Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

3 titoli tech minori da comprare, l’attenzione si sposta dalla Mega-cap

Pubblicato 23.04.2024, 10:26
US500
-
INTC
-
TLIT
-
NVDA
-
AMD
-
IXIC
-
TCEHY
-
SHOP
-
MAGS
-

Il panorama macro è cambiato radicalmente dopo il crollo del mercato azionario del marzo 2020. Le azioni dei Magnifici Sette sono diventati una copertura ibrida per la crescita dopo l’intervento senza precedenti della Fed per inondare l’economia di denaro, l’inflazione dilagante e il conseguente ciclo di rialzo.

Tenendo questi titoli, Roundhill Magnificent Seven ETF (NASDAQ:MAGS) ha registrato un rendimento del 10% su base annua, rispetto all’indice di mercato più ampio S&P 500 che ha registrato un rendimento del 5,2%. Tuttavia, gli inarrestabili guadagni delle Big Tech potrebbero finire quest’anno.

Secondo il report di UBS Global Research di lunedì, gli utili per azione dei titoli Big 6 Tech (esclusa TSLA) potrebbero scendere dal 42,2% previsto per quest’anno al 15,5% entro il primo trimestre del 2025. Il report sottolinea che questo non sarebbe dovuto alla rottura del pallone gonfiato dell’IA, ma a sarebbe legato a “comparti difficili e forze cicliche”.

Sul fronte positivo, il rapporto rileva che i titoli tecnologici trascurati potrebbero registrare un aumento dell’EPS dall’11,1% a quasi il 26% entro il primo trimestre del 2025. La domanda è: quali sono i titoli tecnologici da selezionare mentre il gruppo Big Tech si raffredda?

Advanced Micro Device

Rispetto a Nvidia (NASDAQ:NVDA), il titolo Advanced Micro Devices Inc (NASDAQ:AMD) ha guadagnato il 66% in un anno contro l’enorme incremento del 188% di NVDA. Su base annua, tuttavia, è chiaro che gli investitori hanno trascurato AMD, visto che il titolo ha reso rispettivamente l’1,8% e il 58%. Dal prezzo minimo delle 52 settimane di 81,02 dollari, le azioni di AMD sono ora al di sopra del 44%, a 146,64 dollari per azione.

Sebbene questo dato sia ancora impressionante, AMD non ha ancora capitalizzato il lancio dei propri chip AI. Contro l’H100 di Nvidia in termini di prestazioni ed economicità, il MI300 di AMD è destinato ad aumentare significativamente la quota di mercato dell’azienda, in quanto alimenta la fiorente infrastruttura AI.

Secondo l’analista Harsh V. Kumar di Piper Sandler, il rapporto prezzo-prestazioni dei nuovi chip potrebbe incrementare la quota di mercato di AMD fino al 30%. Storicamente, AMD ha seguito questa strategia, condividendo un duopolio per le GPU con Nvidia e un duopolio per le CPU con Intel (NASDAQ:INTC).

Tencent Holding

Per gli investitori fiduciosi che le tensioni tra Stati Uniti e Cina si attenueranno grazie all’interconnessione delle economie, Tencent Holdings Ltd ADR (OTC:TCEHY) offre una solida esposizione ai settori cinesi maturi dei giochi, dell’elaborazione dei pagamenti, dell’e-commerce, della logistica, del cloud computing e dei social media.

Per l’intero esercizio 2023, Tencent ha registrato un aumento dell’utile operativo del 34% su base annua e un aumento dell’utile attribuibile agli azionisti del 36% su base annua, con un fatturato totale di 86 miliardi di dollari. Si tratta di un aumento del 10% rispetto al 2022. Considerando che la Cina ha un mercato più ampio e che le partecipazioni di Tencent sono diffuse anche negli Stati Uniti, come Epic Games e Riot Games, si può affermare che TCEHY è un titolo blue chip in crescita.

Il prezzo minimo annuale di Tencent è di 34,51 dollari contro gli attuali 40,80 dollari per azione di TCEHY. L’obiettivo di prezzo del Wall Street Journal per il titolo TCEHY è di 52,49 dollari per azione, il che potrebbe offrire agli investitori un rendimento del 28,6% a dodici mesi. Al ribasso, la stima bassa del WSJ è di soli 36,82 dollari per azione.

Shopify Inc.

Dall’inizio dell’anno, questa società di e-commerce/fintech è in calo dell’8,5%, ma è ancora in crescita del 31% rispetto al suo minimo di 52 settimane di 45,50 dollari per azione. Rispetto a una massiccia perdita non realizzata di 3 miliardi di dollari nel 2022, Shopify Inc (NYSE:SHOP) ha risollevato le sue sorti con un guadagno non realizzato di 1,4 miliardi di dollari per il 2023.

Allo stesso modo, i ricavi annuali da abbonamento di Shopify sono cresciuti del 23% a 1,8 miliardi di dollari. Inoltre, il pioniere dell’e-commerce ha aumentato in modo significativo il flusso di cassa libero, passato da un valore negativo di 186 milioni di dollari l’anno precedente a 905 milioni di dollari. Per quanto riguarda le prospettive per il 2024, l’azienda prevede una crescita continua a due cifre, con un tasso percentuale basso di venti.

Il fatto che Shopify si basi sullo shopping online come modello di business principale e che si preveda che l’e-commerce cresca a un CAGR del 15,80% (2024-2029), pone Shopify su un solido percorso di rivalutazione. Secondo i dati aggregati del Nasdaq, l’obiettivo di prezzo medio di SHOP è di 82,07 dollari contro gli attuali 70,03 dollari per azione. La stima più bassa è vicina a questo calo annuale, a 63 dollari per azione.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra policy del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su The Tokenist. Consultate la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale delle principali tendenze in campo finanziario e tecnologico.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.