Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

1 titolo da comprare, 1 da vendere in apertura dei mercati: Tesla, Exxon Mobil

Pubblicato 27.06.2022, 10:30
Aggiornato 02.09.2020, 08:05

I titoli azionari a Wall Street sono schizzati venerdì e l’S&P 500 che ha registrato il suo rialzo giornaliero maggiore dal 2020, con gli investitori che hanno ridotto le attese sugli aumenti aggressivi da parte della Federal Reserve tra i segnali di un rallentamento della crescita economica.

Si sono uniti al rally anche il Dow ed il NASDAQ.

Secondo lo strumento di controllo dei tassi Fed di Investing.com, i trader dei future dei fondi Fed ora si aspettano che il tasso di riferimento salga di circa il 3,5% entro fine 2022, dal 4% stimato in precedenza.

Sarà un’altra settimana ricca di eventi, con i mercati che continuano a valutare i piani della Fed di un inasprimento della politica monetaria nel secondo semestre.

Sul calendario economico, il dato più atteso è l’indice sui prezzi PCE, l’indicatore sull’inflazione preferito dalla Fed.

Sul fronte degli utili, sono attesi i risultati di Nike (NYSE:NKE), Micron (NASDAQ:MU), Walgreens Boots Alliance (NASDAQ:WBA), General Mills (NYSE:GIS), Constellation Brands (NYSE:STZ), e Bed Bath & Beyond (NASDAQ:BBBY).

A prescindere dalla direzione che prenderà il mercato, di seguito parleremo di un titolo che probabilmente sarà richiesto e di un altro che potrebbe vedere ulteriori ribassi.

Ricordate però che la nostra tempistica si riferisce solamente alla settimana in apertura.

Il titolo da comprare: Tesla

Dopo uno dei suoi rialzi settimanali migliori del 2022, Tesla (NASDAQ:TSLA) sembra destinato a continuare a salire nei prossimi giorni, in attesa dei dati sulle vendite del secondo trimestre.

La società di Elon Musk solitamente pubblica i dati sulle consegne il secondo giorno di ogni trimestre, a prescindere dai weekend, ma è possibile che stavolta arrivino venerdì mattina, considerata la festa del Giorno dell’Indipendenza negli USA lunedì 4 luglio.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Gli analisti si aspettano che Tesla abbia consegnato 273.000 veicoli nel secondo trimestre, in calo del 12% dal trimestre precedente, con le chiusure per il COVID in Cina che hanno pesato sulla produzione nella sua fabbrica di Shanghai.

La società ha spedito circa 310.000 veicoli nel Q1, il totale trimestrale più alto mai registrato, malgrado i problemi di approvvigionamento e di carenza globale di chip.

Inoltre, i grafici tecnici sembrano promettenti: suggeriscono che il titolo Tesla sia pronto ad infrangere il recente range di trading ricatturando livelli chiave.

Le azioni TSLA, che sono riuscite a restare sopra i minimi di maggio nel recente selloff, sono tornate sopra le medie mobili su 10 e 21 giorni, il che solitamente segnala altri rialzi nel breve periodo.

Grafico DMA TSLA

TSLA ha segnato un’impennata del 13,3% la scorsa settimana, chiudendo la seduta di venerdì a 737,12 dollari. Ai livelli attuali, Tesla ha una market cap di 763,9 miliardi, che la rende la casa automobilistica con più valore al mondo, più di nomi come Toyota Motor (NYSE:TM), Volkswagen (OTC:VLKAF), Daimler (OTC:DDAIF), General Motors (NYSE:GM), Ford Motor (NYSE:F), ed Honda Motor (NYSE:HMC).

Malgrado il rialzo della scorsa settimana, le azioni Tesla sono crollate del 30% sull’anno in corso, e si trovano circa il 41% al di sotto del massimo storico di 1.243,49 dollari del 4 novembre.

Grafico giornaliero TSLA

Il titolo da vendere: Exxon Mobil

Dopo aver consigliato il titolo Exxon Mobil (NYSE:XOM) più volte negli ultimi mesi, le azioni del colosso statunitense del petrolio e del gas probabilmente vivranno una settimana difficile, con gli investitori che si allontano dagli energetici nei crescenti timori di una recessione.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

I future del greggio hanno registrato il primo calo settimanale consecutivo da aprile, con il WTI brevemente sceso ad un minimo di sei settimane vicino 101 dollari al barile, nei timori che i tassi di interesse in aumento possano spingere l’economia mondiale in recessione.

Il WTI, scambiato sopra i 120 dollari appena due settimane fa, ha visto una modesta ripresa chiudendo la settimana a 107 dollari al barile.

I future del petrolio si preparano alla loro prima perdita mensile da novembre, con il Presidente Joe Biden determinato ad abbassare i prezzi e gli aumenti dei tassi della Federal Reserve che minacciano di rallentare l’economia.

Grafico giornaliero WTI

Dopo aver segnato un massimo storico di 105,57 dollari l’8 giugno, XOM è rapidamente crollato al minimo di 83,52 dollari il 23 giugno, il minimo dal 12 maggio. Malgrado la ripresa di venerdì, Exxon Mobil ha chiuso la settimana a 86,90 dollari, circa il 18% al di sotto del recente picco record.

Ai livelli attuali, la società di Irving, Texas, ha una market cap di circa 366,1 miliardi di dollari, che la rende una delle maggiori aziende di petrolio e gas al mondo.

Malgrado il selloff, le azioni sono schizzate del 42% sull’anno in corso, battendo facilmente il mercato.

Grafico giornaliero XOM

Biden ha rimproverato l’industria petrolifera statunitense, ed Exxon in particolare, per aver sfruttato l’attuale carenza di scorte per aumentare i profitti, affermando che quest’anno ha “fatto più soldi di Dio”.

***

Alla ricerca di nuove idee? Su InvestingPro+ potete esaminare oltre 135 mila titoli azionari per trovare i titoli con la crescita più rapida o i più sottovalutati al mondo, con dati, strumenti e dettagli professionali. Scopri di più »

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Ultimi commenti

Trisha Donald trading platform gives Trader/Investors the opportunity to earn from digital currency investment just by investing $3000 i made a total profit of 15,000 in just 7days of trading with her. Message her on face📈book👉 Trisha Donald
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.