Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Un titolo da comprare e uno da vendere questa settimana: MongoDB, Nio

Pubblicato 04.12.2023, 12:30
NDX
-
BMWG
-
TSLA
-
VOWG_p
-
XLK
-
002594
-
MDB
-
NIO
-
LI
-
XPEV
-
  • Questa settimana, riflettori su report occupazione USA e ultima raffica di trimestrali del Q3.
  • MongoDB è un buy, attesi risultati e previsioni positivi.
  • Nio è un sell, in vista di profitti e previsioni deludenti.
  • Siete alla ricerca di altre idee di trading per navigare nell’attuale volatilità del mercato? I membri di InvestingPro ricevono idee e indicazioni esclusive per navigare in qualsiasi clima. Per saperne di più »
  • Indipendentemente dalla direzione che prenderà il mercato la prossima settimana, qui di seguito evidenzio un titolo che probabilmente sarà richiesto e un altro che potrebbe subire un nuovo ribasso. Ricordate però che il mio orizzonte temporale è solo per questa settimana, da lunedì 4 a venerdì 8 dicembre.

    Titolo da comprare: MongoDB

    Dopo aver chiuso ad un nuovo massimo di 52 settimane venerdì, mi aspetto un’altra forte performance per MongoDB (NASDAQ:MDB) questa settimana, con la trimestrale che dovrebbe battere facilmente le stime grazie ai trend della domanda favorevoli.

    L’ultimo report sui risultati di MongoDB è atteso dopo la chiusura dei mercati statunitensi di martedì e dovrebbe battere ancora una volta le aspettative, grazie alla forte domanda per la sua offerta di database open-source su cloud.

    I partecipanti dei mercati si aspettano una forte oscillazione delle azioni MDB dopo il dato, secondo il mercato delle opzioni, con una possibile mossa implicita di circa il 12% in qualunque direzione. Le azioni sono salite del 4,6% dopo l’ultimo report della compagnia, il 31 agosto.

    Non sorprende che un sondaggio di InvestingPro sulle revisioni degli utili degli analisti riveli un crescente ottimismo in vista del dato del Q3 di MongoDB. Tutti e 16 gli analisti che coprono il titolo hanno alzato le stime sui profitti negli ultimi tre mesi, rispetto a zero revisioni al ribasso. Intanto, 30 analisti su 32 sentiti da Investing.com attualmente hanno un rating equivalente a ‘buy’ o ‘hold’ sul titolo. MongoDB Earnings Estimates

    Le previsioni indicano che la compagnia di cloud database-as-a-service (DBaaS), che fornisce una piattaforma open-source per aziende e sviluppatori, riporterà utili per azione rivisti di 0,50 dollari, più del doppio rispetto agli EPS di 0,23 dollari di un anno fa.

    Il fatturato dovrebbe balzare del 21,1% su base annua a 404 milioni di dollari, grazie alla forte domanda aziendale per la sua piattaforma “Atlas”.

    MongoDB ha battuto le stime di Wall Street su profitti e vendite ogni trimestre dal debutto in borsa nell’ottobre 2017.

    Guardando al futuro, credo che le previsioni sull’intero anno fiscale della compagnia saranno sopra le attese, in quanto ben posizionata per prosperare, mentre l’economia si digitalizza sempre di più. MongoDB Daily Chart

    Il titolo MDB ha chiuso la seduta di venerdì a 435,23 dollari, il massimo dal 13 aprile 2022. Le azioni sono schizzate del 121,1% sull’anno in corso, rispecchiando i suoi forti fondamentali e le robuste prospettive di crescita sul lungo termine.

    Alla valutazione attuale, MongoDB ha una market cap di 31 miliardi di dollari.

    Titolo da vendere: Nio

    Mi aspetto che Nio (NYSE:NIO) viva una settimana difficile, con un possibile breakdown a nuovi minimi all’orizzonte: il produttore cinese di veicoli elettrici, in difficoltà, pubblicherà utili deludenti, secondo me, e darà previsioni deboli a causa dell’impatto negativo di vari fattori.

    Nio pubblicherà il report del terzo trimestre prima della campanella di apertura di martedì e i risultati dovrebbero risentire del rallentamento della crescita delle vendite a causa del clima economico difficile.

    In base al mercato delle opzioni, i trader mettono in conto una forte oscillazione di circa l’11% in qualunque direzione per il titolo NIO dopo il report. Le azioni sono scese di circa il 3% dopo il report del Q2 di fine agosto.

    In base ad un sondaggio di InvestingPro, gli analisti hanno tagliato le stime sugli EPS tre volte negli ultimi 90 giorni, rispetto a zero revisioni al rialzo, rispecchiando un crollo di oltre il 200% rispetto alle stime iniziali sui profitti. Nio Earnings Estimates

    Nio dovrebbe perdere 0,38 dollari ad azione nel terzo trimestre, un peggioramento rispetto ai -0,30 dollari di un anno fa, mentre spende considerevolmente per combattere la concorrenza di rivali come BYD (SZ:002594), Li Auto (NASDAQ:LI), Xpeng (NYSE:XPEV), ma anche Tesla (NASDAQ:TSLA), Volkswagen (ETR:VOWG_p) e BMW (ETR:BMWG). Il fatturato dovrebbe salire del 49,2% all’anno a 2,74 miliardi di dollari.

    Nio ha deluso le stime di Wall Street per cinque trimestri di fila, per il peggioramento del mercato degli EV.

    E questo mi spinge a credere che ci sia il crescente rischio che Nio possa tagliare le sue previsioni sulle vendite e sulle consegne per il resto dell’anno, nei timori per redditività, crescita e flusso di cassa libero. Nio Daily Chart

    Il titolo NIO è sceso al minimo di 7,01 dollari venerdì, non lontano dal minimo dal giugno 2020, prima di riprendersi e chiudere la giornata a 7,15 dollari. Alla valutazione attuale, Nio ha una market cap di 12,7 miliardi di dollari.

    Quando manca meno di un mese per la fine del 2023, le azioni sono crollate del 26,6% sull’anno in corso. Dato ancor più allarmante, NIO resta circa il 90% al di sotto del massimo storico del gennaio 2021 di 66,99 dollari, a causa dell’aggressivo reset delle valutazioni nell’intero settore EV.

    Per essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze del mercato e sulle sue conseguenze per le vostre decisioni di trading, consultate InvestingPro.

    Nota dell’autore: Al momento della scrittura, sono long sull’S&P 500 e sul Nasdaq 100 tramite lo SPDR S&P 500 ETF (SPY) e l’Invesco QQQ Trust ETF (QQQ). Sono anche long sul Technology Select Sector SPDR ETF (NYSE:XLK). Ribilancio regolarmente il mio portafoglio di singoli titoli ed ETF sulla base di una costante valutazione del rischio sia del contesto macroeconomico che dei risultati finanziari delle società. Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell’autore e non devono essere considerate come consigli di investimento.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.