Ultime Notizie
Investing Pro 0

Inflazione, l'azionario ha cose più importanti a cui pensare

it.investing.com/analysis/l-mercato-azionario-potrebbe-non-dover-preoccuparsi-solo-dellinflazione-200445976
Inflazione, l'azionario ha cose più importanti a cui pensare
Da Michael Kramer   |  11.06.2021 15:04
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
DJI
-1,54%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
Copper
+0,08%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
DJT
-1,60%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

Questo articolo è stato scritto in esclusiva per Investing.com

Dopo i dati sull’occupazione più deboli del previsto la scorsa settimana, i rendimenti dei bond sono in calo, con il rendimento decennale ora sotto l’1,5%. Sono scesi ulteriormente dopo la lettura più alta del previsto dell’indice sui prezzi al consumo il 10 giugno. Tutto questo ci dice qualcosa, perché i prezzi del rame sono crollati di quasi l’8% dal 10 maggio. Insieme al calo delle aspettative sull’inflazione di pareggio a 10 anni, sembra indicare non inflazione ma disinflazione, o un tasso di inflazione più basso.

Ed ha contagiato altre parti del mercato azionario, con gli indici PHLX Housing e Dow Jones Transportation Average crollati rispettivamente del 13% e del 6% dai picchi. Improvvisamente ci sono delle incredibili somiglianze che si sono sviluppate e che contengono tutti i segnali di avvertimento dell’autunno 2018.

Lo stesso, ma diverso

Sebbene la situazione odierna sia diversa dal punto di vista della politica monetaria rispetto al 2018, i timori di una crescita più lenta alla fine del 2018 e la possibile recessione avevano contribuito ad un crollo di quasi il 20% dell’indice S&P 500. Le cose potrebbero non essere tanto diverse ora, con i tassi di crescita degli utili che dovrebbero crollare drasticamente entrando nel 2022.

Considerato insieme al calo dei prezzi delle materie prime e delle aspettative sull’inflazione, alcune parti del mercato potrebbero cominciare a preoccuparsi per un rallentamento della crescita all’inizio del 2022. Il settore dei trasporti e quello immobiliare sono due delle parti del mercato più sensibili all’economia. Questi due settori stanno assistendo al calo delle aspettative sull’inflazione e del rendimento dei bond. Tutto questo lancia l’assordante messaggio che il problema potrebbe non essere l’inflazione. Ma che le preoccupazioni dovrebbero invece spostarsi sul rallentamento dell’inflazione e della crescita.

Crescita più debole

Le ipotesi di una recessione sicuramente non sono al centro della scena. La crescita dell’occupazione più debole del previsto ci dice che l’economia statunitense è destinata ad una ripresa economica più lunga e più lenta di quanto inizialmente stimato. Potrebbe essere uno dei motivi per cui abbiamo assistito a questo forte cambiamento in alcune delle parti più economicamente sensibili dei mercati finanziari. E confermerebbe inoltre perché le aspettative sull’inflazione ed i prezzi delle materie prime stanno scendendo nei timori di un indebolimento della domanda.

Nel 2018, l’indice immobiliare a cominciato ad allontanarsi dall’indice S&P 500, a partire da luglio. Il Dow Transports aveva cominciato a farlo entro metà settembre.

Possiamo notare che nelle ultime settimane è cominciata la stessa cosa, con l’indice Housing in netto ribasso, e ora anche l’indice Dow Transports comincia a scendere. L’indice S&P 500 sta tendendo lateralmente per la maggior parte del tempo in questo periodo e deve accettare o ignorare questo trend.

HGX 300 Min
HGX 300 Min

Grafico su 300 minuti HGX

Potrebbe volerci molto di più

A questo punto non ci sono chiari segnali che l’economia stia per rallentare drasticamente, se non i dati deludenti sull’occupazione. Tuttavia, la crescita degli utili il prossimo anno dovrebbe rallentare nettamente. Le stime per la crescita degli EPS dell’indice S&P 500 nel 2022 sono dell’11,7%, in base agli ultimi dati di Refinitiv, in calo da circa il 17% di inizio gennaio. Inoltre, si tratta di un brusco crollo rispetto al tasso di crescita previsto del 37% nel 2021.

Se le aspettative di una crescita più lenta cominciano ad attanagliare il mercato, allora ha senso vedere le parti più economicamente sensibili del mercato essere colpite per prime, mentre l’indice generale resisterà più a lungo. Si tratta di un pattern quasi identico a quello del 2018, con i timori di un super-inasprimento della Fed a causare una recessione. Stavolta potrebbe essere diverso, perché la Fed sta già attuando una politica monetaria molto accomodante. In fin dei conti, la differenza tra oggi e il 2018 è questa.

Inflazione, l'azionario ha cose più importanti a cui pensare
 

Articoli Correlati

Antonio Ferlito
Petrolio, crollo in arrivo   Da Antonio Ferlito - 29.09.2022 3

Clicca su “SEGUI” in alto per ricevere una notifica ogni volta che pubblico un nuovo articolo e commenta sotto l’articolo se vuoi un parere su un titolo o strumento.Future Ue ed...

Inflazione, l'azionario ha cose più importanti a cui pensare

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (5)
Plus Val
Plus Val 11.06.2021 22:35
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
ma il problema non era l'inflazione ? adesso è la mancata crescita...in ogn caso due argomenti in antitesi per definizione...se non c'è crescita non c'è inflazione...mistero...
Luca Rossi
Luca Rossi 11.06.2021 16:22
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
in tutta sincerità non riesco a capire come si possano scrivere articoli come questo . ma davvero lei pensa che l inflazione non sia un pericolo ? con la massiccia iniezione di liquidita in seguito al piano biden ? la fed ha sicuramente una gatta da pelare ma nessuno ha intenzione di fare ciò che in epoche pregresse è stato fatto ..cioè provare a ridurre un pochino l enorme massa di liquidità . la fed vuole evitare errori come nel 2008 e in virtù di questo i mercati sembrano apparentemente tranquilli. ma sostenere che la ripresa USA e ahimè l elevata inflazione siano un fatto transitorio è sinceramente eccessivo .
Magnus Zant
MagnusZant 11.06.2021 15:39
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Previsione aumento Inflazione: crolla tutto. Previsione diminuzione inflazione: crolla tutto. C’è qualcosa che non quadra in certe analisi.
Giuseppe Ricciotti
Giuseppe Ricciotti 11.06.2021 15:26
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Tutto e il contrario di tutto. Cosa non si scrive per un click
aslare rossi
aslare 11.06.2021 15:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
trasporti? ma di cosa sta parlando? tutte le materie prima di cui ora tutti necessitano pensa si teletrasportino? mai studiato un secondo questo qui.....
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email