Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Aggiornamento su Bitcoin ed Etherum e metriche aggiornate

Pubblicato 29.01.2024, 09:24
Aggiornato 14.07.2023, 15:54

Situazione attuale e sviluppi futuri su Bitcoin ed Ethereum
Nel mio ultimo aggiornamento sul mercato delle cryptovalute, datato novembre ‘23 avevo dato come target nel breve termine ovvero per fine dicembre 2023 per Bitcoin i 47000 dollari, prezzo raggiunto a inizio gennaio ’24 addirittura rompendo questo livello con forza e portando il prezzo fino ai 49000 dollari.
Nel breve era un eccesso statistico come prezzo, infatti da quei 49000 dollari abbiamo assistito a molte prese di profitto comprensibili a livello sia fondamentale, ovvero nel rapporto tra domanda e offerta, sia a livello tecnico essendo un livello di resistenza statica di lungo corso.
Ma c’era l’euforia tra gli investitori in merito agli etf che dovevano essere approvati ma queste approvazioni che sono avvenute hanno dato seguito al detto comune sui mercati finanziari “compra sulle voci e vendi sulle notizie” e sembra che sia avvenuto proprio così su Bitcoin e non solo.
Questo dà la possibilità a chi non è un investitore e holder di lungo lunghissimo corso di poter rientrare a “sconto” potendo contare su un rischio rendimento a suo favore non indifferente.

Guardando non solo alla statistica ma anche a livello grafico e tecnico Bitcoin (BTC/USD) secondo me non ha esaurito la sua fase di prese di profitto in vista anche dell’halving di questa primavera che dovrebbe essere il giorno 11 aprile; quindi consiglierei a chi volesse entrare o rientrare su Bitcoin per detenere la cryptovaluta a lungo termine di attendere dei prezzi ancora migliori di quelli attuali ovvero nella fascia tra 31000 e 32500 dollari mentre per chi opera anche sui derivati può speculare al ribasso shortando ad ogni rimbalzo tecnico fino alle aree di approdo citate qui sopra. Area di rimbalzo dalle quali shortare si trovano a 43000, 43500 e 44500 dollari.
Un’altra fascia importante per accumulare ulteriori posizioni al rialzo se non dovesse tenere la fascia citata qui sopra in chiusura daily o weekly, si trova nell’area tra i 28000 e i 30000 dollari; quindi ci sono due aree molto importanti dove poter attendere prima di riprendere con la fase ciclica rialzista che come avevo già anticipato negli ultimi articoli sul mercato crypto è già iniziata ad ottobre dello scorso anno.

Lo stesso ragionamento vale anche per Ethereum (ETH/USD) dove per chi volesse acquistare o riacquistare a prezzi a sconto l’area tra i 2000 e i 2100 dollari circa potrebbe essere una buona base per accumulare posizioni per il lungo periodo, potendo shortare con i derivati ad ogni rimbalzo tecnico fino all’area citata. Area da dove poter shortare si trova tra i 2300 e i 2350 dollari e successiva 2400 dollari. Ulteriore fascia supportiva dove poter accumulare maggiormente posizioni per il lungo periodo se non dovesse tenere in chiusura daily o weekly la fascia di prezzo scritta qui sopra, è l’area tra i 1880 e i 1950 dollari.
Adesso qualche metrica di riferimento:

Nel 2023 i rialzi sono stati lo scaling, le altcoin legate a progetti orientati ad aumentare lo scaling di certe blockchain, il gaming e lo staking ovvero altcoin che danno forti rendimenti in staking. Poi le altcoin hanno annullato il rialzo poco prima dell'approvazione dell'Etf, ma ora stanno riprendendo quota, così facendo molti capitali venduti in bitcoin sono stati spostati nelle altcoin.

La quantità di ETH detenuta nelle piattaforme di trading centralizzate sta crollando portandoli dal 21% al 12% e questo causa meno possibilità di acquistare ETH facilmente.

Dati sul flusso degli ETF Bitcoin Spot fino al 26 gennaio.

Dalla metà di ottobre, le performance del mercato sono state stellari, alimentate dalle speculazioni sugli ETF e dalle rotazioni dei capitali. Capitalizzazione di mercato Bitcoin: +68,8%; Capitalizzazione di mercato Altcoin: +68,9%; Capitalizzazione di mercato di Ethereum: +51,6%

Secondo gli ultimi dati di Glassnode, il numero di indirizzi che detengono almeno 1.000 BTC ha superato i 1.510. Questa cifra rappresenta il livello più alto della statistica in più di 15 mesi (da agosto 2022).

Questa tendenza al ribasso sembra essersi invertita nel breve termine, con l’IV più che triplicato dal minimo di circa il 30% di ottobre, fino a oltre il 97% la scorsa settimana. Con i prodotti ETF spot che aprono nuove porte sia al capitale istituzionale che a quello al dettaglio, è probabile che anche il profilo di volatilità di Bitcoin inizierà ad evolversi.

La capitalizzazione di mercato e il saldo complessivo delle stablecoin sugli scambi continuano ad aumentare. Storicamente questo è stato un segnale rialzista.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.