Giornata migliore degli ultimi 5 mesi per l’euro

Pubblicato 29.10.2021, 07:33
EUR/USD
-
DXY
-

Rassegna giornaliera sul mercato forex, 28 ottobre 2021

Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management

Il cambio EUR/USD ha registrato la giornata migliore degli ultimi 5 mesi dopo i dati sul PIL USA che hanno offuscato la decisione di politica monetaria della Banca Centrale  Europea. Secondo gli ultimi dati, l’economia USA è cresciuta solo del 2% nel terzo trimestre, il ritmo di crescita più lento dal secondo trimestre 2020: il trimestre in cui il PIL è crollato del 31,2%. Gli economisti si aspettavano un calo della crescita del PIL al 2,8%, un rallentamento significativo rispetto al trimestre precedente, ma il dato del 2% ha deluso tutte le attese. Gli investimenti delle imprese, la spesa dei governi ed il commercio hanno contribuito al calo, ma la spesa dei consumatori ha registrato l’impatto più significativo sulla crescita. Le interruzioni nelle catene di approvvigionamento hanno pesato sulla disponibilità dei prodotti, mentre i timori per la variante Delta hanno ridotto l’attività di ristoranti, fabbriche e negozi. Con i mercati che si aspettano il tapering da parte della Federal Reserve, i dati sul PIL di oggi confermano che il Presidente Jerome Powell la prossima settimana farà scendere le aspettative verso un aumento dei tassi di interesse. Questo mese ha dichiarato: “Non penso che sia il momento di iniziare con il tapering e non credo sia il momento di alzare i tassi di interesse”. Ci aspettiamo che il Presidente della Fed segua questa linea durante il prossimo vertice del FOMC. Il dollaro USA è andato in selloff contro le altre valute durante la seduta newyorkese.

L’euro è stato il maggiore  beneficiario della debolezza del dollaro e la mancanza di domanda dal biglietto verde è stato l’unico motivo per l’aumento della valuta. La BCE ha lasciato la politica monetaria invariata, ma a differenza delle controparti globali è meno preoccupata sull’inflazione. Secondo la Presidente della BCE Christine Lagarde “l’aumento dell’inflazione sarà temporaneo”, ma per rientrare “ci vorrà un po’ di più del previsto”.

Lagarde ha anche rimandato le aspettative verso un aumento dei tassi dal prossimo anno affermando : “la nostra analisi sicuramente non supporta che le condizioni delle nostre previsioni verranno soddisfatte nella tempistica indicata dai mercati né immediatamente dopo”.

A differenza di altre banche centrali che hanno ridotto lo stimolo, terminando i programmi di o alzando i tassi di interesse, la BCE ha chiarito di vederla diversamente sull’inflazione. Questo avrebbe dovuto pesare sull’euro, ma la moneta unica nelle ultime settimane è stata debole ed il selloff del dollaro ha innescato sua short squeeze nel cambio EUR/USD.   

Questo venerdì sarà un’altra giornata intensa sui mercati, in attesa dei dati della zona euro sul PIL del terzo trimestre e sull’IPC di ottobre. Negli USA verrà rilasciato il deflatore PCE, il dato sull’inflazione preferito dalla Fed. Con questi dati importanti in agenda, i trader dovranno aspettarsi una volatilità maggiore per la moneta unica. Anche dollaro australiano e canadese saranno sotto i riflettori, in attesa dei dati sulle vendite al dettaglio australiane e del PIL canadese.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.