Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

L’Arabia Saudita non ha più soldi

Pubblicato 25.02.2024, 10:30
Aggiornato 25.02.2024, 09:40
© Reuters.  L’Arabia Saudita non ha più soldi

A furia di finanziare i suoi appariscenti piani d’investimento, si è ritrovata a corto di liquidità. I proventi del petrolio non bastano più, e comincia così a indebitarsi. Quali sono i motivi e i possibili scenari?

Fossimo in un cartone animato, o in un fumetto, quel luccichio che spunta tra le dita del protagonista farebbe un suono ben definito. Un’onomatopea delle più classiche e più riconoscibili, l’origine di una parabola che si concluderebbe immancabilmente con un’altra onomatopea.

“Dling” e “splash”. Ecco, questi sarebbero i due suoni. Avete letto bene: “sarebbero”, perché a volte al primo non consegue il secondo. A volte, anziché uno specchio d’acqua trasparente, c’è una pozza nera, e allora l’onomatopea assomiglierebbe più a qualcosa tipo “blup”. Altre volte, invece, non c’è proprio niente, e allora il “dling” iniziale si ripercuote contro le pareti di roccia, fino a che l’eco non l’accompagna sulla superficie asciutta del fondale.

Se fossimo in un cartone animato, o in un fumetto, questa scena si svolgerebbe sul bordo di un pozzo dei desideri, con il protagonista che lancia una monetina sperando che ciò che sogna si avveri. Nella realtà, il pozzo dei desideri saudita era pieno di petrolio, e anziché buttarci dentro le monetine, questo le sputava fuori. Oggi però, se guardassimo dentro quel pozzo, rischieremmo di vedere il fondo.

Allora proviamo a darci un’occhiata, vi va?

DUE SPICCI

Il principe ereditario Mohammed bin Salman ha grandi progetti per l’Arabia Saudita, e tutti che attingono a piene mani dal Public Investment Fund (PIF), il fondo sovrano nutrito dai finanziamenti del petrolio. Grazie a questa miniera d’oro, lo stato saudita ha acquistato società sportive in giro per il mondo, ha ospitato grandi eventi di ogni genere, e sta dando vita a progetti tanto futuristici quanto criticati come quello della città di Neom – una metropoli sviluppata per lungo in mezzo al deserto –, o di una nuova modernissima downtown in Riyadh. C’è un unico, piccolissimo, fastidioso problema: il fondo ha finito i soldi...

Continua la lettura


** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge


Ultimi commenti

Non dite kaz***e dai su
Gli USA hanno triliardi di dollari di debito quindi muti tutti
....e continuano a stampare verdi figurine Panini.....
Chi sono i 2 biskeri che hanno messo pollice verso? Il debito USA lo pagheranno loro?
escluderei il fatto che gli stati uniti abbiano problemi a ripagare un debito nella loro moneta sovrana. Al massimo sviliscono il valore del dollaro.
CUCCU'...
consiglio di scrivere in modo più professionale, nel panorama delle informazioni abbiamo già parecchi scrittori di favole.
Speriamo falliscano sti cammellieri
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.