Ultime Notizie
Investing Pro 0

Trump risparmia l’Europa mentre le vendite al dettaglio USA colpiscono il dollaro

Da Kathy LienValute16.05.2019 09:00
it.investing.com/analysis/trump-risparmia-leuropa-mentre-le-vendite-al-dettaglio-usa-colpiscono-il-dollaro-200225204
Trump risparmia l’Europa mentre le vendite al dettaglio USA colpiscono il dollaro
Da Kathy Lien   |  16.05.2019 09:00
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
EUR/USD
+0,51%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
GBP/USD
+1,60%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
USD/JPY
+0,26%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
AUD/USD
-0,81%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
USD/CAD
+0,93%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
NZD/USD
-0,66%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

Rassegna giornaliera sul mercato forex, 15 maggio 2019

Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management

Le vendite al dettaglio USA sono state al centro dell’attenzione e se fosse stato l’unico evento della giornata, il dollaro sarebbe sceso molto di più contro le altre principali valute. La contrazione delle vendite al dettaglio il mese scorso ha colto i mercati di sorpresa. Invece di salire dello 0,2%, i consumi sono scesi dello 0,2%. Si tratta della terza lettura negativa in cinque mesi, che ci dice che nonostante il miglioramento stabile nel mercato del lavoro, i consumatori sono cauti nel fare spese. È stato registrato un calo della spesa in elettronica, materiali edili, veicoli e ricambi. Escludendo auto e carburanti, la spesa è scesa dello 0,2%. Nonostante l’attività manifatturiera nell’area di NY sia migliorata, la produzione industriale è scesa per la terza volta in 4 mesi. Questi dati da soli basterebbero a fare preoccupare gli investitori, ma in associazione alle tensioni commerciali i dati spingono gli investitori a sospettare un possibile ulteriore rallentamento nei prossimi 3-6 mesi. Prevediamo un indebolimento dei dati, che limiterà la ripresa delle borse e del cambio USD/JPY. Il cambio USD/JPY potrebbe attestarsi a 110,50-111 ma il rally potrebbe esaurirsi intorno a questo livello.

Il motivo principale per cui non abbiamo assistito ad un indebolimento generale degli asset USA, dalle borse al dollaro, è stata la notizia secondo cui il Presidente Trump avrebbe deciso di rinviare di 6 mesi la decisione riguardo ai dazi sulle auto europee. L’annuncio ufficiale non è ancora arrivato (c’è tempo fino a sabato) ma la speranza che non si deciderà su CIna ed Europa nello stesso momento è un gran sollievo per gli investitori. L’euro è rimbalzato sopra 1,12 e potrebbe risalire ai massimi di maggio nei prossimi giorni. I dati sul PIL della zona euro sono stati in linea con le aspettative – l’economia tedesca è cresciuta dello 0,4% nel primo trimestre e questo miglioramento ha contribuito a far crescere la zona euro allo stesso ritmo. La crescita su base annua è rimasta invariata all’1,2% nell’area della moneta unica, ma la crescita annua in Germania è scesa allo 0,6% dallo 0,9%. Non siamo esaltati dalle previsioni di crescita ma questi numeri potrebbero bastare a fermare il calo dell’euro, in vista della decisione di Trump di questa settimana riguardo ai dazi sulle auto. La bilancia commerciale è attesa per giovedì e il miglioramento in Germania indica un miglioramento nell’intera area. Le valute sono state sostenute dall’accordo tra USA e Messico per ritirare i dazi su acciaio e alluminio.

Nel Regno Unito non sono stati rilasciati dati ma la sterlina è stata la valuta che ha registrato la peggiore performance. La Premier Britannica May incontrerà i parlamentari conservatori giovedì per discutere del suo futuro. C’è stata una forte pressione sulla May affiché rendesse nota la data delle sue dimissioni, ma la Premier ha chiarito che non si dimetterà prima che venga approvato un accordo sulla Brexit dal Parlamento. È possibile che possa ripresentare l’accordo di uscita a giugno. I dati britannici piuttosto deboli uniti all’avversione al rischio e alla mancanza di progressi sulla Brexit hanno colpito la sterlina. Il prossimo stop per il cambio GBP/USD potrebbe essere il minimo del 2019 di 1,2773.

Intanto, il dollaro canadese è salito nonostante le pressioni sui prezzi. La crescita dei prezzi al consumo è scesa allo 0,4% dallo 0,7% ad aprile. Il dato su base annua è salito ma l’andamento dell’inflazione è in calo, poiché è sceso l’aumento dei prezzi core. Il dollaro australiano e quello neozelansese sono scesi ulteriormente ed il cambio AUD/USD ha toccato i nuovi minimi dell’anno in quanto i problemi commerciali della Cina interessano più di tutti proprio l’Australia. Il dollaro australiano resta al centro dell’attenzione in attesa dei dati sul mercato del lavoro. Secondo gli indici PMI, le condizioni del mercato del lavoro nei tre principali settori dell’economia - servizi, manifatturiero e costruzioni - si sono indebolite e ci si aspettano dati deboli che potrebbero far scendere ulteriormente il dollaro australiano.

Trump risparmia l’Europa mentre le vendite al dettaglio USA colpiscono il dollaro
 

Articoli Correlati

Luca Luongo
Ieri GBP/USD sembrava il Bitcoin   Da Luca Luongo - 27.09.2022

Tra venerdì e ieri la volatilità sul cambio sterlina dollaro americano (#GBPUSD) è aumentata esponenzialmente, sembrava di osservare il bitcoin. Le politiche fiscali del nuovo...

Andrea Guzzonato
Un crollo drammatico   Da Andrea Guzzonato - 26.09.2022 1

Proprio come si è conclusa la scorsa settimana, con un implacabile scioglimento del Dollaro USA in aumento esponenziale, unito al crollo di Yen, Yuan, Euro e così via, così inizia...

Trump risparmia l’Europa mentre le vendite al dettaglio USA colpiscono il dollaro

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email