Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

3 motivi per cui l’oro sta schizzando ai massimi storici

Pubblicato 15.04.2024, 10:30
XAU/USD
-
XAG/USD
-
TLIT
-
COST
-
GC
-
SI
-

I prezzi dell’oro sono saliti considerevolmente, raggiungendo nuovi massimi storici nelle ultime sedute di trading. L’impennata dei prezzi dell’oro e di altri metalli preziosi si può attribuire alle tensioni geopolitiche, all’incertezza economica e alla febbre di acquisto delle banche centrali.

Perché l’oro sta schizzando ai massimi storici

L’escalation dei conflitti in Medio Oriente, in particolare le risposte dell’Iran all’instabilità regionale, ha spinto decisamente la domanda di oro come rifugio. Gli investitori si rivolgono sempre di più all’oro per proteggere il loro patrimonio nei periodi complicati, spingendo i prezzi.

Inoltre, i timori per il rallentamento economico globale, soprattutto in Cina, hanno ulteriormente alimentato la domanda di oro. Le banche centrali, comprese la Banca Popolare cinese e la banca centrale del Vietnam, hanno aumentato le riserve di oro per stabilizzare i loro possedimenti contro potenziali problemi economici.

Questo trend di acquisti delle banche centrali, in particolare nei mercati emergenti, è stato un fattore significativo nell’aumento dei prezzi dell’oro. La Banca Popolare cinese, ad esempio, ha aumentato in modo consistente le sue riserve, segnalando un cambiamento dagli asset in dollari verso investimenti più stabili alla luce delle incertezze globali.

Costco riporta oltre 200 milioni di dollari di vendite di lingotti d’oro e monete d’argento

L’impennata dei prezzi dell’oro non è passata inosservata ai distributori, con Costco Wholesale Corp (NASDAQ:COST) che ha riportato vendite fino a 200 milioni di dollari di lingotti d’oro e monete d’argento ogni mese.

La compagnia offre lingotti d’oro da un’oncia, 24 carati, e ha aumentato il limite di acquisto massimo da due a cinque lingotti per cliente, rispecchiando la forte domanda dei consumatori e il sentiment bullish del mercato.

Mentre l’oro continua ad essere scambiato intorno ai 2.392,75 dollari l’oncia, la domanda è se questo trend in salita persisterà.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra politica del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su The Tokenist. Consultate la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale dei principali trend in campo finanziario e tecnologico.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.