Sblocca dati premium: Fino al 50% di sconto InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Inflazione in calo: fino a che punto i tassi d'interesse si abbasseranno?

Pubblicato 21.05.2024, 11:16
© Reuters

Investing.com – I mercati hanno apprezzato il rallentamento, seppur modesto, segnato dall’inflazione statunitense la scorsa settimana. Ieri, tuttavia, alcuni funzionari Fed, tra cui il vicepresidente Philip Jefferson, hanno invitato alla calma in merito alle previsioni sulla politica monetaria. Intanto, gli analisti si aspettano di assistere domani al netto calo dell’Ipc del Regno Unito che dovrebbe passare dal 3,2% di marzo al 2,1% di aprile, mentre a fine mese sarà la volta dei prezzi dell’Eurozona che dovrebbero compiere un altro passo verso il target del 2%.

Chi guarda oltre gli atteggiamenti da falco di alcuni banchieri è Steven Bell, chief economist EMEA di Columbia Threadneedle Investments, secondo il quale le ultime dinamiche dell'inflazione rappresentano "ottime notizie che dovrebbero spianare la strada ai tagli dei tassi di interesse, la cui portata dipenderà dai dati” e favorire un ulteriore rally dei mercati da qui a fine anno.

Più tagli del previsto in Eurozona e Regno Unito

Per quanto riguarda Eurozona e Regno Unito Bell prevede che le “rispettive banche centrali taglieranno più di quanto i mercati stiano attualmente prezzando”, nonostante entrambe le economie stiano migliorando. “Al momento – argomenta - sono previsti, entro la fine dell’anno, tagli di 68 punti base nell'Eurozona e di 56 punti base nel Regno Unito; ci aspettiamo che i risultati si avvicinino all'1%”.

Inflazione vischiosa negli Usa

La situazione è più incerta negli Stati Uniti, dove l'inflazione è stata vischiosa nell’ultimo periodo. “In particolare – sottolinea Bell -, il singolare trattamento della componente degli affitti nell'IPC statunitense potrebbe mantenere l'inflazione più alta ancora a lungo. La speranza di un taglio dei tassi dipende dall’atteso significativo rallentamento economico”.

In breve, riassume l’esperto, “avendo speso più del loro reddito, i consumatori statunitensi sono ora costretti a ridimensionarsi. Infatti, la fiducia dei consumatori statunitensi, che ha alimentato i consumi nell'ultimo anno e oltre, inizia a diminuire e ci aspettiamo un ulteriore indebolimento della spesa. Pur non trattandosi di un calo significativo, questo dovrebbe comunque ridurre la crescita e generare una nuova pressione al ribasso sui prezzi”.

Europa in ripresa

Nel frattempo, l’andamento economico nell’Eurozona e nel Regno Unito è in ascesa, ma ciò per il gestore “non dovrebbe costituire un ostacolo al taglio dei tassi in quanto lo scenario di base stimava una lieve recessione”, dopo che il Regno Unito lo scorso anno è stato tra i peggiori in termini di crescita e inflazione. Tuttavia, osserva Bell, “oggi sembra aver ripreso terreno su entrambi i fronti. I dati pubblicati la scorsa settimana hanno mostrato una crescita solida, molto più forte del previsto, e prevediamo ulteriori buone notizie a riguardo nei prossimi mesi”.

Insomma, per l’analista “una ripresa globale dell’economia, il calo dell'inflazione e la prossima riduzione dei tassi d'interesse sono tutti fattori che determinano un contesto favorevole per i mercati finanziari, con ottime prospettive di ulteriori guadagni da qui alla fine del 2024”.

CODICE SCONTO

Approfitta dello⚠️ SCONTO DI MAGGIO⚠️Clicca qui per sapere sempre quali azioni comprare e quali vendere a prescindere dalle fluttuazioni dei mercati: inizia a investire come un PRO!

Il link calcola e applica direttamente lo sconto pari a un ulteriore 10%. Nel caso in cui la pagina non dovesse caricarsi, inserisci tu il codice proit2024 per attivare l’offerta.

Avrai a disposizione una serie di strumenti esclusivi che ti permetteranno di affrontare al meglio il mercato:

  • ProPicks: portafogli azionari gestiti da una fusione di intelligenza artificiale e competenze umane, con performance comprovate.
  • ProTips: informazioni digeribili per semplificare in poche parole masse di dati finanziari complessi
  • Fair Value e Health Score: 2 indicatori sintetici basati su dati finanziari che forniscono una visione immediata del potenziale e del rischio di ciascun titolo.
  • Screener avanzato di titoli: Cerca i titoli migliori in base alle vostre aspettative, tenendo conto di centinaia di metriche e indicatori finanziari.
  • Dati finanziari storici per migliaia di titoli: In modo che i professionisti dell'analisi fondamentale possano scavare da soli in tutti i dettagli.
  • E molti altri servizi, per non parlare di quelli che abbiamo in programma di aggiungere presto!

Informazioni Pro

Leggi i consigli di Investing.com sulle Azioni italiane sottovalutate a maggio.

Segui la panoramica su base mensile dei principali indici azionari, su tutti FTSE Mib, S&P 500 e Nasdaq, con il contributo di Calogero Selvaggio, analista e parte del Team Italia di Investing.com.

Puoi iscriverti gratuitamente al prossimo webinar del 30 maggio "Le azioni di qualità maggio 2024" a QUESTO LINK.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.