Ricevi uno sconto del 40%
💰 Buffett rivela una partecipazione di 6,7 miliardi di dollari in Chubb.
Copia GRATIS l'intero portafoglio con lo strumento Stock Ideas di InvestingPro
Copia portafoglio

Il calo di 800 punti del Dow fa scendere il rischio per il forex

Pubblicato 04.09.2020, 09:38
Aggiornato 09.07.2023, 12:31
EUR/USD
-
USD/JPY
-
USD/CHF
-
AUD/USD
-
USD/CAD
-
NZD/USD
-

Rassegna giornaliera sul mercato forex, 3 settembre 2020

Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management

A meno di 24 ore dal rilascio dei dati sull’occupazione USA, è arrivato il momento che gli investitori inizino a prendere profitti sulle loro posizioni tirate all’eccesso. La fragile ripresa USA non è riuscita  a giustificare le esaltanti valutazioni dei mercati, e ora gli investitori temono che con il rallentamento del settore dei servizi, i dati sull’occupazione non agricola possano deludere le attese. Se il mercato del lavoro è debole, anche l’economia sarà debole, di conseguenza le azioni dovrebbero scendere, non salire. La correzione di oggi ha portato ad una generale avversione al rischio verso le valute. Il dollaro USA è sceso contro yen e franco svizzero, ma è salito contro tutte le valute ad alto beta, ad eccezione dell’euro

I dati sull’occupazione non agricola (NFP) solitamente muovono molto il mercato, ma negli ultimi mesi l’impatto sulle valute è stato limitato per una serie di motivi: gli investitori hanno previsto un dato più debole, hanno previsto una ripresa oppure si sono concentrati sulla ripresa futura. Questo mese potremmo assistere ad una maggiore reazione visto il disallineamento tra le aspettative dei mercati e gli altri dati, senza dimenticare i timori sull’economia in generale. Nonostante il miglioramento dei dati sull’occupazione di oggi sia leggermente fuorviante a causa delle correzioni stagionali legati alla pandemia, ci sono più argomenti a favore di un report positivo sull’occupazione non agricola questo mese rispetto a uno negativo.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Tra luglio e agosto l’occupazione non agricola è raddoppiata negli USA, di conseguenza nel settore dei servizi e in quello manifatturiero l’occupazione è scesa di meno, le richieste di sussidio sono scese e così anche i licenziamenti. Il dato sulla fiducia è stato misto, ma non ci sorprende visto l’aumento di casi di luglio e agosto. Gli economisti si aspettano una crescita occupazionale a 1,35 milioni da 1,76 milioni. Il tasso di disoccupazione dovrebbe migliorare ma la retribuzione oraria media potrebbe restare ferma. Prevediamo una maggiore reazione a dati deboli piuttosto che a dati forti. Il sentimento dei mercati comincia a cambiare, le previsioni per l’economia sono incerte e se il dato deluderà le attese gli investitori temeranno che in autunno saranno ancora peggiori. Un dato positivo invece potrebbe non aiutare il dollaro o le azioni se sono viste con scetticismo.

Argomenti a favore di un report positivo sull’occupazione non agricola

1. ADP riporta una variazione di 428.000 contro la lettura precedente di 212.000
2. Challenger riporta un aumento dei licenziamenti del 116,5%, dal precedente aumento del 576,1%
3. L’indiceISM non-manifatturiero è salito a 47,9 da 42,1
4. L’indice ISM manifatturiero è salito a 46,4 da 44,3
5. La media di 4 settimane delle richieste di sussidio è scesa a 991.000 da 1,39 milioni
6. Le richieste continue sono scese a 13,25 milioni da 15,48 milioni
7. L’indice sulla fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan è salito

Argomenti a favore di un report negativo sull’occupazione non agricola

1. Brusco calo nell’indice della fiducia dei consumatori

Sono attesi anche i dati sul mercato del lavoro canadese. Il dati canadesi saranno positivi e quelli USA saranno negativi, il cambio USD/CAD potrebbe riprendere a scendere velocemente. Mentre un report positivo negli USA potrebbe spingere il cambio USD/CAD e far scendere AUD/USD, NZD/USD.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Ultimi commenti

io credo che mai nella storia del mondo, vi sia stata una discrepanza tanto ampia tra realtà economica, e fantasia finanziaria; in questo i dati servono solo a "giustificare" le tendenze insite nella fantasia finanziaria. Il mercanti di finanza USA rispondono solo ad una esigenza: impiegare in modo fruttuoso l'ingente liquidità messa in campo dalla FED.. e con un mercato bond a zero, scaricano tutto si pochi titoli.. visto che moltissimi settori e moltissimi titoli sono rimasti al palo. Io ho una fortuna: sono vaccinato al virus dell'effetto gregge.. e so fare una precisa, determinante distinzione netta tra l'economia e la finanza. Spingere alcuni titoli a rialzi economicamente inconcepibili significa un azzardo spaventoso: nessuno stato dell'economia a maggior ragione quello indeterminato in cui viviamo, può convalidare quelle quotazioni. Ma sopratutto cosa succederà ai titoli rimasti al palo quando il mercato tornerà a scendere nei pochi titoli spinti a livelli mostruosi? Io osservo
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.