Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Wells Fargo aumenta di 5 dollari le previsioni a lungo termine per il Brent e il WTI grazie all'adesione dell'OPEC+

Pubblicato 04.04.2024, 11:35
Aggiornato 04.04.2024, 11:38
© Reuters.
WFC
-

Gli analisti di Wells Fargo (NYSE:WFC) hanno aumentato di 5 dollari al barile le loro previsioni di prezzo a lungo termine per il Brent e il West Texas Intermediate (WTI), portandole a 80 dollari per il Brent e a 75 dollari per il WTI.

La banca d'affari ha alzato le sue proiezioni a causa di un mix di fattori: una crescita moderata dell'attività economica, una gestione coerente della produzione da parte dell'OPEC e dei suoi alleati, sanzioni ai principali Paesi produttori di petrolio e un rallentamento dell'aumento della produzione petrolifera degli Stati Uniti. Questi fattori suggeriscono un'evoluzione verso un mercato petrolifero più equilibrato.

Nel loro rapporto, gli analisti di Wells Fargo hanno indicato che considerano l'anno 2024 come un anno cruciale nell'era successiva alla pandemia COVID-19.

Pur riconoscendo che gli eventi geopolitici potrebbero ancora influenzare il mercato petrolifero, gli analisti prevedono che gli anni 2024 e 2025 registreranno una ripresa della crescita della domanda di petrolio. Prevedono aumenti annuali dell'1,0-1,5%, simili ai tassi registrati prima della pandemia, poiché ritengono che sia stato raggiunto un ritorno alle condizioni pre-pandemiche.

Gli analisti commentano inoltre il passaggio alle energie rinnovabili, che ha subito un'accelerazione quando i viaggi erano limitati e la domanda di petrolio era bassa. Secondo gli analisti, questo passaggio sta ora attraversando un periodo di rivalutazione, poiché diventa chiaro che la trasformazione dei sistemi energetici è un'impresa estesa, graduale e impegnativa.

Nella loro precedente analisi del mercato petrolifero, gli analisti avevano evidenziato la volontà dell'OPEC di ridurre la propria quota di mercato tagliando la produzione di petrolio come elemento chiave delle loro previsioni. Dopo la riunione dell'OPEC del 3 aprile, è stato confermato che queste riduzioni della produzione sono previste almeno fino alla metà del 2024.

Gli analisti prevedono che la produzione totale dei Paesi OPEC sarà limitata fino alla fine del 2024. Notano inoltre che importanti Paesi OPEC+, tra cui la Russia, sembrano favorevoli al mantenimento di prezzi del petrolio più elevati, il che potrebbe attenuare l'impatto della riduzione della produzione.

Wells Fargo ha anche rivisto le sue previsioni a breve termine sui prezzi del petrolio per quest'anno. L'azienda prevede ora che il prezzo del petrolio WTI nel 2024 sarà di 75,73 dollari al barile, da 71,50 dollari, e ha alzato le previsioni sul Brent da 76 a 80,19 dollari al barile.


Questo articolo è stato creato e tradotto con l'aiuto della tecnologia AI ed è stato revisionato da un redattore. Per ulteriori dettagli, consultare i nostri Termini e condizioni.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.