⌛ Persi i guadagni 13% di ProPicks a maggio? Abbonati ora, prendi i titoli di giugno scelti dall'AI.Sblocca azioni

Forex, dollaro incerto in attesa dati inflazione

Pubblicato 09.04.2024, 11:25
Aggiornato 09.04.2024, 11:27
© Reuters. Banconote dello yen e del dollaro. REUTERS/Florence Lo
USD/JPY
-
JPY/CNY
-

(Reuters) - Il dollaro fatica a trovare una direzione, con gli investitori cauti in vista dei dati sull'inflazione di domani, mentre i Treasury statunitensi salgono dopo che i mercati hanno ridimensionato le scommesse sui futuri tagli dei tassi della Federal Reserve.

Lo yen rimane attorno ai minimi pluridecennali, tenendo i trader in allerta per eventuali segnali di intervento.

La probabilità di un primo taglio da parte della Fed di 25 punti base a giugno è data al 50% circa, in calo rispetto al 57% di una settimana fa, secondo i dati di Cme Group.

Alle 10,56, l'indice del dollaro è in calo dello 0,01% a 104,131.

Il dato sui prezzi al consumo di marzo negli Stati Uniti, in agenda domani, fornirà ulteriori indizi sulla traiettoria di politica monetaria della Fed.

Il dollaro avanza dello 0,05% a 151,86 yen, mantenendosi vicino al massimo di 34 anni di 151,975 yen toccato il mese scorso, mentre continuano i tentativi dei funzionari giapponesi di rafforzare la valuta.

Il ministro delle Finanze Shunichi Suzuki (TYO:7269) ha detto che le autorità non escluderanno alcuna opzione per affrontare i movimenti eccessivi dello yen, ribadendo l'avvertimento che Tokyo è pronta ad agire contro i forti ribassi della valuta.

Il governatore della Banca del Giappone Kazuo Ueda ha detto che la banca centrale deve prendere in considerazione la possibilità di ridurre il grado di stimolo monetario se l'inflazione accelererà.

© Reuters. Banconote dello yen e del dollaro. REUTERS/Florence Lo

L'euro perde lo 0,02% a 1,0856 dollari, mentre la sterlina scambia a 1,2655 dollari, in calo dello 0,1% su base giornaliera.

Le banche della zona euro hanno abbassato la soglia per l'approvazione dei mutui lo scorso trimestre per la prima volta in oltre due anni, ma la domanda di credito ha continuato a diminuire a causa degli alti costi di prestito e della stagnazione dell'economia, secondo un'indagine della Bce.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Antonella Cinelli)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.