Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Roche in ribasso, studi su farmaco per l’Alzheimer non raggiungono obiettivi primari

Pubblicato 14.11.2022, 12:04
Aggiornato 14.11.2022, 11:39
© Reuters.

di Scott Kanowsky

Investing.com - Roche Holding AG Participation (SIX:ROG) ha dichiarato che due studi di fase avanzata, attesi da tempo, hanno dimostrato che il suo farmaco per il morbo di Alzheimer non è riuscito ad arginare il calo delle capacità cognitive delle persone affette da una forma precoce della malattia.

In un comunicato di questo lunedì, l’azienda farmaceutica elvetica ha dichiarato che i risultati degli studi di Fase III del farmaco, noto come gantenerumab, non hanno raggiunto l’ “obiettivo primario” di rallentare il declino clinico nei pazienti con demenza lieve dovuta all’Alzheimer.

Le azioni di Roche sono scese nei primi scambi.

“Molte delle nostre famiglie sono state direttamente colpite dall’Alzheimer, quindi questa notizia è molto deludente”, ha dichiarato il direttore medico di Roche Levi Garraway.

Il fallimento del gantenerumab infligge un duro colpo alla cosiddetta ipotesi dell’amiloide, ovvero alla teoria secondo cui l’eliminazione delle cellule tossiche che si raggruppano nel cervello aiuterebbe ad attenuare la perdita cognitiva delle persone affette da Alzheimer. Roche, così come la rivale Eli Lilly and Company (NYSE:LLY) e la giapponese Eisai (TYO:4523), ha puntato a creare un farmaco che sfrutti questa teoria, con un trattamento di successo potenzialmente in grado di generare vendite per miliardi di dollari.

Secondo l’Alzheimer’s Disease International, il morbo di Alzheimer, una malattia neurologica che causa la riduzione delle dimensioni del cervello e la morte delle cellule, ha colpito 55 milioni di persone in tutto il mondo fino al 2020. Attualmente non esiste una cura conosciuta.

In una nota ai clienti, gli analisti di Stifel hanno definito l’annuncio di Roche “fortemente negativo” per l’azienda.

“È la fine di questo sviluppo, che dovrà essere eliminato dai modelli di vendita. Viene meno anche un importante motore di crescita per l’azienda nei prossimi anni”, hanno dichiarato gli analisti.

Le previsioni finanziarie di Roche per il 2023 saranno ora “altamente esposte” ad un potenziale colpo del valore di 3-4 miliardi di franchi svizzeri (1 franco = 1,0552 dollari), con il risultato di un anno di mancata crescita per il gruppo, hanno aggiunto.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.