Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Futures USA giù, incertezza UE; Dow Jones -1,98%

Pubblicato 01.11.2011, 13:49
NDX
-
UK100
-
FCHI
-
DJI
-
DE40
-
STOXX50
-
JP225
-
HK50
-
CVX
-
C
-
BAC
-
XOM
-
ALHAP
-
PFE
-
SMT
-
Investing.com – I futures degli indici di borsa USA hanno evidenziato una forte riduzione all’apertura di oggi, per via dei timori sulla gestione della crisi del debito della zona euro che hanno pesato sul sentimento del mercato.

I futures Dow Jones Industrial Average hanno indicato in vista dell’apertura un calo dell’1,98%, i futures S&P 500 hanno segnato un calo del 2,98%, mentre i futures Nasdaq 100 hanno indicato un calo del 2,52%.

Il sentimento del mercato ha risentito delle incertezze su come possa essere implementato il pacchetto di misure anticrisi concordate dal vertice UE dello scorso Giovedi.

Nel frattempo, il primo ministro greco George Papandreou ha chiesto un referendum sul nuovo pacchetto di aiuti ; intanto gli oneri finanziari italiani hanno incrementato la pressione sulla moneta unica.

Gli istituti di credito USA hanno segnalato forti perdite, seguendo i risultati delle loro controparti europee con le azioni di Citigroup giù del 7,52% e Bank of America giù de 7,07%, mentre Goldman Sachs e JP Morgan sono hanno segnato rispettivamente -5,45% e -5,26% .

I titoli finanziari hanno risentito inoltre che MF Global ha presentato istanza di fallimento lunedì. MF Global ha chiesto la protezione fallimentare entro una settimana dalla decisione di Moody declassare il rating, dopo che l'azienda ha registrato una perdita record trimestrale.

I titoli energetici hanno riportato delle perdite, dopo che i dati hanno mostrato che l'attività manifatturiera cinese è scesa al livello più basso dal febbraio 2009. I giganti di Petrolio e gas Chevron e Exxon Mobil Corp hanno visto parti le azioni crollare del 4,19% e del 4,16%, mentre il produttore di carbone Alpha Natural Resources precipita a -9,49%.

La casa farmaceutica Pfizer ha segnato un calo 2,83%, anche se ha registrato un utile trimestrale superiore alle attese e ha riaffermato il suo target per il 2012.

Thomson Reuters ha segnato -1,98%, nonostante le previsioni, guadagnando 56 centesimi per azione, rispetto ai 49 centesimi dello scorso anno.

Al rialzo, Herbalife Ltd., il venditore di integratori alimentari per la perdita di peso, ha segnato +1,66% dopo aver annunciato che il suo reddito 2012 non sarà più 3,45 dollari l’azione, al di sotto delle aspettative degli analisti.

Nel frattempo, il gruppo assicurativo Humana ha tenuto i guadagni di ieri, segnando un calo del 5,65% dopo la pubblicazione di un profitto più elevato del previsto e l’aumento delle sue previsioni per gli utili annuali.

Dall'altra parte dell'Atlantico, i mercati azionari europei sono stati in netto calo. L'indice EURO STOXX 50 ha segnato - 5,77%, il francese CAC 40 ha segnato -5,41%, in Germania il DAX è sceso del 5,76%, mentre in Gran Bretagna il FTSE 100 ha registrato un calo del 3,56%.

Durante la sessione asiatica, l’indice Hang Seng di Hong Kong ha segnato -2,5%, mentre il giapponese Nikkei 225 ha segnato -1,7%.

Nel corso della giornata, l'Institute of Supply Management rilascerà una relazione sull’attività manifatturiera degli Stati Uniti.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.