Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

FTSE MIB, analisi titoli del 1 ottobre

Pubblicato 01.10.2018, 12:00
Aggiornato 09.07.2023, 12:32

Il FTSE MIB disegna una Long Black che rimangia nel giro di poche ore buona parte del rialzo faticosamente raggranellato nel corso del mese.

Settembre si chiude in positivo (+2.18%) ma il bilancio dei primi 9 mesi dell’anno rimane in rosso: -5.22%.

A pesare sono i ribassi di : Atlantia (MI:ATL) -32,1% Telecom Italia (MI:TLIT) -27,41% Prysmian (MI:PRY) -23,69% Recordati (MI:RECI) -21,32% Intesa (MI:ISP) -20.54%. Brillano invece: Moncler (MI:MONC) +42,25%, Saipem (MI:SPMI) +39,46%, Ferrari (MI:RACE) +35,62%, Finecobank (MI:FBK) +34,92% e Eni (MI:ENI) 17,99%

Considerando il tono sprezzante verso i mercati d voci autorevoli del governo e soprattutto i massicci ordini di vendita visti nell’asta di chiusura di venerdì in particolare su alcuni titoli bancari (Bpm (MI:PMII). Intesa Sanpaolo SpA (MI:ISP)ecc) non è escluso che l’ondata di panic selling sia esaurita! Possibile che gli acquirenti tentino una reazione sull’eventuale test del supporto in area 20.300 punti.

.

Nel grafico sono indicati i 10 Investitori che stanno scommettendo più massicciamente sul Ribasso dei titoli italiani e dunque si sta arricchendo sul CROLLO di PIAZZA AFFARI.

.

Analizzando le Performance settimanali dei 5 titoli più Shortati dagli investitori istituzionali, viene in mente una vecchia frase di GIULIO ANDREOTTI “A pensare male di fa peccato, ma si ha spesso ragione!” Azimut (MI:AZMT) -6.2%, Banco Bpm SpA (MI:BAMI) -8.45%, Bper Banca SpA (MI:EMII) -6.19%, Ubi (MI:UBI) -8.18% e Astaldi (MI:AST) -38.37%

.

Operativamente la nostra strategia prudente (abbiamo il 100% della liquidità in portafoglio) ci ha consentito di schivare il ribasso di venerdì, che temevamo in quanto era quasi inevitabile che le promesse elettorali dovessero essere almeno in parte rispettate nel primo DEF.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

Saipem SpA (MI:SPMI) si conferma la Blue chips con maggior forza relativa (+10.81% negli ultimi 5 giorni)! Il titolo regge nonostante il Sell off: il superamento di area 5.34€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

.

Interessante inversione della forza relativa per LUXOTTICA (MI:LUX) che archivia la miglior settimana delle ultime 15. Una chiusura superiore ai 59€ confermerà il segnale rialzista.

.

Intesa Sanpaolo SpA (MI:ISP) viene ancora una volta presa di mira dai ribassisti! Il titolo nonostante presenti un eccellente rapporto Dividend/Yeld è il fra i bancari più penalizzati da inizio anno (-20.54%) e nell’ultima settimana (-10.11%). Monitoriamo il supporto in area 2.15€, livello su cui è possibile assistere a una reazione degli acquirenti.

.

Le 12 Azioni italiane Migliori secondo il nostro Recommendation Index, sono quelle indicate nella tabella:

.

doBank SPA (MI:DOB) mostra interessanti segnali di reazione dopo aver toccato il minimo assoluto a 8.655€. Monitoriamo attentamente il titolo in attesa di un segnale di conferma.

.

Rimane nel “mirino” Reply SpA (MI:REY) che consolida sotto la resistenza chiave passante a 60€. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.