📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Future Ue in rialzo, inflazione UK accelera oltre il 10%

Pubblicato 17.08.2022, 08:24
© Reuters
EUR/USD
-
DE30
-
LCO
-
UK100
-
CL
-
F40
-
UN0k
-
TFMBMc1
-
IFSc2
-

Di Peter Nurse 

Investing.com - I mercati azionari europei dovrebbero aprire in rialzo questo mercoledì prima della pubblicazione dei dati sulla crescita dell'Eurozona.

Al momento, il contratto DAX future in Germania scambia in rialzo dello 0,3%, il CAC 40 future in Francia sale dello 0,4%, il FTSE 100 future nel Regno Unito fin rialzo dello 0,2%, mentre il Future FTSE MIB è in positivo dello 0,3%. 

Le equity europee hanno beneficiato ultimamente di utili societari più forti del previsto, ma le preoccupazioni per la crescita rimangono un tema dominante.

La lettura finale del secondo trimestre dell'Eurozona PIL è prevista nel corso della sessione e, sebbene i dati preliminari abbiano mostrato una crescita più ampia del previsto, potrebbe essere l'ultimo colpo di coda dell'economia, dato che l'impennata dei prezzi dell'energia pesa sulla spesa discrezionale dei consumatori.

Prima della sessione, i prezzi al consumo nel Regno Unito sono aumentati del 10,1% nei 12 mesi fino a luglio, più del 9,8% previsto e ad un nuovo massimo da 40 anni - un'ulteriore accelerazione rispetto all'aumento del 9,4% registrato a giugno.

Il tasso d'inflazione si sta avvicinando al picco del 13,3% previsto dalla Banca d'Inghilterra per ottobre, la quale ha avvertito che il Paese si trova ad affrontare una recessione profonda e prolungata.

Tra le notizie societarie, Uniper (ETR:UN01) sarà sotto i riflettori dei trader dopo che la compagnia energetica tedesca, che ha ottenuto un salvataggio da 15 miliardi di euro il mese scorso, ha rivelato una perdita netta di oltre 12 miliardi di euro (12,2 miliardi di dollari) per il primo semestre, dando in parte la colpa alla diminuzione delle forniture di gas russo che l'hanno costretta ad acquistare a prezzi molto più alti altrove.

Tra le materie prime, i prezzi del petrolio sono saliti mercoledì, rimbalzando dai minimi di sei mesi dopo che un calo delle scorte di greggio negli Stati Uniti superiore alle attese ha ridotto le preoccupazioni per il calo della domanda nel maggior consumatore mondiale.

Le scorte di greggio sono diminuite di circa 448.000 barili nella settimana terminata il 12 agosto, secondo i dati dell'ente industriale American Petroleum Institute, mentre le scorte di benzina sono scese di circa 4,5 milioni di barili.

Gli investitori attendono ora i dati ufficiali della Energy Information Administration, previsti nel corso della sessione, per avere conferma.  

Interessanti saranno anche le notizie sui colloqui per il rilancio dell'accordo nucleare iraniano del 2015, con l'Iran e gli Stati Uniti che stanno studiando una proposta dell'Unione Europea, che potrebbe potenzialmente rimuovere le sanzioni sulle esportazioni di petrolio iraniano.

Al momento, i futures del Brexit statunitense scambiano in rialzo dell'1,3% a 87,61 dollari al barile, mentre il Brent sale dell'1,1% a 93,38 dollari. Entrambi i contratti hanno subito un calo di circa il 3% martedì, il terzo giorno consecutivo di perdita, toccando i livelli più bassi dall'inizio di febbraio.

Intanto, i prezzi del gas europeo Dutch TTF restano sui 220 euro per MWh dopo i 233 toccati martedì, mentre il cambio EUR/USD guadagna lo 0,1% a 1,0181.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.