Sblocca dati premium: Fino al 50% di sconto InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Borsa Milano piatta, incerta dopo Fed, giù utility con Enel, corre Ovs, spunti su Tim

Pubblicato 01.02.2024, 10:30
Aggiornato 01.02.2024, 10:36
© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo
TLIT
-
SRG
-
ENEI
-
A2
-
TRN
-
BAMI
-
SPMI
-
IREE
-
OVS
-
RACE
-
IG
-

MILANO (Reuters) - Indici poco mossi a Piazza Affari, su fisiologiche prese di profitto dopo due sedute positive consecutive, con gli investitori che stanno digerendo quanto emerso dalla riunione Fed di ieri.

Commentando la decisione di politica monetaria di fronte alla stampa il presidente Fed Jerome Powell ha usato toni meno 'dovish' delle attese. Meglio temporeggiare sui tassi, è il messaggio, perché la lotta all'inflazione prosegue. Il mercato monetario Usa vede a questo punto una mossa espansiva soltanto in maggio rispetto alle attese di marzo.

Negative le borse asiatiche.

Intorno alle 9,40 il Ftse Mib perde un frazionale 0,03%.

Giù ENEL (BIT:ENEI) che arretra dell'1,44% dopo che Jefferies ha tagliato la raccomandazione a 'hold' da 'buy' e ridotto il target price a 6,50 euro da 7. Ma è debole tutto il comparto delle utility, penalizzato dalla ripresa dei rendimenti dei titoli di Stato che sono in competizione con quelli delle società energetiche. A2A (BIT:A2) perde l'1%, IREN (BIT:IREE) lo 0,95%. Ribassi più contenuti per SNAM (BIT:SRG), TERNA (BIT:TRN) e ITALGAS (BIT:IG).

Prosegue il lento recupero di SAIPEM (BIT:SPMI), in crescita dello 0,95% dopo il violento ribasso di lunedì scorso in scia alla notizia di un incidente avvenuto nell'offshore australiano.

Raccolta TIM (BIT:TLIT) a +1,2% dopo l'annuncio dell'offerta dal Mef per l'acquisto di Sparkle, che verrà sottoposta all'esame del cda programmato per il prossimo 7 febbraio.

Poco mosse le banche con spunti su BANCO BPM (BIT:BAMI) che sale dell'1,1%.

© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo

Fuori dal paniere principale balza del 3,6% OVS (BIT:OVS) dopo i preliminari dell'esercizio 2023 con vendite in crescita di circa l'1,4% e un Ebitda rettificato atteso in leggero aumento rispetto ai 180,2 milioni del 2022. Secondo banca Akros, si tratta "di dati in linea con le attese nonostante la mancanza di temperature stagionali anche nell'ultimo parte del trimestre (dicembre e gennaio)".

Infine FERRARI (NYSE:RACE) cedente in attesa dei risultati trimestrali nel primo pomeriggio, mentre GEOX balza del 2,5% in vista dei dati del quarto trimestre.

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.