Sblocca dati premium: Fino al 50% di sconto InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

3 titoli di intelligenza artificiale da seguire (oltre a Nvidia)

Pubblicato 01.06.2023, 10:21
MSFT
-
GOOGL
-
NVDA
-
MRVL
-
AVGO
-
WDAY
-
GOOG
-
PLTR
-
AI
-

Se i titoli ricevessero dei premi, Nvidia (NASDAQ:NVDA) sarebbe facilmente incoronata “titolo del mese” per il mese di maggio. Le azioni sono salite di circa il 45% a maggio, estendendo il rally su base annua a oltre il 170%.

Nvidia è diventata il nono titolo ad entrare nel club dei 1.000 miliardi di dollari dopo che la società ha offerto una previsione “cosmologica” per il trimestre in corso, grazie all’avvio delle vendite di intelligenza artificiale (IA). Finora i titoli a grande capitalizzazione come Microsoft (NASDAQ:MSFT), Alphabet (NASDAQ:GOOGL) e Nvidia sono i chiari vincitori della corsa all’intelligenza artificiale.

Anche altri produttori di chip come Marvell (NASDAQ:MRVL) e Broadcom (NASDAQ:AVGO) hanno messo a segno dei rialzi grazie alla crescente domanda di chip di fascia alta.

Qui di seguito diamo un’occhiata ad altri tre titoli che stanno beneficiando della frenesia dell’IA.

Palantir

Le azioni di Palantir Technologies Inc (NYSE:PLTR) sono salite fino al 90% a maggio dopo che la società di analisi dei big data ha dichiarato all’inizio del mese che la domanda per il suo nuovo prodotto di intelligenza artificiale (AI) è stata “senza precedenti”.

Palantir ha registrato il secondo trimestre consecutivo di utile GAAP positivo, mentre il fatturato hanno superato le stime degli analisti per il primo trimestre.

“Anche questo trimestre siamo stati redditizi... E ora prevediamo di rimanere in attivo ogni trimestre fino alla fine dell’anno”, ha scritto Alexander C. Karp, cofondatore e amministratore delegato di Palantir Technologies Inc. in una lettera agli azionisti.

La società ha registrato un utile operativo rettificato di 125,1 milioni di dollari e un Ebitda rettificato di 131,1 milioni di dollari. Il fatturato del trimestre è stato di 525 milioni di dollari, superando di gran lunga le previsioni di 506 milioni di dollari.

Gli investitori sono stati felici di sapere che Palantir ha fatto progressi sul fronte dell’intelligenza artificiale, anche se le metriche sottostanti continuano a dipingere un quadro contrastante. Le azioni sono state sostenute anche dall’aumento della guidance: Palantir vede ora i ricavi nell’intervallo 2,19-2,24 miliardi di dollari, rispetto alla precedente previsione di 2,18-2,23 miliardi di dollari.

L’utile operativo rettificato è visto a 531 milioni di dollari (a metà del range), una revisione al rialzo rispetto ai 506 milioni di dollari previsti in precedenza.

Per il trimestre in corso, Palantir prevede un utile operativo rettificato di 120 milioni di dollari su un fatturato di 530 milioni di dollari.

Sebbene le azioni siano state inizialmente favorite dall’aumento delle prospettive e dai commenti sull’intelligenza artificiale, il titolo ha guadagnato il 55% nelle ultime due settimane, grazie al rally alimentato dall’intelligenza artificiale di titoli come Nvidia, Microsoft, e Alphabet.

C3.ai

C3.ai Inc (NYSE:AI) è un altro titolo salito sul carrozzone dell’IA. Il titolo è salito di quasi il 150% a maggio, mentre gli investitori continuano ad aumentare rapidamente l’esposizione alle aziende legate all’IA.

Due settimane fa, la società di software per l’intelligenza artificiale ha comunicato i ricavi preliminari per il quarto trimestre fiscale, battendo le stime medie degli analisti. C3 ha dichiarato di aspettarsi un fatturato compreso tra 72,1 e 72,4 milioni di dollari, superiore ai 71,1 milioni previsti. La perdita operativa preliminare rettificata è prevista a 23,8 milioni di dollari.

“Il contesto generale per l’IA aziendale è più attivo di quanto non si sia mai visto dalla nascita dell’azienda e sembra essere in fase di accelerazione. L’interesse per l’applicazione dell’analisi predittiva ai processi aziendali non è mai stato così grande. Questo si è manifestato in un aumento significativo dell’attività di C3 AI”, ha dichiarato la società in un comunicato stampa.

Visti i risultati del quarto trimestre superiori alle attese, l’azienda di IA ha aumentato le previsioni per l’intero anno. Ora si aspetta che le vendite per le 52 settimane siano comprese tra 266,5 e 266,8 milioni di dollari, rispetto alla precedente previsione di 264-266 milioni di dollari.

Nel quarto trimestre dell’anno, C3.ai ha chiuso 43 operazioni, tra cui 19 operazioni pilota.

Le azioni della società di software per l’intelligenza artificiale hanno subito un brusco calo all’inizio di aprile, dopo che il venditore allo scoperto Kerrisdale Capital aveva denunciato “gravi problemi di contabilità e di divulgazione” presso lo sviluppatore di software aziendale.

Poche settimane dopo, C3.ai ha risposto affermando che il comitato di revisione contabile del suo consiglio di amministrazione ha completato un’indagine indipendente, dalla quale è emerso che “nessuna delle accuse o delle insinuazioni di illeciti” era “supportata dai fatti”.

L’azienda ha annunciato alla fine dell’anno scorso che si sottoporrà a una trasformazione aziendale e passerà a una nuova tariffazione basata sul consumo.

Workday

Sebbene non abbia registrato rialzi elevati come Palantir, C3.ai e Nvidia, Workday (NASDAQ:WDAY) è un titolo poco conosciuto che offre anche un’esposizione all’intelligenza artificiale. A maggio le azioni hanno registrato un rialzo del 12,3%, superando ancora la performance del mercato.

I prodotti principali di Workday sono alimentati dall’intelligenza artificiale e dall’apprendimento automatico (ML). L’azienda sviluppa applicazioni cloud aziendali per la finanza e le risorse umane.

“Questa settimana abbiamo incontrato Workday in occasione dell’Innovation Summit annuale dell’azienda e ne sono rimasto molto colpito. Non solo Workday ha una visione chiara e definitiva della sua strategia di prodotti di intelligenza artificiale, ma l’azienda sta anche entrando in uno dei cicli di prodotti più forti degli ultimi anni”, ha scritto Josh Bersin, fondatore di Bersin & Associates, in un post sul blog.

La scorsa settimana, le azioni di Workday sono salite dopo che la società di software cloud ha presentato dati sugli utili e sul fatturato superiori alle aspettative di Wall Street. Le vendite sono aumentate del 17,4% su base annua, raggiungendo 1,68 miliardi di dollari, mentre le entrate dagli abbonamenti sono salite del 20% a 1,53 miliardi di dollari.

Di conseguenza, Workday ha alzato il limite inferiore della sua guidance su fatturato dagli abbonamenti. Ora si aspetta un fatturato da abbonamento di circa 1,61 miliardi di dollari, con un aumento del 18% rispetto a un anno fa.

“Da quasi un decennio forniamo funzionalità di intelligenza artificiale e di ML e ci avviciniamo alla loro applicazione con una forte enfasi sull’aspetto umano-centrico, utilizzando queste funzionalità per rendere le persone e le organizzazioni più produttive, meglio informate e per aiutarle a ridurre i rischi aziendali. Rimaniamo impegnati nell’innovazione e nell’infondere IA e ML in tutto il nostro portafoglio prodotti”, ha dichiarato Aneel Bhusri, co-fondatore, co-CEO e presidente di Workday.

Sintesi

Il rally dei titoli tecnologici è proseguito dopo che Nvidia e Marvell hanno dichiarato di avere una domanda senza precedenti di prodotti di IA. Anche le azioni di altre società focalizzate sull’IA, come Palantir e C3.ai, hanno registrato forti rialzi, spingendo gli analisti di Wall Street a discutere della “Bolla IA”.

***

Nota: Shane Neagle è EIC di The Tokenist. Consulta la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale dei trend principali nel campo della finanza e della tecnologia.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.