Ultime Notizie
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

La Cina dimostra di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca

Da Investing.com (Barani Krishnan/Investing.com)Materie prime10.09.2021 13:36
it.investing.com/analysis/la-cina-dimostra-di-poter-avere-la-botte-piena-e-la-moglie-ubriaca-200447777
La Cina dimostra di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca
Da Investing.com (Barani Krishnan/Investing.com)   |  10.09.2021 13:36
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

In quanto maggiore importatore di materie prime al mondo, Pechino spesso ne acquista quantità ben superiori ai suoi reali bisogni, conservandone una fetta significativa per i tempi difficili, quando potrebbero esserci poche scorte da acquistare o prezzi troppo alti. A quel punto, i cinesi attingono alle loro scorte per mantenere attiva la propria economia.

 

 

 

Oil Daily
Oil Daily

Grafico giornaliero del greggio

 

Questa strategia finora ha funzionato per cereali e metalli. E, ieri, la Cina ha dimostrato che può funzionare anche per il greggio. Con un intervento senza precedenti sul mercato petrolifero globale, la Cina ha reso disponibile il greggio delle sue riserve strategiche per la prima volta con l’obiettivo specifico di abbassare i prezzi. La manovra ha dato frutto: il prezzo del greggio è crollato di quasi il 2% sulla giornata.

La domanda, tuttavia, è: per quanto tempo i cinesi potranno vincere a questo gioco?

C’è un’enorme differenza tra il trattare con singoli paesi come Brasile e Stati Uniti per la soia o Cile e Russia per il rame e il dover affrontare un’alleanza come l’OPEC+ per il greggio.

L’OPEC+ interverrà

Nel caso di cereali e metalli, quando si riducono gli acquisti i venditori dei paesi produttori solitamente lasciano scendere i prezzi abbastanza da ricominciare a fare affari. Nel caso dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di petrolio (OPEC) e dei suoi alleati, invece, è probabile che accada il contrario. Quando i prezzi cominciano a scendere stabilmente e significativamente, l’alleanza si mette in moto per tagliare la produzione e riportare su il mercato, spesso ad un livello più alto di quello precedente alla caduta.

Dobbiamo capire per quanto tempo e quanto in là potrà spingersi la Cina con questa tattica e quanta tolleranza le riserveranno le 23 nazioni dell’OPEC+, alleanza che comprende i 13 membri dell’OPEC guidati dai sauditi e dieci produttori con a capo la Russia.

Ecco cosa sappiamo finora:

In una dichiarazione di ieri, la National Food and Strategic Reserves Administration cinese ha reso noto che il paese sta attingendo alle sue riserve di greggio “per allentare la pressione dell’aumento dei prezzi delle materie prime”. L’agenzia non ha offerto ulteriori dettagli, ma persone informate dei fatti hanno riferito a Bloomberg che la dichiarazione si riferisce ai milioni di barili che il governo ha offerto a metà luglio.

Per chi l’avesse dimenticato, le notizie di circa due mesi fa suggerivano che la Cina aveva cominciato a rallentare gli acquisti di greggio, proprio come aveva fatto precedentemente con le importazioni di rame. Ma lo sconvolgimento sul mercato del greggio allora era stato minimo e la storia si era spenta nel giro di un paio di giorni, consentendo ai prezzi del greggio di riprendere la traiettoria al rialzo dopo un breve calo.

La Cina lascia intendere che l’uso delle scorte potrebbe durare per un po’

Stavolta, però, l’agenzia cinese ha voluto far pesare le sue intenzioni ed ha elaborato il messaggio in un modo ben ponderato. Ha detto che il “normale” passaggio al greggio delle riserve statali è “un importante modo perché le riserve giochino il loro ruolo nel bilanciare il mercato”, indicando che potrebbe continuare a rendere disponibili dei barili. Per sicurezza, l’agenzia ha dichiarato che rendere disponibili le riserve nazionali di greggio sul mercato tramite aste aperte “stabilizzerà meglio l’equilibrio nazionale di scorte e domanda”.

È chiaro perché Pechino sta facendo così. L’impennata dei costi degli energetici in Cina, non solo del greggio, ma anche di carbone e gas naturale, e la carenza di elettricità in alcune province sta già costringendo alcune fabbriche a tagliare la produzione. E l’inflazione sta rapidamente salendo, un bel grattacapo politico per Pechino.

L’inflazione alle fabbriche cinese è accelerata al massimo di 13 anni ad agosto, appena un mese dopo che la Casa Bianca aveva pubblicamente chiesto all’OPEC+ di produrre più greggio sulla scia dell’aumento dei prezzi della benzina negli Stati Uniti. Insieme, le azioni di Pechino e Washington suggeriscono che i due maggiori consumatori mondiali di energia considerano il livello di 70-75 dollari una linea rossa per il prezzo del greggio. E, ad aggiungersi allo stress dei due paesi, l’uragano Ida ha gravemente danneggiato la produzione petrolifera statunitense da fine agosto, pesando sulle forniture alla cinese Unipec.

La Cina spesso mantiene il segreto sull’esatta quantità di barili che ha in magazzino. Gli ultimi dati pubblici sulle cosiddette SPR (Strategic Petroleum Reserve, riserve petrolifere strategiche), sono stati resi noti nel 2017, rivelando una capacità di riserva totale di 37,73 milioni di metri cubi, o 237,66 milioni di barili di greggio.

Secondo Energy Aspects Ltd, si stima che il più grande importatore di greggio al mondo abbia accumulato una scorta di 220 milioni di barili nello scorso decennio. La scorta è diversa dai livelli di USA ed Europa, che vengono utilizzati solo nei periodi di interruzione delle forniture e guerre. La Cina invece è intenzionata ad utilizzarle per cercare di influenzare il mercato.

Morale della favola: l’immenso potere della Cina nell’influenzare sia la domanda che il prezzo del greggio non dovrebbe essere preso alla leggera.

Allo stesso modo, non si dovrebbero ignorare nemmeno la determinazione dell’OPEC+ di non voler permettere un altro tonfo del prezzo del greggio e l’imminente domanda invernale di combustibile per il riscaldamento.

Nota: Barani Krishnan utilizza una varietà di opinioni oltre alla sua per apportare diversità alla sua analisi di ogni mercato. Per neutralità, a volte presenta opinioni e variabili di mercato contrarie. Non ha una posizione su nessuna delle materie prime o asset di cui scrive.

 

La Cina dimostra di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca
 

Articoli Correlati

La Cina dimostra di poter avere la botte piena e la moglie ubriaca

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (3)
Lucio Fab
Lucio Fab 10.09.2021 19:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ottimo articolo
giovanni orlando
o_consulting 10.09.2021 18:29
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Mary Ann
Mary Ann 10.09.2021 13:54
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Grazie 🙏🏻
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email