📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

La Fed è sulla buona strada per superare il nodo inflazione-recessione?

Pubblicato 14.06.2024, 06:52
NDX
-
USD/MXN
-
US500
-
CL
-
TIP
-
US10YT=X
-
DE10IT10=RR
-

Le azioni sono salite dopo che il report sull’IPC è sceso sotto le stime degli analisti e al prezzo degli swap. L’IPC ha mancato il prezzo degli swap sia su base annua che mensile, cosa che non si era mai vista di frequente nella memoria recente. Il prezzo degli swap è ancora uno dei modi migliori per valutare la direzione dell’IPC e dell’inflazione. Quindi, solo perché gli swap si sono sbagliati una volta, non cambierei affatto il mio processo, che per la maggior parte ha funzionato molto bene per un certo periodo di tempo.

Il dot plot della Fed era piuttosto strano. La Fed prevede ora un solo taglio dei tassi nel 2024, da 3, ma ha anche alzato l’indice PCE core per il 2024. Non sono sicuro del motivo per cui la Fed dovrebbe tagliare i tassi nel 2024 se pensa che il tasso di inflazione sarà più alto di quanto si pensava in precedenza e più alto dei dati più recenti.

A questo punto, sembra che la Fed stia cercando di condurre un gioco di equilibri, con l’inflazione da una parte e il mercato del lavoro dall’altra, facendo scivolare l’economia verso un atterraggio morbido, con gli occhi bendati, un numero quasi da circo. Forse ci riusciranno, forse no.

Non sono abbastanza intelligente per saperlo, ma la storia suggerisce che le probabilità di successo sono molto basse. Preferirei senza dubbio una crescita lenta, un’inflazione al 3% e tassi più alti rispetto a un aumento del tasso di disoccupazione e una recessione, ma dovremo continuare a valutare i dati che arriveranno.

Finora, la Fed è stata relativamente fortunata perché il petrolio è stato mite e non ha rappresentato un problema per lei. Questo potrebbe continuare ad essere il caso, ma è un rischio per il futuro. Il petrolio sta cercando di superare una trendline e si sta avvicinando a questo risultato, almeno da questa sera sembra che sia così.

WTI Crude Oil-Daily Chart

Nel frattempo, i tassi dei decennali sono scesi dopo il report IPC, ma hanno recuperato buona parte delle perdite dopo il FOMC. In questo momento si sta verificando un chiaro consolidamento del decennale, con l’unica direzione laterale. US 10-Year Yield-Daily Chart

Finora, la relazione e la guida che erano il cambio USD/MXN e l’S&P 500 si sono magicamente interrotte nelle ultime sessioni di trading. Sembra strano a questo punto perché si tratta di una relazione di lunga data che risale a qualche tempo fa, più di un anno.

USD/MXN-Daily Chart

Per quasi cinque anni, NASDAQ 100 ha seguito l’iShares TIPS Bond ETF (NYSE:TIP), ma questa relazione è sembrata cambiare senza preavviso e senza motivo l’anno scorso in questo periodo. Non saprei dire perché, visto che per tutto il 2020 e il 2021 ho sentito solo dire che i rendimenti reali più bassi facevano salire i valori attuali dei titoli. L’aumento dei rendimenti reali non ha un effetto sui prezzi delle azioni che scendono.

TIP ETF-Daily Chart

In passato, però, le azioni seguivano le aspettative di inflazione di pareggio, poiché le aspettative di inflazione possono essenzialmente fungere da barometro per la crescita. Questo è chiaramente cambiato anche nella primavera dello scorso anno. US Breakeven 5-Year Rate

Ieri abbiamo anche parlato della relazione tra azioni e spread creditizi. Sarà quindi interessante vedere come si evolverà la situazione nei prossimi giorni, soprattutto se gli spread di credito dovessero salire a causa di quanto si sta verificando in Europa. Inoltre, se i mercati inizieranno a percepire che la corda tesa della Fed sta iniziando a vacillare, gli spread si allargheranno.

CDX High-Yield Index Daily Chart

S&P 500 vicino ad un top locale?

Da un punto di vista tecnico, l’area di 5.380 sembrava avere molto senso per un top, dato che si trattava dell’estensione dell’1,618% e sembrava che ci fosse una diagonale finale. Questo chiaramente non è ancora accaduto, ma potrebbe accadere se il rally di ieri si trasformasse in un lancio. Tuttavia, ritengo che a questo punto sia una scelta difficile.

È certamente possibile. Ieri l’S&P 500 ha chiuso un’intera barra al di sopra della banda di Bollinger superiore e aveva un RSI superiore a 70. Ora, so che le persone hanno un’opinione diversa da quella che hanno. So anche che molti pensano che io sia solo ribassista quando sottolineo cose del genere, ma questo è lo stato attuale: ipercomprato. Potete cercare le definizioni, ma secondo la mia esperienza quando si ottengono entrambi i segnali contemporaneamente, il significato è ancora più forte.

There was also the usual IV crush Yesterday, as expected and noted in yesterday’s write-up, even though the Powell rally started 10 minutes late and was pretty weak.

C’è stato anche il solito crollo dell’IV, come ci si aspettava e come abbiamo notato nell’articolo del giorno prime, anche se il rally di Powell è iniziato con 10 minuti di ritardo ed è stato piuttosto debole. SPX 1-Minute Chart

In ogni caso, buona fortuna!

Link all’articolo originale

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.