🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Brexit, Tesoro: governo valuta opzioni per sostegno banche, nessuna decisione

Pubblicato 27.06.2016, 13:08
© Reuters. Il ministro delle Finanza Pier Carlo Padoan
ISP
-
CRDI
-

ROMA (Reuters) - L'Italia sta valutando possibili opzioni per proteggere le sue banche dopo che il voto britannico del 23 giugno sull'uscita dall'Unione europea ha fatto crollare venerdì le azioni in Borsa, secondo un portavoce del Tesoro.

"Si ipotizzano varie forme di sostegno e le stiamo considerando ma non c'è ancora nessuna decisione", ha detto a Reuters.

Venerdì sull'esito del referendum inglese sulla Brexit le due principali banche italiane UniCredit e Intesa Sanpaolo (MI:ISP) hanno perso oltre 20% ciascuna. Stamani dopo un tentativo di recupero i bancari sono ancora in calo con Unicredit (MI:CRDI) e Intesa che perdono entrambe oltre 5%. [nL8N19J1KN]

Il settore è considerato particolarmente vulnerabile per i 360 miliardi di crediti deteriorati, un terzo del totale della zona euro.

"Hanno fatto una mappatura di tutti i possibili strumenti possibili per contrastare spinte speculative", ha detto a Reuters una fonte bancaria parlando di analisi iniziate anche prima di venerdì, soprattutto di Bankitalia e Tesoro.

"Si ragiona soprattutto in termini di garanzie. Per blindare le banche. C'è una valutazione che non ci siano impatti diretti sulle banche ma solo spinte speculative. Dicono che faranno tutto quello che si dovesse rendere necessario".

Una fonte governativa conferma che l'esecutivo sta monitorando l'andamento in Borsa delle banche. "Il governo sta valutando la situazione e monitorando borsa, non c’è nulla di deciso ancora, e al momento comunque si ragiona su strumenti che esistono già", ha detto la fonte.

Secondo Il Fatto Quotidiano, il governo potrebbe acquisire partecipazioni nelle banche in difficoltà e finanzierebbe questa operazione con 40 miliardi di fondi pubblici.

Secondo il quotidiano, il presidente del Consiglio Matteo Renzi è già in dialogo con la Commissione europea circa possibili misure per sostenere le banche.

Secondo un legale esperto di normativa antitrust Ue, l'ipotesi "è percorribile con l’assenso della Commissione che potrebbe anche essere dato ma a tutti gli Stati membri".

Anche altri quotidiani accennano alla possibilità di un piano di emergenza.

In serata Renzi, insieme con il presidente francese, François Hollande, e il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, sarà ricevuto a Berlino dalla cancelliera, Angela Merkel, per fare un punto dopo la Brexit.

© Reuters. Il ministro delle Finanza Pier Carlo Padoan

Domani e dopodomani si riunirà invece il Consiglio europeo dei capi di Stato e di governo a Bruxelles.

(Gavin Jones) (Stefano Bernabei)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.