Ricevi uno sconto del 40%
🚀 La nostra AI ha scelto 6 titoli che sono balzati del 25% nel 1° trimestre. Quali titoli saliranno nel 2° trimestre?Sblocca l'elenco completo

Dollaro in calo, escalation di tensioni tra USA e Cina

Pubblicato 25.05.2020, 05:44
Aggiornato 25.05.2020, 05:47
© Reuters.

Di Gina Lee 

Investing.com – Il dollaro USA è in calo questo lunedì, dopo le proteste di domenica ad Hong Kong che hanno alimentato le tensioni USA-Cina.

In migliaia sono scesi in piazza dopo l’annuncio di leggi proposte della Cina per Hong Kong e Macao durante il Congresso Nazionale del Popolo cinese.

Le tensioni tra USA e Cina sono salite dopo che il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha dichiarato che gli Stati Uniti si stanno dirigendo verso una “nuova Guerra Fredda” con la Cina.

Il Presidente USA Donald Trump si è impegnato ad agire se la Cina dovesse attuare le leggi, con 33 aziende e istituzioni messe già nella blacklist del Dipartimento per il Commercio USA.

Alle 11:37 PM ET (4:37 AM GMT) l’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, è in calo dello 0,02% a 99,868.

Il cambio USD/CNY è in salita dello 0,16% a 7, 1384.

“La preoccupazone maggiore sono le tensioni tra Stati Uniti e Cina”, ha dichiarato a Reuters Takuya Kanda, direttore ricerche presso il Gaitame.com Research Institute.

“Le cose di stanno mettendo male, e andranno peggio a causa della legge sulla sicurezza di Hong Kong. Questo supporta gli scambi a basso rischio, il che è positivo per dollaro e yen”.

Il cambio USD/JPY sale dello 0,11% a 107,72.

La coppia AUD/USD è scesa dello 0,05% a 0,6532; in Australia si sta ritornando alla normalità, oggi le scuole hanno riaperto, i bambini sono a scuola e i genitori sono liberi di ritornare a lavoro.

Il cambio NZD/USD è in calo dello 0,21% to 0,6094.

Il cambio GBP/USD è in salita dello 0,12% a 1,2178, nonostante il Primo Ministro Boris Johnson ha espresso il suo supporto al suo consigliere senior Dominic Cummings dopo le richieste di dimissioni avanzate dal partito dei Conservatori.

Cummings si è spostato da Londra verso l’Inghilterra settentrionale durante il lockdown nonostante la moglie mostrasse i sintomi del COVID-19. È considerato l’architetto della campagna del 2016 sulla Brexit.

Ultimi commenti

Io sull’andamento delle valute con spiegazioni geopolitiche ho sempre credutompoco. Oggi wall strett è chiusa e molti avranno pensato di investire maggiormente in cina oppure molto probabilmente vedono un andamento a rilento della risalita del prezzo del petrolio. A mio avviso le “finte” tensioni servono a poco
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.