceNow. Al contrario, Align Technology ha avuto il rendimento peggiore, con una diminuzione del 10% nel periodo compreso tra il 10 e il 24 maggio, come si può osservare nella figura successiva.

La prestazione negativa di Align Tech. Grafico giornaliero


Focalizziamo ora l’attenzione sul sistema a breve termine, che utilizzerò grazie al fatto che mi consentirà di condividere un maggior numero di analisi. Questo sistema è progettato per valutare il sentiment di mercato degli ultimi quindici giorni circa. Come evidenziato dalla figura seguente, si posiziona in una zona neutrale, un vero e proprio ‘spartiacque’. In particolare, ha segnalato l’avvio di una possibile fase di ‘risk off’ prima dell’inizio delle contrattazioni di giovedì 23 maggio. È chiaro che non posso prevedere con certezza se si verificherà realmente una fase di ‘risk off’, come suggerito dalla figura.

Quale sarà la prossima fase?


Vista e considerata questa incertezza, all’apertura del mercato di venerdì, ho effettuato alcune operazioni: Coca Cola (NYSE:KO), PepsiCo, Procter & Gamble e Philip Morris. Adesso, procederò a spiegare le ragioni di queste scelte.
Osservate nella figura successiva i filtri che ho impostato su InvestingPro.
Filtri InvestingPro


++++ Ho riservato una promozione speciale per coloro che sottoscriveranno un abbonamento (con sconto) a InvestingPro (annuale cliccando qui o biennale qui): il backtest gratuito di tutte le 500 aziende dell’S&P500. Questo permetterà di scoprire il fair value di tutte le aziende e di capire quali, in passato, hanno avuto prestazioni migliori in contesti di propensione al rischio. Scrivete una mail a matteofarci95@yahoo.it per riceverle!

· Capitalizzazione di mercato superiore a 100 miliardi: Preferisco le aziende dell’S&P 500 per una maggiore confidenza. Le aziende con grande capitalizzazione attirano più attenzione mediatica, il che facilita l’accesso a informazioni tempestive.
· Variazioni del Fair Value tra +10% e -10%: Impostare un filtro di Fair Value tra +10% e -10% è utile per individuare aziende il cui prezzo delle azioni si avvicina al loro valore reale. È consigliabile optare per società che non siano eccessivamente sottovalutate o sopravvalutate. Le prime potrebbero essere penalizzate dagli investitori per vari motivi, tra cui la mancanza di fiducia, che, nonostante la solidità dell’azienda, può influenzare negativamente il prezzo delle azioni. Le seconde, invece, in caso di repentini aggiustamenti di mercato, potrebbero vedere il loro prezzo riallinearsi rapidamente al valore medio considerato equo. Selezionare aziende entro questo intervallo di Fair Value può contribuire a minimizzare il rischio di investimento.
· Beta a uno e due anni: Il beta è un indicatore di volatilità di un’azione rispetto al benchmark, solitamente l’S&P 500. Un beta maggiore di 1 indica una volatilità superiore rispetto al benchmark, mentre un beta minore di 1 indica una volatilità inferiore. È interessante notare che, considerando l’ultimo anno e gli ultimi cinque anni, tutte le aziende analizzate hanno mostrato una volatilità inferiore rispetto all’S&P 500.
· Settore: Ho optato per il settore dei beni di prima necessità, che è considerato il settore difensivo per eccellenza.
· Rendimento dei dividendi: Ho impostato questo filtro su un valore superiore al 2%. In caso di nuove pressioni al ribasso, le aziende con alti dividendi tendono a essere meno penalizzate nelle vendite, poiché un dividendo elevato rappresenta un rifugio per gli investitori.

Nella figura seguente, si evidenzia il comportamento del gruppo di aziende selezionate, con particolare attenzione al beta calcolato in relazione a SPY su un periodo di 3 mesi, e alla deviazione standard, misurata nello stesso lasso di tempo.

Beta e deviazione standard del pacchetto di azioni negli ultimi tre mesi.


Il beta a breve termine è di 0.16, indicando che la volatilità del gruppo di azioni è stata significativamente inferiore rispetto al benchmark. Inoltre, una deviazione standard contenuta suggerisce che le fluttuazioni del prezzo rispetto alla media dei rendimenti sono state limitate, con un incremento di soli +2.92%. Questi dati confermano che, recentemente, il portafoglio di azioni ha mantenuto una bassa volatilità, risultando quindi in una strategia relativamente “difensiva”.





Nel video che segue, approfondirò l’analisi e discuterò delle strategie future. Illustrerò inoltre quali tra le principali aziende dell’S&P 500 si collocano, al momento, in una fascia di valutazione equa. A presto per ulteriori aggiornamenti!

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.