Ultime Notizie
Investing Pro 0
SCONTO di Capodanno: Fino al 40% in meno su InvestingPro+ RICHIEDI L’OFFERTA

Due titoli per dividendi elevati nel 2023

it.investing.com/analysis/2-titoli-canadesi-forti-per-dividendi-elevati-nel-2023-200458692
Due titoli per dividendi elevati nel 2023
Da Haris Anwar/Investing.com   |  02.12.2022 09:20
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
CL
-2,01%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
NG
+0,28%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
CNQ
+2,10%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
BNS
-0,15%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
  • Le banche canadesi sono tra i migliori titoli a dividendo del Nord America
  • Bank of Nova Scotia offre attualmente il rendimento più elevato tra le prime sei banche del Paese
  • Canadian Natural Resources è un altro nome forte che beneficia della forza del Paese nei mercati energetici

Se volete costruire un portafoglio a reddito che generi entrate costanti nel lungo periodo, l’acquisto di titoli affidabili che aumentano costantemente i loro dividendi è la strada da seguire.

Il momento migliore per fare questa mossa è quando i prezzi degli asset sono bassi e i rendimenti dei dividendi sono più alti. Dopo la consistente flessione di quest’anno, vedo emergere opportunità del genere in diversi settori di mercato.

Cercando di titoli a dividendo titoli da dividendo che offrano ancora un rendimento ragionevole per battere l’inflazione, che sta sfiorando i massimi da quattro decenni, ho analizzato lo spazio del reddito a nord del confine e ho trovato i due titoli seguenti. Diamo un’occhiata più approfondita:

1. Bank of Nova Scotia

  • Rendimento: 5,88%
  • Payout trimestrale: 0,7625 dollari
  • Capitalizzazione di mercato: 62,6 miliardi

Le banche canadesi sono tra i migliori titoli da dividendo del Nord America. I sei principali istituti di credito del Paese distribuiscono generalmente tra il 40 e il 50% del loro reddito in dividendi annuali, grazie a solidi franchise che generano entrate costanti.

Bank of Nova Scotia (NYSE:BNS), la terza banca canadese, offre attualmente il rendimento più elevato, vicino al 6%, tra le prime sei banche, e potrebbe essere una buona aggiunta a qualsiasi portafoglio di reddito a lungo termine.

BNS Dividend Yield
BNS Dividend Yield

Fonte: InvestingPro

Quest’anno le azioni BNS sono scese del 22%, a fronte di un calo del 7,6% dell’indice S&P/TSX Commercial Banks, a causa del timore che l’istituto di credito sia più esposto ai venti contrari dell’economia rispetto agli omologhi, grazie alla sua vasta presenza in America Latina. Anche il calo del mercato immobiliare canadese è un fattore determinante, dato l’enorme portafoglio di mutui della banca.

Nonostante questi rischi, è poco probabile che i pagamenti della banca siano in pericolo. Mentre i prestiti al settore immobiliare hanno subito un notevole rallentamento quest’anno, Scotiabank sta beneficiando di una forte domanda di prestiti da parte delle aziende.

Nel suo report sugli utili del quarto trimestre, Scotia ha registrato un aumento del 25% dei prestiti alle imprese rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche la divisione internazionale, focalizzata sull’America Latina, ha registrato un aumento dei ricavi e degli utili, grazie a un incremento del 15% dei prestiti alle imprese e a un ampliamento dei margini di prestito.

Inoltre, BNS ha un solido curriculum quando si tratta di premiare gli investitori. La crescita degli utili della banca si è tradotta in aumenti dei dividendi in 43 degli ultimi 45 anni - uno dei record più costanti di crescita dei dividendi tra le principali società canadesi. BNS paga dividendi dal 1833.

2. Canadian Natural Resources

  • Rendimento: 4,24%
  • Payout trimestrale: 0,62 dollari
  • Capitalizzazione di mercato: 67,68 miliardi

Canadian Natural Resources (NYSE:CNQ) è un altro nome forte che beneficia della forza del Paese nei mercati energetici. La società con sede a Calgary possiede un portafoglio diversificato di attività in Nord America, nel Mare del Nord britannico e nell’Africa offshore.

Its position as Canada’s largest oil and natural gas producer has allowed it to provide more than two decades of hefty paying dividends.

La sua posizione di maggior produttore canadese di petrolio e gas naturale le ha permesso di distribuire dividendi consistenti per oltre due decenni.

Il mix equilibrato di gas naturale, petrolio greggio leggero, petrolio greggio pesante, bitume e petrolio greggio sintetico rappresenta un portafoglio di attività diversificato, che consente al produttore di pagare dividendi consistenti ai suoi investitori.

CNQ Payout History
CNQ Payout History

Fonte: InvestingPro

Il dividendo crescente e sostenibile di Canadian Natural testimonia la solidità del suo bilancio e la diversità delle sue attività. Nel suo ultimo report sugli utili, la società prevede che la produzione totale del 2023 sarà superiore del 4% rispetto a quella di quest’anno e prevede di restituire più denaro agli azionisti.

Attualmente, CNQ sta destinando il 50% del flusso di cassa libero al riacquisto di azioni per aumentare il rendimento per gli azionisti all’80%-100% una volta che il debito netto sarà ridotto a 8 miliardi di dollari. Canadian Natural raggiungerà probabilmente l’obiettivo di un debito netto di 8 miliardi di dollari nel quarto trimestre del prossimo anno, ha dichiarato in una nota l’analista di TD Securities Menno Hulshof.

Nota: Al momento della scrittura, l’autore possiede azioni di Bank of Nova Scotia. Le opinioni espresse nel presente articolo sono esclusivamente quelle dell’autore e non sono da considerarsi come consigli di investimento.

Due titoli per dividendi elevati nel 2023
 

Articoli Correlati

Due titoli per dividendi elevati nel 2023

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (7)
Max Sceriff
Max Sceriff 06.12.2022 13:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ma scusate le cedole di intesa, unieuro, uniposai, azimut etc vi fanno schifo?
Rik Tuba
Rik Tuba 05.12.2022 8:22
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
la doppia tassazione vigente in Italia rende questi titoli segnalati un acquisto insignificante.
Leonardo Barbato
Leonardo Barbato 03.12.2022 8:22
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Si la doppia tassazione x noi italiani non convince
Roberto Masoero
Roberto Masoero 03.12.2022 0:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
doppiaxdoppia......meglio KO 🤷‍♂️
Alfonso Parodi
Alfonso Parodi 02.12.2022 21:54
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
vabbè, io per i dividendi mi tengo intesa, A2A e Enel.
mtb bdc Passion
mtb bdc Passion 02.12.2022 21:43
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
peccato che la doppia tassazione si mangi il 50%!
Giuseppe Denis Balestra
Giuseppe Denis Balestra 02.12.2022 20:29
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
In Italia al netto ritenute?
LUCIANO URDAN
LUCIANO URDAN 02.12.2022 20:29
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Una mazzata!
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email