Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Attesa volatilità con l’inizio della stagione degli utili; azioni tech in salita

Da Investing.com (Pinchas Cohen/Investing.com)Panoramica mercato12.07.2021 16:05
it.investing.com/analysis/attesa-volatilita-con-linizio-della-stagione-degli-utili-azioni-tech-in-salita-200446600
Attesa volatilità con l’inizio della stagione degli utili; azioni tech in salita
Da Investing.com (Pinchas Cohen/Investing.com)   |  12.07.2021 16:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
  • Gli investitori venerdì sono passati dai titoli growth ai ciclici
  • Gli indici hanno registrato nuovi record
  • Occhi puntati sulla stagione degli utili nella speranza che confermi la fiducia nella ripresa
  • I timori per l’inflazione e per la variante Delta pesano sugli investitori

Dopo una settimana di scambi altalenanti, tre dei quattro maggiori indici USA, S&P 500, Dow Jones e NASDAQ, hanno chiuso a nuovi massimi record venerdì. Tuttavia non sembra esserci un fattore chiaro a trainare i trader, anche se le cose potrebbero cambiare nella settimana in apertura con l’inizio della stagione degli utili.

Mentre i titoli azionari sono tornati alla ribalta dopo il peggiore selloff da settimane, il Reflation Trade è stato ancora una volta responsabile dell’accelerazione di venerdì, eclissando i titoli growth, noti anche come titoli tecnologici. Tuttavia, è stato il Russell 2000, che comprende aziende nazionali a bassa capitalizzazione che beneficiano di più dal ritorno dei consumatori alle abitudini di spesa pre-pandemia, ad avere avuto la performance superiore. Il rialzo del 2,1% dell’indice è stato il doppio di quello del NASDAQ Composite, che non ha guadagnato nemmeno un intero punto percentuale.

Persino le società tech mega-cap quotate sul NASDAQ 100 hanno avuto una performance inferiore al Russell, guadagnando solo lo 0,7%, meno di un terzo del rally del Russell.

Il Dow Jones Industrial Average è balzato dell’1,3% venerdì, secondo solo al Russell 2000. Anche i titoli mega-cap dell’indice blue-chip da 30 componenti sono value.

Cambiamento del paradigma dei settori

Un cambiamento di paradigma simile si è visto nei settori del mercato. I finanziari, (+2,9%), hanno avuto una performance superiore, grazie all’aumento dei rendimenti, per la prima volta da un po’ di tempo, ed alla prospettiva di tassi di interesse più alti, che farebbero aumentare i margini di profitto delle banche.

Al secondo posto gli energetici, (+2,1%), il che ha senso dal momento che le società di questo settore rappresentano il carburante (letteralmente e in senso figurato) della ripartenza di un’economia in espansione. A dire il vero, il settore sta beneficiando anche delle aspettative di quella che potrebbe forse essere una domanda da record per il greggio, sulla scia dell’aumento dei viaggi in auto e per le vacanze in estate, con le economie che riaprono e i consumatori che non vedono l’ora di lasciare le proprie case finiti i lockdown.

Inoltre, il recente scontro tra i membri dell’OPEC+, che ha ridotto per ora la produzione di greggio, sta avendo un impatto sul prezzo. Ciononostante, il costo dell’energia solitamente aumenta insieme all’espansione economica.

Il settore dei materiali ha registrato la terza migliore performance la settimana scorsa (+2%), mentre al quarto posto troviamo i titoli industriali, (+1,6%).

Dall’altra estremità dello spettro della Reflazione, tecnologia e servizi di comunicazione, saliti entrambi solo dello 0,9%, non sono andati molto meglio dei titoli difensivi, che tendono ad avere una performance inferiore durante l’espansione.

Nonostante gli indici NASDAQ legati al settore tech siano riusciti ad unirsi agli indici S&P 500 e Dow Jones Industrial Average chiudendo ad un record, nessuno dei due indici tech ha però registrato massimi storici intraday come hanno fatto invece i due riferimenti.

In ultima analisi, però, come abbiamo più volte dimostrato, i titoli tech continuano a dominare il mercato quest’anno. E questo è osservabile su base settimanale, mensile, trimestrale e sull’anno in corso. È facilmente visibile confrontando i grafici.

L’indice NASDAQ 100 punta verso l’alto:

NDX Daily
NDX Daily

Grafico giornaliero NDX

Ha visto un rialzo del 14% dal minimo di maggio, scambiato all’interno di un trend in salita. Diamo un’occhiata al Russell 2000:

Russell 2000 Daily
Russell 2000 Daily

Grafico giornaliero Russell 2000

L’indice a bassa capitalizzazione è salito solo della metà, il 6,68%, nello stesso periodo. Inoltre, notiamo che è scambiato lateralmente, aumentando le probabilità di un’inversione, con un breakout al ribasso della linea di collo dall’inizio del range.

La cosa più sorprendente del rally di venerdì è che questo mercato resta il più costoso della storia, il che significa che non è cambiato molto.

L’inflazione prosegue sulla stessa traiettoria e la variante Delta è ancora altamente contagiosa e continua a portare scompiglio sia nei paesi sviluppati che in quelli più poveri. È la variante dominante nei paesi meno vaccinati ma anche negli USA.

I casi della variante sono in aumento in quasi metà degli stati USA e un esperto sanitario l’ha chiamata “COVID-19 sotto steroidi”.

Tra tutte queste preoccupazioni, le grandi banche di investimento, come Blackrock (NYSE:BLK), JPMorgan Asset Management (NYSE:JPM) e Morgan Stanley Wealth Management (NYSE:MS), che combinate gestiscono 12 mila miliardi di dollari di asset, sono fiduciose che gli utili del secondo trimestre, che cominceranno a pubblicare a partire da questa settimana, dimostreranno che la ripresa economica resta in carreggiata.

Intanto, le banche centrali globali continuano a supportare la ripresa economica con ulteriori stimoli. In Cina, la PBoC ha ridotto il coefficiente di riserva obbligatorio per le banche, con un’ulteriore iniezione di liquidità per l’economia, e in Europa la BCE venerdì ha annunciato che consentirà all’inflazione di superare l’obiettivo del 2%, seguendo l’esempio della Fed.

Morale della favola: prevediamo altra volatilità. La storia sui mercati continua a passare da un estremo all’altro, a volte addirittura di giorno in giorno, tra chi dice che l’economia non si sta riprendendo abbastanza velocemente e chi invece afferma che si sta surriscaldando. E così via, all’infinito.

I rendimenti in ripresa, compresi quelli dei Buoni del Tesoro a 10 anni, di riferimento, hanno spinto i finanziari, ciclicamente sensibili, venerdì, ma in un giorno si può invertire il trend in discesa?

UST 10Y Daily
UST 10Y Daily

Andamento giornaliero UST a 10 anni

Il balzo dei tassi segue un triangolo ribassista (blu), lo strumento di mercato che gli orsi hanno utilizzato per raggiungere il massimo nei rendimenti (linea rossa).

Il rialzo dei rendimenti di venerdì, implicando il selloff dei Treasury, arriva dopo il breakout al ribasso del triangolo ribassista, suggerendo che questo rally potrebbe non essere altro che una mossa di ritorno prima di un altro calo, per aumentare il tasso di discesa dal canale discendente arancione a quello rosso.

Il dollaro è sceso per il secondo giorno di fila venerdì, nonostante l’aumento dei rendimenti ed il rinvigorito Reflation Trade, che avrebbe dovuto avvantaggiare la moneta statunitense. Forse i trader pensano che la Fed solleciterà l’inflazione, e il potere di acquisto del dollaro sarà ridotto.

Dollar Daily
Dollar Daily

Grafico giornaliero dollaro

Il dollaro oscilla da novembre. La direzione del breakout, quando avverrà, lo spingerà ulteriormente in quella direzione.

L’oro ha infranto un pennant ribassista ed è salito.

Gold Daily
Gold Daily

Grafico giornaliero oro

Poi il metallo giallo ha superato l’apice del precedente canale in discesa, anche se non è riuscito a superare la shooting star di martedì (linea rossa).

Il Bitcoin è pressoché invariato, con gli scambi della moneta digitale che si sono ridotti.

Il greggio è salito per il secondo giorno di fila, dopo l’hammer di giovedì.

Oil Daily
Oil Daily

Grafico giornaliero del greggio

Tuttavia, dopo essere sceso al di sotto della linea di trend in salita e notando quanto sia sceso rispetto al precedente minimo, il WTI potrebbe stare sviluppando un apice, come suggerito dal segnale sell del MACD e dalla divergenza negativa del ROC.

Questa settimana

Orari EDT

Martedì

8:30: USA – Indice IPC core: dovrebbe scendere dallo 0,7% allo 0,4%.

22:00: Nuova Zelanda – Decisione sui tassi di interesse della RBNZ: dovrebbe restare stabile allo 0,25%.

Mercoledì

2:00: Regno Unito – Indice IPC: dovrebbe salire dal 2,1% al 2,2%.

8:30: USA – Indice IPP: probabile calo dallo 0,8% allo 0,5%.

10:00: Canada – Report sulla politica monetaria della BoC e decisione sui tassi di interesse: dovrebbero restare allo 0,25%.

10:30: USA – Scorte di greggio: la scorsa settimana hanno registrato -6,866 milioni di barili.

Forse: Canada – Conferenza stampa BOC

21:30: Australia – Variazione dell’occupazione: dovrebbe crollare a 30,0 mila dal dato precedente di 115,2 mila.

22:00: Cina – Produzione industriale: previsto calo dall’8,8% al 7,9%.

22:00: Cina – PIL: dovrebbe crollare dal 18,3% all’8,1% su base annua, raddoppiando però su base trimestrale, dallo 0,6% all’1,3%.

Giovedì

2:00: Regno Unito – Variazione nelle richieste di sussidi disoccupazione: precedentemente a -96,2 mila.

8:30: USA – Richieste iniziali di sussidio di disoccupazione: dovrebbero essere scese da 733 mila a 360 mila.

8:30: USA – Indice manifatturiero della Fed di Philadelphia: dovrebbe scendere a 28,3 da 30,7.

18:45: Nuova Zelanda – Indice IPC: dovrebbe scendere dallo 0,8% allo 0,7% su base trimestrale.

23:00: Giappone – Dichiarazione di politica monetaria della BoJ, report sulle previsioni e conferenza stampa

Venerdì

5:00: Zona euro – Indice IPC: dovrebbe restare invariato all’1,9%.

8:30: USA – Vendite al dettaglio core: dovrebbero rimbalzare allo 0,5% da -0,7%.

8:30: USA – Vendite al dettaglio: dovrebbero salire a -0,4% da -1,3%.

Attesa volatilità con l’inizio della stagione degli utili; azioni tech in salita
 

Articoli Correlati

Attesa volatilità con l’inizio della stagione degli utili; azioni tech in salita

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email