Ultime Notizie
Ricevi uno sconto del 40% 0

Cala la volatilità ma il peggio non è alle spalle

it.investing.com/analysis/cala-la-volatilita-ma-il-peggio-non-e-alle-spalle-200464930
Cala la volatilità ma il peggio non è alle spalle
Da Fabrizio Barini   |  13.11.2023 08:49
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

"Non puoi solo andare là fuori e battere l'avversario. Devi impressionarlo al punto che non vorrà mai più vederti" (George Best)


La scorsa settimana si è chiusa in maniera mista con le Borse principali che si sono mosse intorno alla parità con l’eccezione di Piazza Affari che ha perso lo 0,6%. Una situazione di stallo che si è percepita sul livello della volatilità scesa del 3% in 5 sedute. Di positivo c’è la forte discesa delle quotazioni del gas naturale , -14% Usa, -3% in Europa e del petrolio, -4%, che diventa -8% nell’ultimo mese, sotto la soglia degli 80 dollari. Sul fronte della politica monetaria le banche centrali stanno tenendo un atteggiamento sempre aggressivo più a parole che nei fatti. Per questo gli investitori non danno molto peso alle dichiarazioni di Jerome Powell che nel suo ultimo discorso ha confermato come l’inflazione sia ancora troppo alta e che la Fed opererà con cautela. Anzi, se necessario alzerà il costo del denaro. Powell ha infine messo in guardia dai falsi segnali, ovvero che pochi mesi buoni di inflazione in calo significhino che sia stata domata. Anche la narrativa di Christine Lagarde non cambia: “per almeno 2 trimestri i tassi non scenderanno”. Ma potrebbe significare che in Europa i tassi caleranno prima che in Usa, una svalutazione dell’euro che potrebbe aiutare la ripresa dell’economia.

Il patto è in stallo

Ecofin non ha trovato l’accordo sulla riforma del patto di stabilità rinviandolo a un meeting straordinario di fine di novembre. Un rinvio che non è piaciuto ai mercati perché lascia nell’incertezza i vari Governi sulle scelte che dovranno fare in materia di legge di Bilancio, in particolare l’Italia che ha deciso di sforare il deficit oltre le previsioni per sostenere la crescita. Dopo novembre non saranno però possibili ulteriori proroghe in quanto nell’ultimo bollettino la Bce ha invitato la politica a trovare un accordo sul patto di stabilità entro fine anno. Uno stallo che potrebbe pesare anche sul giudizio delle agenzie di rating in particolare Moody’s che si esprimerà questa settimana sul debito pubblico italiano. Venerdì Fitch ha invece confermato il rating. Nel frattempo tutte le aste sui titoli di Stato della scorsa settimana hanno mostrato rendimenti in calo sulle precedenti. Infine CDP ha annunciato di avere aumentato da €1,5 a €2 miliardi l’offerta di bond per il mercato retail, a conferma dell’appetito dei piccoli risparmiatori per il debito a basso rischio ma ad alto rendimento. L’offerta si chiuderà il 27 di novembre, rendimento del 5% per i primi 3 anni.

L’AI cambia il lavoro

Secondo uno studio denominato «Il futuro delle competenze nell’era dell’Intelligenza Artificiale», realizzato da EY, ManpowerGroup e Sanoma Italia, utilizzando tecniche di Intelligenza Artificiale (IA) e algoritmi di machine learning, con l’avvento e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, il mondo del lavoro cambierà per l’80% delle professioni entro il 2030. Aumenterà sempre più la domanda di professioni tecniche e ad alta qualifica, non solamente legate all’informatica e alla tecnologia, così come alla cura e ai servizi legati alle persone, incluso l’orientamento, la formazione e l’inserimento socio-lavorativo. Calerà invece la domanda per i gruppi professionali a qualifica più bassa, nonché per le professioni qualificate e quelle imprenditoriali collegate ai settori a bassa crescita (per esempio settore primario, industrie tradizionali). L’intelligenza artificiale avrà quindi un impatto negativo sulla domanda, in particolare sui profili professionali con una qualifica media, ossia tecnici, conduttori d’impianti, lavoratori della logistica, chi svolge mansioni d’ufficio che hanno a che fare con la gestione dei dati. Anche i settori finanziario e assicurativo saranno impattati con un diminuzione della domanda di lavoro aggregata. Anche del rapporto tra lavoro e tecnologia si parlerà al Financial Galà edizione Deep Tech che si svolgerà il prossimo 17 maggio a Milano.

Cala la volatilità ma il peggio non è alle spalle
 

Articoli Correlati

Cala la volatilità ma il peggio non è alle spalle

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email