Ultime Notizie
Investing Pro 0
🚨 Il nostro dato Pro rivela il vero vincitore della stagione degli utili Accedi ai dati

Oro e Petrolio - analisi e prospettive settimanali

Materie prime 05.12.2022 07:42
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters
 
Gold
-2,75%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
CL
-3,49%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
EUR/USD
-1,05%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

Di Barani Krishnan

Investing.com -- Qualunque sia l'aggiornamento della politica di produzione dell'OPEC+ annunciato oggi dal ministro dell'Energia saudita Abdulaziz bin Salman, a decidere le sorti del petrolio a fine anno potrebbe essere l'uomo il cui Paese consuma la maggior parte della materia prima: La Cina di Xi Jinping.

Dopo un inasprimento dopo l'altro della sua politica Zero-COVID da ottobre, il presidente cinese è stato costretto ad allentare alcuni dei portelloni delle serrate nelle principali città cinesi in mezzo a diffuse e rare proteste pubbliche.

La reazione del mercato petrolifero alla ritirata dell'amministrazione Xi non si è fatta attendere. I prezzi del greggio si sono impennati nell'ultima settimana con la stessa urgenza con cui erano crollati all'inizio di novembre, poiché gli operatori hanno rapidamente elaborato i calcoli della mobilità e della domanda di energia che è tornata nelle comunità che erano state soppresse per mesi.

Tuttavia, il rimbalzo si è rivelato modesto e fugace. Dopo quattro giorni di rialzo, il mercato è sceso, chiudendo venerdì in ribasso. Il West Texas Intermediate, o WTI, negoziato a New York, ha comunque chiuso con un guadagno del 5% sulla settimana e il Brent di Londra con un aumento del 2%. Ma i tori del petrolio sono rimasti delusi, in contrasto con il crollo del 19% del benchmark del greggio statunitense e del 16% dell'indicatore del greggio britannico nelle tre settimane precedenti.

Le ragioni di questa performance deludente sono ovviamente molteplici.

Alcuni hanno frenato il sostegno al petrolio venerdì per vedere se l'OPEC+ avrebbe ordinato tagli di produzione più profondi per gennaio. L'alleanza di 23 nazioni - che rappresenta l'Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio a guida saudita, composta da 13 membri, e altri 10 produttori di petrolio guidati dalla Russia - aveva già annunciato in ottobre una riduzione di 2 milioni di barili al giorno che sarebbe durata fino al 2023. Per quanto riguarda i tagli, più sono e meglio è per i tori del petrolio, ma venerdì non c'era ancora alcuna certezza in tal senso.

A pesare sul sentiment è stata anche la notizia che i Paesi dell'Unione Europea hanno concordato un tetto di prezzo di 60 dollari al barile sulle esportazioni di petrolio russo per punire Mosca per la sua guerra contro l'Ucraina.

I trader del greggio avevano inizialmente temuto che i Paesi dell'UE potessero optare per un limite molto più basso, pari o inferiore a 50 dollari al barile, che avrebbe potuto irritare a sufficienza il Presidente Vladimir Putin e spingerlo a mettere in atto la sua minaccia di tagliare la produzione o le esportazioni di petrolio russo per punire invece l'Europa per la mossa. Ma alzando il tetto, l'Europa potrebbe evitare qualsiasi ritorsione russa, mantenendo le forniture di petrolio di Mosca alla regione e abbassando i prezzi del greggio.

Il rimbalzo del dollaro dai minimi di 3 mesi e mezzo è stato un altro fattore ribassista per il petrolio e la maggior parte delle altre materie prime valutate in valuta.

Il biglietto verde è salito dopo che i dati hanno mostrato che gli Stati Uniti hanno aggiunto 263.000 posti di lavoro a novembre - il numero più basso dal febbraio 2021, ma comunque più del 30% al di sopra delle previsioni del mercato. Il forte numero di posti di lavoro potrebbe indurre la Federal Reserve a rivedere il suo piano di imporre aumenti dei tassi più contenuti per frenare l'inflazione quando la banca centrale terrà la sua riunione politica mensile il 14 dicembre.

Poi, ci sono state solo prese di profitto da parte di alcuni operatori del settore petrolifero. Se il mercato non avesse ceduto nulla, avrebbe potuto chiudere la settimana in rialzo del 10%. È un bel po' di denaro da lasciare sul tavolo, soprattutto quando non c'è certezza su cosa farà l'OPEC+.

Ma più di tutte queste preoccupazioni sono state quelle di vedere come si comporterebbe la domanda di petrolio della Cina se Pechino tornasse ad agire in modo aggressivo sul COVID nel corso di dicembre e dell'anno prossimo.

"Il governo cinese ha venduto una narrazione di come ha sconfitto con successo il COVID. Poi la narrazione si è allontanata", ha scritto Jen Kirby in un articolo apparso nell'edizione di giovedì di Vox.

"Questa narrazione è stata fondamentale per il Presidente Xi. Il trionfalismo della Cina sembra ora avere seri limiti: in particolare, la Cina non aveva un vero piano di uscita da questa rigida strategia di contenimento, soprattutto quando la COVID-19 si è evoluta e, con le varianti Omicron, è diventata ancora più trasmissibile".

Gli esperti sanitari e gli osservatori veterani della Cina sono concordi nel ritenere che Pechino probabilmente allenterà alcune delle sue politiche sanitarie più rigide, finendo per aumentare i casi di COVID. Il 24 novembre, le nuove infezioni causate dal virus hanno raggiunto il livello record di 31.444 unità. Alcuni temono picchi più drammatici in una popolazione che ha un enorme divario di immunità al COVID rispetto ad altri Paesi.

E quanto più la COVID è sotto pressione in Cina, tanto maggiore sarà il suo impatto di contagio sul petrolio, dicono gli analisti che prevedono che il Paese potrebbe subire un calo della domanda di oltre 1 milione di barili al giorno rispetto alla norma.

"Le importazioni cinesi di greggio potrebbero scendere sotto i 9 milioni di barili al giorno a gennaio", ha dichiarato Amrita Sen, direttore della ricerca di Energy Aspects, in un'intervista del 29 novembre a Bloomberg Television.

Le importazioni cinesi di petrolio hanno raggiunto un massimo di cinque mesi di 10,2 milioni di barili al giorno in ottobre - leggermente al di sopra della media pre-virus - dopo che il governo ha emesso una quota aggiuntiva di esportazione di carburante nel tentativo di contribuire a rilanciare l'economia del Paese.

"Il nostro punto di vista rimane quello di una COVID zero per tutto l'inverno", ha dichiarato Sen, aggiungendo che l'ipotesi di base di Energy Aspects è quella di una riapertura della Cina dalla COVID in aprile.

Jeff Currie, responsabile globale delle materie prime presso Goldman Sachs, ha recentemente dichiarato alla CNBC che "la domanda si sta probabilmente dirigendo di nuovo verso sud in Cina, visto quello che sta succedendo".

Anche Ole Hansen, responsabile della strategia sulle materie prime di Saxo Bank, ha affermato che gli operatori del settore energetico si sono concentrati soprattutto sulla domanda di petrolio da parte della Cina.

"Il rallentamento della domanda cinese sarà temporaneo, ma dopo aver combattuto senza successo per mesi i focolai di COVID con blocchi, la prospettiva di un miglioramento sembra lontana mesi e con l'ulteriore rischio di un rallentamento economico che riduca la domanda altrove, i trader sono stati sempre più costretti a cambiare le loro prospettive a breve termine", ha detto Hansen martedì.

Altri hanno detto che i timori sulla domanda di petrolio della Cina sono esagerati. "I mercati petroliferi potrebbero giudicare male la notizia del blocco della Cina", ha affermato Rystad Energy in un'analisi. "L'impatto delle ultime chiusure, riflesso nell'attività del traffico in tempo reale, mostra che il loro probabile effetto sulla domanda di petrolio della Cina nel breve termine, in particolare nel settore dei trasporti, sarà probabilmente minore".

I dati in tempo reale sull'attività stradale della Cina continentale compilati da Rystad Energy indicano una lieve flessione del traffico stradale a livello nazionale, sceso dal 97% al 95% dei livelli del 2019 durante la quarta settimana di novembre. Per fare un paragone, la rigorosa chiusura su larga scala di Shanghai nell'aprile 2022 ha fatto crollare i numeri del traffico stradale a livello nazionale a circa il 90% dei livelli pre-COVID.

"In sostanza, finora l'ultima tornata di chiusure sembra ricalcare quelle precedenti, con il traffico stradale nazionale colpito solo marginalmente, mentre alcune province selezionate sono state sottoposte a chiusure relativamente severe per cercare di sopprimere i focolai di COVID-19", afferma Rystad Energy, aggiungendo che le proteste contro la politica zero-COVID rappresentano un'incertezza per il futuro.

Sembra proprio che le decisioni del presidente cinese Xi sul controllo del COVID e sulla libertà pubblica avranno un peso maggiore sulla narrativa petrolifera per la fine dell'anno e oltre, rispetto ai ritocchi alla produzione e alle esportazioni dell'OPEC+ da parte del ministro dell'energia saudita Abdulaziz.

Petrolio: Regolamenti di mercato

{Il WTI} per la consegna di gennaio ha chiuso a 80,34 dollari dopo aver chiuso la sessione di venerdì a 79,98 dollari al barile, con un calo di 1,24 dollari, pari all'1,5%. Per la settimana, tuttavia, il greggio americano di riferimento è salito del 4,9%.

Il greggio Brent ha chiuso la seduta a 85,42 dollari per la consegna di febbraio dopo essersi attestato ufficialmente a 85,57 dollari al barile, con un calo di 1,31 dollari, pari all'1,5%. Per la settimana, tuttavia, il benchmark globale del greggio è salito del 2,2%.

Prospettive tecniche del prezzo del petrolio: WTI

In seguito alla candela engulfing potenzialmente ribassista del mese precedente, il rimbalzo del WTI da 73,60 dollari trova difficile superare e chiudere al di sopra della confluenza settimanale della media mobile esponenziale (EMA) a 5 settimane di 81,85 dollari e della media mobile semplice (SMA) a 100 settimane di 81,65 dollari.

"L'unica cosa che dà speranza ai tori del petrolio è la chiusura positiva della settimana e l'incrocio rialzista sul grafico settimanale, che lascia spazio a una nuova avanzata verso l'EMA a 50 mesi di 84,58 e la banda di Bollinger centrale mensile di 85,33 dollari", ha dichiarato Dixit, chief technical strategist di SKCharting.com.

Secondo Dixit, una forte accettazione al di sopra di queste zone di resistenza può aggiungere ulteriore slancio verso la prossima zona di rifornimento principale del WTI, la Middle Bollinger Band settimanale di 87 dollari, seguita dall'EMA a 50 settimane di 89,30 dollari.

"In vista della nuova settimana, il mancato superamento dei livelli di 83 e 85 dollari manterrà il momentum basso", ha aggiunto Dixit. "Qualsiasi consolidamento al di sotto di 81 dollari aumenterà le possibilità di un crollo verso 77 dollari, seguito da 75 e 73 dollari".

Oro: Regolamenti e attività di mercato

L'oro si è ritirato nel familiare territorio dei 1.700 dollari venerdì dopo la pubblicazione di un altro rapporto mensile positivo sui posti di lavoro negli Stati Uniti, prima che i futures del metallo giallo tornassero al loro nuovo livello di 1.800 dollari prima della chiusura, sulla base delle scommesse di un minore aumento dei tassi della Fed nelle prossime due settimane.

Dopo 15 settimane in cui è rimasto intrappolato tra le grinfie di un prezzo pari o inferiore a 1.700 dollari, giovedì sia il COMEX che l'oro a pronti si sono liberati e hanno toccato un massimo di 5 mesi sopra i 1.800 dollari l'oncia, grazie all'allentamento dell'inflazione statunitense e alla crescita dei posti di lavoro, che hanno indicato la probabilità di una riduzione dei rialzi dei tassi della Fed a partire da questo mese.

La mossa è stata in sintonia con una preview pubblicata da Investing.com prima del rapporto sui non-farm payrolls (NFP) di novembre, che ha suggerito che l'azione dell'oro sarà conforme a due tempistiche: una reazione ai dati sui posti di lavoro di venerdì e l'altra più attenta a ciò che la Fed potrebbe fare nei prossimi quindici giorni.

"L'oro ha avuto un bel rally dall'inizio di novembre e le prese di profitto potrebbero stabilirsi, ma un pullback significativo non sembra giustificato", ha detto Ed Moya, analista della piattaforma di trading online OANDA. "L'economia sta rallentando e l'inflazione dovrebbe diminuire costantemente, giustificando una pausa nei rialzi dei tassi della Fed dopo il primo trimestre".

Il contratto di riferimento dei futures sull'oro febbraio ha chiuso a 1.811,40 dollari l'oncia dopo aver chiuso venerdì a 1.809,60 dollari al COMEX di New York, con un calo di 5,60 dollari, pari allo 0,3%. Per la settimana, tuttavia, il contratto è salito del 3,1%.

Il prezzo spot dell'oro, più seguito dei futures da alcuni operatori, si è assestato sotto la soglia dei 1.800 dollari, a 1.797,88 dollari, con un calo di 5,11 dollari o dello 0,3% per venerdì. Per la settimana è salito del 2,4%.

Prospettive dell'oro: Prezzo spot

Il rapporto NFP di novembre ha messo in pausa l'avanzata dell'oro spot venerdì, anche se i prezzi dell'oro hanno testato con successo la SMA a 100 settimane di 1.800 dollari in seguito al rimbalzo rialzista del mese precedente, ha detto il chartist tecnico Dixit.

"Alcuni segnali di divergenza sono visibili ora sull'RSI (Relative Strength Index) giornaliero e a 4 ore dell'oro spot, che sembra essere in disaccordo con l'aumento dei prezzi", ha detto. "Se questa divergenza dovesse trovare ulteriore conferma con una chiusura giornaliera al di sotto di 1.790 dollari, seguita da 1.780 dollari, il mercato potrebbe iniziare una correzione a breve termine verso 1.755 e 1.725 dollari".

D'altra parte, ha detto Dixit, un accumulo di slancio dalle aree di $1.790-$1.770 può estendere il rally verso $1.815, $1.825 e $1.842 nel breve termine.

"La decisione della Fed del 14 dicembre creerà un tabellone più ampio sia per i tori che per gli orsi", ha detto, "Il campo di gioco per l'oro lungo sarà $1.825-$1.845, mentre il range per gli short sarà $1.780-$1.750".

Disclaimer: Barani Krishnan non detiene posizioni nelle materie prime e nei titoli di cui scrive.

Oro e Petrolio - analisi e prospettive settimanali
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (5)
Elizabeth Martin
Elizabeth Martin 06.12.2022 2:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Boas notícias!!! Antes de um amigo me convencer a experimentar, eu tinha pavor de investir online. Eu pensei sobre isso e decidi tentar, mas os resultados dissiparam todas as minhas preocupações sobre investir online. A senhora Olivia é a melhor até agora, você pode enviar uma mensagem para ela em 📉📉 📉📉 Eu atesto a direção fornecida pelo meu mentor, OLIVIA_ELI_CHEASTER Trade, em 🅸🅽🆂🆃🅰️🅶🆁🅰️🅼. Por meio de sua orientação, consegui investir US$ 20.000 e obter um lucro significativo de US$ 855.700. Se você trocar agora, cumprirei minha palavra de que você será o próximo.
Margot Delaunay
Margot Delaunay 05.12.2022 23:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Questi balletti sui decimali sinceramente mi annoiano di molto. La Fed e la finanza vogliono mandare al macero migliaia di libri di economia, visto che se riuscissero in questo miracolo, evidentemente per anni ho studiato il nulla. L'inflazione non la puoi riassorbire con tassi reali negativi, ed oggi siamo ancora con tassi reali negativi e politica monetaria accomodante, per questo l'economia comunque rimane solida, la disoccupazione ai minimi storici, ed i salati e con essi i prezzi in aumento. Ho l'impressione che in occasione del prossimo dato sull'inflazione ci sarà da tremare. Io non rimarrei sorpreso se l'inflazione tornasse a correre ancor di più, perchè meglio intenderci: possiamo discutere sui decimali ma negli ultimi dati c'è scritto che l'inflazione ha diminuito leggermente la corsa, non certo che è diminuita. Quindi capiamoci bene!
Rosella Antonio
Rosella Antonio 05.12.2022 19:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Come approvato Guadagna fino al 70-150% di profitto (a seconda del mercato) in base al trading di Cardano, oro e petrolio greggio senza alcun rischio di essere influenzato dal crollo. unisciti cercando quel nome esattamente come dice qui su INSTAGR🅰️Ⓜ️/Verified TELEGR🅰️Ⓜ️: (R🅤🅓🅞🅛🅛🅕🅢🅢🅢🅣🅡🅐🅓🅔 65432)
Linder Morris
Linder Morris 05.12.2022 18:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
💥💥Sarò per sempre in debito con te Signor 🅜🅐🅡🅒🅤🅢-🅜🅐🅧🅦🅔🅛🅛, hai cambiato tutta la mia vita Continuerò a predicare sul tuo nome affinché il mondo sappia che hai salvato me da un enorme debito finanziario con un piccolo investimento di $ 1.200 e ho ottenuto 8.450💵 dopo una settimana di trading, grazie mille mamma sono così grata per tutto quello che hai fatto, puoi inviarle un messaggio direttamente su Insta💬gram 👇🅜🅐🅡🅒 🅤🅢 - 🅜🅐🅧🅦🅔🅛🅛📊
Luke Murphy
Luke Murphy 05.12.2022 9:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Tutto grazie alla signora Johanne Richmond per avermi aiutato a realizzare i miei sogni attraverso il suo programma di trading. Ho guadagnato oltre $ 40.000 in due settimane, è così fantastica. Raggiungili sotto 👉 🅦🅗🅐🅣🅢🅐🅟🅟 +❹❹❼❹❼❻❹❺❺❼❶❾ Puoi anche scriverli 🅘🅝🅢🅣🅐🅖🅡🅐🅜 ➡ ➡🅙🅞🅐🅝🅝🅔 🆁🅸🅲🅷🅼🅾🅽🅳🅵🆇🆃
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email