Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Nikkei 225 a quota 40.000: guadagni settore tecnologico portano nuovi massimi storici

Pubblicato 01.03.2024, 07:02
Aggiornato 01.03.2024, 07:01
© Reuters

Investing.com-- L'indice giapponese Nikkei 225 ha brevemente toccato il livello di 40.000, molto atteso, venerdì, grazie al nuovo rally dei principali titoli tecnologici, che hanno riportato l'indice ai massimi storici dopo una settimana in cui la performance è stata sostanzialmente in sordina.

Il Nikkei 225 è salito di oltre il 2% fino a sfiorare i 40.000 punti, prima di ripiegare leggermente al di sotto di tale livello.

I guadagni del Nikkei sono stati trainati soprattutto dai titoli tecnologici, che hanno seguito i guadagni della notte dei loro omologhi statunitensi grazie al persistente ottimismo sull'intelligenza artificiale, di cui gli investitori ritengono che i produttori di chip beneficeranno notevolmente nei prossimi mesi.

Giovedì l'indice NASDAQ Composite ha chiuso a un livello record, grazie ai forti guadagni della favorita dell'intelligenza artificiale NVIDIA Corporation (NASDAQ:NVDA).

In Giappone, il produttore di semiconduttori Renesas Electronics Corp (TYO:6723) è stato uno dei principali protagonisti del Nikkei, con un rialzo di oltre il 5% dopo aver illustrato i piani per la costruzione di un impianto di assemblaggio di semiconduttori in India insieme all'indiana CG Power and Industrial Solutions Ltd (NS:CGPO) e alla tailandese Stars Microelectronics Thailand PCL (BK:SMT).

Anche altri produttori di chip hanno fatto progressi. Tokyo Electron Ltd. (TYO:8035), il produttore di chip più prezioso del Giappone, è salito del 4,3%, mentre il fornitore di Nvidia Advantest Corp. (TYO:6857) ha guadagnato il 3,1%.

Il peso massimo dell'indice SoftBank Group Corp. (TYO:9984), uno dei principali investitori nel settore tecnologico, è salito dell'1,8%. L'azienda è anche esposta alla produzione di chip attraverso la sua unità britannica di progettazione di chip Arm Holdings (NASDAQ:ARM).

Il sentimento generale è stato favorito anche da una lettura in linea del Indice dei prezzi PCE, l'indicatore dell'inflazione preferito dalla Federal Reserve, che ha alimentato le speranze che la banca centrale inizi a tagliare i tassi di interesse entro giugno.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.