Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Fed: Powell più pessimista sull’inflazione, il Senato lo conferma al secondo mandato

Da Investing.com (Darrell Delamaide/Investing.com)Panoramica mercato16.05.2022 16:12
it.investing.com/analysis/fed-powell-piu-pessimista-sullinflazione-il-senato-lo-conferma-al-secondo-mandato-200453877
Fed: Powell più pessimista sull’inflazione, il Senato lo conferma al secondo mandato
Da Investing.com (Darrell Delamaide/Investing.com)   |  16.05.2022 16:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Altri quattro anni. La scorsa settimana il Senato, con un voto di 80-19, ha confermato Jerome Powell ad un secondo mandato alla presidenza della Federal Reserve, come previsto.

Quindi, un membro mediocre del consiglio dei governatori diventato quasi per caso Presidente quando l’allora Presidente USA Donald Trump aveva frainteso le sue intenzioni sull’aumento dei tassi di interesse, è stato come previsto rinominato e il Senato conferma di continuare a dare ascolto agli economisti della Fed e di seguire i loro modelli.

La gente rende merito a Powell per aver seguito il copione del suo predecessore, Ben Bernanke, per quanto riguarda la sfida della pandemia di COVID-19: stampare soldi come se non ci fosse un domani e sperare per il meglio.

Ha funzionato, anche se ora abbiamo un’inflazione alle stelle, forse per via dell’eccesso di denaro stampato.

Ad ogni modo, il Presidente della Fed la scorsa settimana ha detto delle cose interessanti in un’intervista con Kai Ryssdal di Marketplace. Il punto saliente:

“Il fatto di riuscire ad eseguire un atterraggio morbido o meno potrebbe in realtà dipendere da fattori che esulano dal nostro controllo”.

Interessante, perché per mesi Powell ha insistito che la Fed ha gli “strumenti” per controllare l’inflazione. Sfortunatamente, forse non ne ha abbastanza. La Fed avrebbe dovuto agire prima?

“Col senno di poi, potendo tornare indietro, probabilmente sarebbe stato meglio se avessimo alzato i tassi un po’ prima”.

Sì, magari, anziché definire l’inflazione transitoria e non agire come farebbe qualunque altra banca centrale sensibile quando l’inflazione alza la testa.

E poi:

“Riportare l’inflazione giù al 2% comporterà dei dolori, ma alla fine la cosa più dolorosa sarebbe non riuscire a gestirla ed avere un’inflazione radicata nell’economia ad alti livelli”.

Quei 19 senatori che hanno votato contro la conferma erano perlopiù Repubblicani a cui non è piaciuta la performance di Powell sull’inflazione, ma c’era anche qualche Democratico, come Elizabeth Warren, che lo critica per non aver fatto abbastanza su altri aspetti, come la regolamentazione bancaria o i rischi ambientali. La storia ci dirà chi ha fatto la scelta migliore.

Cambio della guardia nelle banche centrali di USA ed Europa

La Fed di Dallas ha nominato la vice Presidente della Fed di New York, Lorie Logan, come successore di Robert Kaplan a capo della banca regionale. Logan di recente si è occupata della gestione dei 9 mila miliardi di dollari di asset della Fed come manager del System Open Market Account.

Veterana della Fed che lavora per la banca centrale dal 1999, Logan diventerà membro votante del Federal Open Market Committee il prossimo anno, quando la banca di Dallas avrà diritto al voto. In ogni caso, farà sentire la sua voce.

Il Senato ha anche confermato Philip Jefferson e Lisa Cook al consiglio dei governatori della Fed, e la Fed di Boston ha nominato, come successore del Presidente Eric Rosengren, Susan M. Collins, la prima donna afroamericana a capo di una banca regionale.

Intanto, il consiglio direttivo della Banca Centrale Europea si prepara a decidere se alzare i tassi di interesse a luglio, al termine del suo programma di acquisto di asset.

Il consiglio è formato da 25 membri.

Prima dell’euro e della BCE, la conservatrice banca centrale tedesca, la Bundesbank, decideva la politica monetaria europea perché gli altri paesi del Sistema Monetario Europeo dovevano seguire la Germania.

Ora, il capo della Bundesbank, Joachim Nagel, ha solo un voto al consiglio, lo stesso dei rappresentanti di Cipro o Malta, e a causa del sistema di rotazione non può neanche votare a tutti i vertici.

Nagel, entrato in carica a gennaio, è diventato leader della fazione dei falchi nel consiglio, ma la Presidente francese della BCE, Christine Lagarde, sta dalla parte delle colombe, così come il capo economista, l’irlandese Philip Lane.

L’Europa si trova in una situazione diversa rispetto agli Stati Uniti, con un’economia molto più vulnerabile alle ripercussioni della guerra in Ucraina, sebbene anche l’Europa debba fare i conti con un’inflazione alle stelle.

C’è spazio di discussione sulla questione, ma non è una coincidenza che i falchi appartengano all’Europa del nord e le colombe alla quella meridionale.

Fed: Powell più pessimista sull’inflazione, il Senato lo conferma al secondo mandato
 

Articoli Correlati

Fed: Powell più pessimista sull’inflazione, il Senato lo conferma al secondo mandato

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (3)
Emanuele Paris
Bigmème 16.05.2022 23:13
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Egregio Darrell Delamaide, come sempre mi trovo in grande sintonia con quanto lei scrive: viene del tutto evidente che Powell, nonostante il veloce ripensamento delle ultime settimane, ormai è delegittimato come governatore della FED, ed una banca centrale senza credibilità è quanto di peggio vi possa essere per l'economia. Il grosso errore è stato nel sopravvalutare gli effetti del covid: l'allentamento monetario e fiscale è stato mostruoso come non se n'era mai visto nella storia: questo ha portato il sistema in pesante overshooting. Fatto il danno, invece che riallinearsi secondo le normali misure di politiche monetaria, hanno voluto perseverare cercando nuovi paradigmi monetari da stregoni apprendisti che volevano una maggior massa monetaria ed un tasso d'inflazione ancorato alle aspettative. Oggi Powell è qui a giustificarsi. In economia nessuno inventa nulla. La riconferma credo che con questi presupposti sia stato un atto obbligato, purtroppo.
nik lon
sventrapap 16.05.2022 20:24
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
È la stessa fed che che ha creato un danno maggiore del covid e che diceva che l’inflazione è una fiammata veloce a dirlo?
Stefano Meneghetti
Stefano Meneghetti 16.05.2022 18:38
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Bravissimo
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email