Ultime Notizie
Investing Pro 0

Visa: acquisto a lungo termine e copertura contro inflazione e recessione

Da Investing.com (Dylan Banchetti/Investing.com)Mercati azionari23.09.2022 07:50
it.investing.com/analysis/visa-acquisto-a-lungo-termine-e-copertura-contro-inflazione-e-recessione-200456994
Visa: acquisto a lungo termine e copertura contro inflazione e recessione
Da Investing.com (Dylan Banchetti/Investing.com)   |  23.09.2022 07:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
NDX
+4,58%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
US500
+3,09%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
INTC
+4,05%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
V
+3,80%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
  • I forti venti di coda permetteranno a V di resistere all'inflazione e alla recessione
  • La riapertura della Cina e del Giappone stimolerà gli utili nonostante il clima di crisi macroeconomica
  • Nonostante i forti utili, V è scambiata ai minimi da 5 anni del multiplo P/E

Visa (NYSE:V) è un marchio globale, ma sembra un'azienda prociclica, con ricavi legati alla domanda globale. Potrebbe quindi sorprendere la sua performance superiore a quella dell'indice S&P 500 in caso di crisi globale. Tuttavia, Visa gode di alcuni fattori secolari a lungo termine che consentono una crescita affidabile superiore al PIL.

InvestingPro+ Price Performance History
InvestingPro+ Price Performance History

Fonte: InvestingPro+

La performance di quest'anno lo conferma. Visa è scesa del 14,23% quest'anno. In confronto, il S&P 500 è sceso del 21,01% e il NASDAQ 100 del 29,42%. Nonostante le perdite, l'azienda rimane tra i primi 15 titoli a grande capitalizzazione. Con un modello di business a prova di recessione e inflazione, la rete di pagamento ha sovraperformato il mercato in tempi di crisi sin dalla sua IPO nel marzo 2008.

Il modello di business di Visa la rende intrinsecamente difensiva

La performance di Visa è guidata dal suo modello di business altamente difendibile, caratterizzato da ricavi ricorrenti, alti margini incrementali e un elevato free cash flow. Sebbene la COVID-19 abbia avuto un impatto significativo sulla crescita a breve termine, il suo modello di business è resistente di fronte all'inflazione e ha dimostrato di essere in grado di sovraperformare in tempi di turbolenza.

Il principale driver di Visa è il passaggio globale dal contante ai pagamenti con carta. La penetrazione delle carte a livello mondiale è solo del 54% e cresce del 2% all'anno, il che significa che Visa può attingere ad altri 11,6 trilioni di dollari di spesa annua. Questa tendenza è destinata ad accelerare, soprattutto con l'aumento dello shopping online.

Come si può immaginare, Visa dipende in larga misura dalla spesa al consumo personale (PCE). Con l'aumento della spesa dei consumatori, aumentano anche il numero e il valore delle transazioni su cui Visa può applicare una commissione. Si potrebbe pensare che questo fattore trascinerà sicuramente Visa verso il basso in tempi di crisi. Sorprendentemente, negli ultimi 20 anni il PCE è cresciuto del 3% rispetto al PIL, sia durante le recessioni che i boom. Quindi, anche se l'economia globale dovesse subire una contrazione, ad esempio dell'1%, il PCE crescerebbe comunque del 2%.

L'inflazione è un altro dei fattori trainanti di Visa. La rete di pagamento guadagna una percentuale fissa sulle transazioni dei consumatori, pertanto, se il valore di tali transazioni aumenta, aumenta anche la commissione di Visa. Quindi, indipendentemente da quanto l'inflazione rimarrà alta nei prossimi anni, Visa sarà in grado di convertire la maggior parte di questa percentuale in una crescita dei ricavi.

L'ultimo driver è la crescita dei prezzi reali. Nonostante nessuno di noi se ne accorga (perché le commissioni di rete sono pagate dal venditore) Visa aumenta silenziosamente le proprie commissioni di circa l'1% all'anno, trovando sempre nuovi modi per mascherare l'aumento.

Quindi, attraverso la somma dei suoi driver, Visa fa crescere i propri ricavi a una media del 9-10% all'anno. Dei quattro driver dell'azienda, solo il PCE soffrirebbe in caso di recessione globale, mentre gli altri continuerebbero a crescere al ritmo abituale.

Visa Revenue Growth
Visa Revenue Growth

Fonte: InvestingPro+

Cuscinetti per la recessione a breve termine

Viste le prospettive non proprio promettenti e gli appelli alla recessione, è normale mettere in dubbio la stabilità della crescita di Visa nel breve termine. Una crisi globale avrebbe sicuramente un impatto sulla rete di pagamento, ma ci sono due ammortizzatori di cui tenere conto.

La spesa per i viaggi è una delle vacche da mungere di Visa. Quando si spende all'estero, le commissioni sono molto più alte: i tassi di prelievo sono 6 volte o più rispetto alle transazioni nazionali standard. L'allentamento delle restrizioni sui viaggi ha permesso a Visa di cavarsela abbastanza bene nonostante le ultime turbolenze macro, dato che la spesa all'estero ha raggiunto livelli senza precedenti. Sebbene alcuni ritengano che il boom sia già finito, sembra un'affermazione troppo affrettata, dato che Cina e Giappone - che rappresentano il 15% dei volumi di pagamento transfrontalieri - rimangono chiusi. Ad oggi, l'APAC sta raggiungendo solo il 70% dei livelli di spesa per i viaggi del 2019; c'è ancora molta strada da fare, dato che il resto del mondo è già al 180% rispetto al 2019.

Il secondo cuscinetto è molto più interessante. Una rete di pagamento nella sua forma più elementare è semplicemente un server, il che significa che i computer rappresentano una grossa fetta del capex di Visa. La particolarità dei computer è che ogni due anni la tecnologia ci permette di renderli due volte più potenti e a costi dimezzati, come previsto dalla Legge di Moore (Gordon Moore, cofondatore di Intel (NASDAQ:INTC)). Se la capacità dei computer quadruplica ogni due anni allo stesso costo, ma le transazioni crescono solo del 9-10% all'anno, le reti di pagamento possono ridurre ogni anno le spese per i computer, pur crescendo al massimo della loro capacità. Pochissime aziende - e forse nessuna di queste dimensioni - possono permettersi di tagliare i costi in modo sostanziale su base annua senza sacrificare la crescita. Ciò esercita una forte pressione al rialzo sui margini, che si attestano al 68% (operativi). Ma la cosa più importante è che quando i tempi si fanno duri Visa può sempre tagliare i suoi investimenti e proteggere i suoi guadagni con pochissime ripercussioni. Un ottimo esempio di ciò si è avuto durante il COVID. Come si può vedere qui sotto, Visa ha ridotto la spesa da circa 250 milioni di dollari a poco più di 150 milioni di dollari per far fronte alla pandemia.

Visa Capex Chart
Visa Capex Chart

Fonte: InvestingPro+

Vale il prezzo?

Tutti i vantaggi sopra descritti hanno ovviamente un prezzo. Trattata a un P/E di 25,2x (fwd), Visa non è a buon mercato. Ma Visa non è mai a buon mercato. La domanda è se riuscirà a darvi abbastanza soldi per il vostro dollaro.

Visa'Historical PE Multiple
Visa'Historical PE Multiple

Fonte: InvestingPro+

Come mostrato sopra, Visa è attualmente scambiata al rapporto P/E più basso degli ultimi cinque anni. Inoltre è più di una deviazione standard al di sotto della media quinquennale; sarebbe difficile per il titolo diventare più economico.

Visa Fair Value per InvestingPro+
Visa Fair Value per InvestingPro+

Fonte: InvestingPro+

I modelli di InvestingPro mostrano un possibile rialzo del 15,3%, mentre l'analista medio stima un guadagno del 39%. E questo in un mercato difficile come quello attuale. Con forti venti di coda e scambiando a un P/E relativamente basso, Visa sembra un titolo resistente e ben posizionato per sovraperformare il mercato in questo periodo di forte incertezza macroeconomica.

Disclaimer: L'autore non ha alcuna posizione in nessuno dei titoli menzionati.

Visa: acquisto a lungo termine e copertura contro inflazione e recessione
 

Articoli Correlati

Visa: acquisto a lungo termine e copertura contro inflazione e recessione

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email