Ultime Notizie
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Long&Short: Inizia il 2022 tra finti falchi e le paure per Omicron

Da Investing.com (Calogero Selvaggio/Investing.com)Panoramica mercato03.01.2022 09:23
it.investing.com/analysis/longshort-inizia-il-2022-tra-finti-falchi-e-le-paure-per-omicron-200450385
Long&Short: Inizia il 2022 tra finti falchi e le paure per Omicron
Da Investing.com (Calogero Selvaggio/Investing.com)   |  03.01.2022 09:23
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 


A partire da Novembre, analisi dopo analisi condivisibili o meno, stiamo cercando di visionare sempre più dati e grafici a nostra disposizione per riuscire a far chiarezza sullo stato attuale dell'economia e dei mercati che negli ultimi tempi, sembrano non andare nella stessa direzione. Questo non vuol dire, come ho chiarito più volte, che i mercati avranno "sicuramente" uno storno nell'immediato (la verità assoluta non esiste, come affermava il relativismo) ma ciò è necessario per mostrare che rispetto al passato la "forza" dei mercati innanzi alle notizie e a determinati dati è cambiata e ci ritroviamo quindi ad aver a che fare con maggiore imprevedibilità. Di conseguenza in mancanza di "segnali" evidenti, giustamente, abbiamo una percezione diversa della realtà.

Le protagoniste assolute, di cui abbiamo parlato spesso, sono le Banche Centrali travestite da "finti" falchi e il Covid con varianti annesse.

Proprio di quest'ultimo, spesso citato, non si dovrebbe considerare sotto il punto di vista sintomatologico (a quanto pare Omicron ha sintomi molto più lievi delle precedenti) ma per i suoi effetti sull'economia per via della sua trasmissibilità che sta costringendo a casa milioni di lavoratori creando una serie di problematiche alle aziende, ai migliaia di voli cancellati e alla chiusura di negozi e uffici.

Questa volta facciamo nostare che, nonostante gli interventi monetari e fiscali delle Banche ancora in atto, all'interno dell'indice Russell oltre il 60% delle società non fa utili (inoltre il 25% delle aziende Usa non riesce a sostenere gli oneri finanziari).

% russell 3000 growth stocks with negative earning
% russell 3000 growth stocks with negative earning


Guadagnare su aziende in perdita è un input da prendere in considerazione come squilibrio e instabilità finanziaria? 

Questo è evidente soprattutto con il fenomeno SPAC, certo, ma nel grafico possiamo vedere lo stesso "fenomeno" nelle aziende ormai "consolidate". Abbiamo detto che il 60% dei titoli Growth nell'indice Russell 3000 è in perdita, e questo era vero anche prima della "recessione" causata del Covid. Eppure queste stesse aziende hanno generato "enormi" ritorni nel movimento dei prezzi (sovraperformando i Value negli ultimi anni). Le aziende hanno raccolto circa 12 trilioni di dollari nel 2021 vendendo azioni, emettendo debito, con nuovi prestiti e spingendo così molti mercati globali al rialzo.

L'indice è cresciuto dell'84% cumulativamente quindi gli investitori stanno facendo "profitti" su società che non generano "soldi", anzi. Abbiamo assistito allo stesso comportamento "speculativo", nel 2001 e nella bolla speculativa del 2008, quando il profilo di rischio degli investitori non era diverso da quello attuale. Sintomo di un'economia sana o semplicemente di un QE impazzito.

La domanda sorge spontanea: Abbiamo realmente capito cosa vogliono le Banche centrali?

Il rendimento dei Treasury, nello specifico quelli Usa, si è mosso moderatamente quest'anno come se la politica monetaria fosse rimasta invariata da inizio anno. Quindi senza lo scenario inflazionistico che si avvicina al 7% negli Usa e in Europa che è arrivato a raddoppiare il suo target, senza la marcia indietro delle Banche che hanno cambiato il loro QE e senza i 3 rialzi dei tassi previsti nel 2022.

Inoltre, se ben ricordiamo, hanno da sempre "sperato" in un ritorno dell'inflazione rispetto alla deflazione e quindi questa situazione potrebbe far comodo. Da molti viene vista transitoria, prodotta della forte domanda di beni e andrà scemando durante questo nuovo anno, invece potrebbe essere strutturale ma è difficile da comparare con altri casi storici per via delle circostanze, quindi attenzione a non sottovalutarla perchè da questa è scaturita la crisi della supply-chain.

La politica monetaria degli ultimi anni si è concentrata "troppo" sulla sostenibilità del debito pubblico pur non essendo un loro obiettivo, e la grande liquidità sta continuando a creare inflazione che "strozza" l'economia reale. Attualmente questo ha richiesto la dimunuzione di liquidità che conseguentemente potrebbe causare parecchi problemi?

Di fondo, nel corso del 2021, lo "scetticismo" per le notizie ha guidato i mercati al rialzo e solo dopo un momento di "euforia" ci sono stati dei ribassi.

Inoltre va menzionato il mancato "protagonista" del 2021, l'Oro. Considerato un safe heaven non è salito molto in situazioni di risk-off. Ciò è conseguente all'indebolimento della correlazione tra titoli di stato e azionario, che negli ultimi decenni è stata negativa. Portava i tassi a scendere e di conseguenza al rialzo dell'Oro.

us10y-Gold
us10y-Gold


L'Oro sembra essere meno reattivo alle situazioni risk-off. I "venti contrari" sono dovuti anche al dollaro più forte e ai flussi spostati sulle cripovalute, infatti l'allocazione negli asset digitali da parte degli istituzionali è aumentata nell'ultimo anno. Ma va detto che la "tesi" di riserva di valore risulta incompatibile per l'elevata volatilità. Oro e Bitcoin, nello specifico, non giocano nello stesso "campionato".

Detto ciò, le valutazioni causate dalla forte liquidità globale potrebbero far dedurre agli investitori che il recente comportamento del mercato rimarrà invariato e che l'eccessivo "scetticismo", di cui abbiamo parlato prima, persista come conseguenza delle speculazioni e della poca chiarezza che ci circonda.

In questo caso possiamo notare, dal grafico qui sotto, come le industrie delle risorse naturali sono una parte "fondamentale" del mercato che resta attualmente "sottovalutata". Infatti, nel momento in cui potrebbero esserci ribassi dei titoli azionari (es. tecnologici) ci sarà probabilmente un forte rialzo dei metalli preziosi e delle aziende legate ad essi.

Growth Stocks vs Gold Miners
Growth Stocks vs Gold Miners



Arriverà il momento di liquidare azioni sopravvalutate?

A confermare questa ipotesi è il rapporto tra materie prime e azionario, nel grafico sotto, che risulta a livelli molto bassi come nei primi anni '70 e gli anni 2000. Sarà necessario inziare a fare delle valutazioni per posizionarsi sulle risorse naturali? Visioniamo il grafico qui sotto.

forza relativa alla materie prime e azionario
forza relativa alla materie prime e azionario


Infine in questo 2022 potremmo inziare a valutare, oltre all'oro e all'argento, anche investimenti in metalli industriali come rame, nichel, litio, cobalto senza dimenticarci della crescente domanda del Platino e del palladio?

Infatti a partire dal 2021 la quantità di produzione necessaria per raggiungere le zero emessioni nel 2050 sarà "enorme". Facendo un esempio, le auto avranno bisogno cinque volte di più di questi metalli rispetto alle auto tradizionali. Ne abbiamo parlato anche in precedenza e secondo i dati del World semiconductor trade statistics, dopo una crescita del 6,8% nel 2020, il mercato mondiale dei semiconduttori ha raggiunto i 551 miliardi di dollari nel 2021 che rappresenta un tasso di crescita del 25,1% e per il 2022 si prevede una crescita del 10,1% a 606 miliardi di dollari.

DJ Stoxx 600 Auto&Parts-platinum
DJ Stoxx 600 Auto&Parts-platinum


Questo scenario rialzista potrebbe anticipare un mega trend per queste commodities?


"Quest'articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all'investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l'acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico dell'investitore".

Long&Short: Inizia il 2022 tra finti falchi e le paure per Omicron
 

Articoli Correlati

Giacomo Saver
S&P 500: Una proiezione ribassista Da Giacomo Saver - 19.05.2022 7

Il seguente articolo esprime unicamente la mia opinione in merito ad uno dei possibili scenari a cui mercati possono andare incontro. L’analisi rappresenta solo un’idea...

Long&Short: Inizia il 2022 tra finti falchi e le paure per Omicron

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (20)
Vincent Pt
Vincent Pt 05.01.2022 13:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Perché non si parla del vaccino covaxin e la Fda ha sospeso l’eventuale approvazione????
Emanuele Paris
Bigmème 03.01.2022 22:25
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
ottimo articolo ed ottime argomentazioni
Fiorenzo Fiore
Fiorenzo Fiore 03.01.2022 18:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
L'inasprimento delle politiche non porterà più volatilità per le materie prime?
Emanuele Paris
Bigmème 03.01.2022 18:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
non direttamente; se l'inasprimento monetario riuscisse a raffreddare la domanda, e da qui l'economia, riportando il sistema in un punto di equilibrio più sostenibile benchè sempre dinamico, ovviamente l'inflazione si riassorbirebbe, la domanda di materia prime (sopratutto per scopi produttivi) diminuirebbe e per questa via il prezzo scenderebbe! Il termine volatilità da lei adoperato non è un termine economico ma prettamente finanziario. La chiave economica è quella scritta; la chiave finanziaria dipende dalla domanda ed offerta drogata dalla finanza e dalla loro domanda ed offerta su carta
Marco kaiser
Marco kaiser 03.01.2022 18:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Emanuele Paris Sottointendi che "le masse" si adeguino a peggiorare il proprio sistema di vita. Altrimenti non c'è modo di "abbattere la domanda". Ora, come convinci tutto il globo terracqueo a iniziare una fase di rinuncia dei beni se psicologicamente sentono di aver sacrificato troppo con il covid? Guardando i dati economici, le masse stanno spendendo compulsivamente, un boom economico vero e proprio. Capisco che sei per la deflazione ma non credo che ci scamperemo da un periodo di forte inflazione.
Emanuele Paris
Bigmème 03.01.2022 18:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Marco kaiser  beh, un aumento del saggio di interesse, ed in generale  un inasprimento della politica economica fa venir meno la componente investimenti, e da qui la diminuzione della domanda aggregata; mettici la perdita di lavoro di molte persone, e la domanda si raffredda di conseguenza: quando non hai soldi da spendere se non per mangiare, adeguarsi viene da se. Un economista non è per l'inflazione ne per la deflazione ci mancherebbe: io sono per l'equilibrio, quell'equilibrio che prevedere un'inflazione in media del 2%. Non è un caso se tutte le bance centrali in Inflation targeting abbiano come target il 2%. Un inglazione che viaggia con un tendenziale dell'8% non si riassorbe per miracolo se non raffreddi la domanda aggregata.
Francesco Sani
Francesco Sani 03.01.2022 16:02
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Nel corso del tempo, è perfettamente normale che l'importo nominale del debito a margine in essere salga. Ma dal minimo di marzo 2020, l'ammontare del debito a margine in essere è arrivato vicino al raddoppio, e ora si trova a quasi $ 919 miliardi!
Marco Dess
Marco Dess 03.01.2022 16:02
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Il debito è aumentato del 60% quanto potrà reggere? ricordo che questo è successo per le dotcom, crisi finanziaria e a marzo 2020......
Davide High
Davide High 03.01.2022 13:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
L’anno per le azioni Usa sembra ancora migliore confrontato con il resto del mondo. L'indice S&P 500 è salito del 25% rispetto a un guadagno del 3% dell'MSCI All-Country World ex-U.S. Questo divario è destinato ad essere il più ampio dal 1997. In parte a causa della lunga striscia vincente, sarà fondamentale favorire le azioni internazionali il prossimo anno?
Marco kaiser
Marco kaiser 03.01.2022 13:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Pensi che gli USA entreranno in una fortissima recessione? Pensi che nel 2022 arriveranno competitor titani in grado di scalzare le FAANG+M dai loro primati assoluti? Non sono le azioni di  "L'officina di Jhonny" ad esser state comprate ma azioni di multinazionali leader mondiali.
Davide High
Davide High 03.01.2022 13:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Marco kaiser si potrebbe dare più spazio alle altre, e rimanere investiti anche nelle Big … secondo te continueranno a far bene come in questi anni ?
Luigi Ali
Luigi Ali 03.01.2022 13:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Sarà molto eccitante vedere quali nuove tecnologie emergeranno e contribuiranno a ridurre il bisogno di materiali. Nuova tecnologia delle batterie, l'aumento della potenza di fusione, ecc….Spero che la gente capisca che per andare allo zero netto abbiamo prima bisogno di un enorme cambiamento nell'industrializzazione, che equivale a una produzione di CO2 ancora maggiore inizialmente.
Marco kaiser
Marco kaiser 03.01.2022 13:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Semmai c'è da chiedersi : "Cosa faranno i miliardi di abitanti del secondo mondo? Rinunceranno a volersi avvicinare al consumismo opulente del blocco capitalista?". Personalmente dubito molto che questi accettino l'idea di non potersi occidentalizzare per "risparmiare risorse".. Idem per la CO2 : Produrranno di più, consumeranno molta più energia e prodotti poco durevoli. Batterie batterie batterie.. Qui ancora devo capire dove pensiamo di trovare tutte ste terre rare ed il litio per farle 30-40 miliardi di batterie..
Lorenzo Ghiselli
Lorenzo Ghiselli 03.01.2022 13:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ma dai su, chissenefrega dell'ambiente.. bisogna spingere i popoli a cambiare tutto quello che hanno, altrimenti non si lavora più. W il consumismo!
Luigi Ali
Luigi Ali 03.01.2022 13:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Lorenzo Ghiselli anche in questa situazione ci sarà da giadagnare, la trasformeranno in un’occasione
Aldo Nik
Aldo Nik 03.01.2022 12:31
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
C’è da dire che vorrebbero dare soldi per far vaccinare i no-vax … vediamo chi rifiuta poi
Marco kaiser
Marco kaiser 03.01.2022 12:31
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Diventeremmo un pianeta di No-Vax in attesa del sussidio pubblico.. Certo che se offrono 20-50€ la vedo dura convincere chi è disposto a pagare 15€ ad ogni uscita, per non doversi vaccinare.
Aldo Nik
Aldo Nik 03.01.2022 12:31
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Marco kaiser a quanto pare sono 500€ … ma per me è qualcosa di ridicolo
Carlo Fedele
Carlo Fedele 03.01.2022 12:25
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Un bel collasso così ci riposizioniamo a tutto tondo
Andrea Colombo
Andrea Colombo 03.01.2022 12:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
"Ci ritroviamo quindi ad aver a che fare con maggiore imprevedibilità..." Chissà se esiste nella storia un articolo che dice che l'imprevedibilità é minore rispetto al passato
Carlo Fedele
Carlo Fedele 03.01.2022 12:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
La situazione che stiamo vivendo è surreale e di conseguenza anche i mercati
Andrea Colombo
Andrea Colombo 03.01.2022 12:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
questo commento vale sempre, inoltre bel 2022 non mi sembra piú surreale del 2020 o sel 2021. infatti non esiste nessuno che scrive che la situazione é piú prevedibile del passato. Da qui la mia perplessità sul taglio dell'articolo
Matteo Razzi
Matteo Razzi 03.01.2022 12:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Andrea Colombo la situazione a me sembra più preveibile di qualsiasi altro anno da te citato… proprio perché c’è la sicurezza che tu mostri.
Matteo Razzi
Matteo Razzi 03.01.2022 12:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Imprevedibile*
Carlo Gai
Carlo Gai 03.01.2022 11:55
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Troppo debito pubblico ma i tempi non sono paragonabili al passato, vedi Tesla come vola. la finanza è cambiata?
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email