Ultime Notizie
Investing Pro 0

I mercati credono ancora nel rialzo

Da INTEGRAE SIM (Fabrizio Barini)Panoramica mercato12.08.2022 08:43
it.investing.com/analysis/i-mercati-credono-ancora-nel-rialzo-200456090
I mercati credono ancora nel rialzo
Da INTEGRAE SIM (Fabrizio Barini)   |  12.08.2022 08:43
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
JPM
-1,69%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
CL
0,00%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
DE10I...
-3,33%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

“Siamo noi questo prato di aghi sotto il cielo” (Francesco De Gregori)

Per gli analisti di JP Morgan (NYSE:JPM) il prezzo del petrolio salirà a $100 entro fine anno. Considerato che la quotazione del greggio pesa per il 50% sulle scelte delle banche centrali, in questa prospettiva l’inversione di tendenza dei tassi si allontana. Ma di fatto le aspettative sui tassi Fed fund a fine 2022, rimangono complessivamente ancorate intorno al 3,5%, ovvero lontano dal 4% sperato dai “falchi”. Dopo l’uscita dei dati mercato del lavoro in USA, l’attesa era per rialzi di 75, 25 e 25 punti base nelle riunioni di settembre, novembre e dicembre. Dopo il dato, migliore delle previsioni, dell’inflazione le aspettative si sono ridotte rispettivamente a 50, 25 e 25 punti base. L’aspetto più interessante è quello relativo alla ricerca frenetica degli operatori del cosiddetto “pivot” della Fed, ossia il momento esatto di inversione di politica monetaria. Per consolidare questa attesa servono ancora diversi mesi di ribassi del costo del denaro guidati dall’andamento della componente core dell’inflazione. Per le Borse lo scenario potenzialmente recessivo segnalato dall’inversione della curva dei tassi, potrebbe quindi costituire un fattore di potenziale supporto ai corsi azionari tra la fine dell’anno in corso e più probabilmente il 2023, in vista del passaggio del focus della Fed dall’inflazione al tema della crescita. Ne capiremo di più in occasione del simposio Jackson Hole del 25/27 agosto.

Lo spread va in vacanza
Il differenziale tra i nostri Titoli di Stato e quelli tedeschi è stazionario a 200 punti. Lo spauracchio di un rally dello spread come conseguenza dell’instabilità politica è per il momento scongiurato ma i giochi si faranno in autunno, quando il nuovo governo, con la Legge Finanziaria 2023 farà capire le sue reali intenzioni il rispetto degli impegni presi dai precedenti esecutivi con il PNRR e la disciplina di bilancio. La BCE si è dimostrata molto determinata per evitare squilibri tra i vari paesi come dimostra il fatto che abbia già reinvestito in BTP €10 miliardi di euro scaduti dal programma PEPP. Il problema è non c’è chiarezza quale sia il livello di spread al quale Francoforte intenda intervenire. Prevedibile però in questa situazione è che l’attenzione del mercato si sposti dallo spauracchio dell’inflazione, alla crescita. In questo contesto, gli investitori sembrano predisposti ad attendere, mantenendo la posizioni rialziste del portafoglio, senza cadere nella tentazione di prendere beneficio dopo il rally iniziato nel mese di luglio, che ha permesso di recuperare quasi metà della perdita accumulata da inizio anno. In fondo si tratta di rischiare in maniera contenuta nella prospettiva che i supporti reggano. Tra i dati economici rilevanti in uscita oggi segnaliamo: l’Indice di fiducia del Michigan visto a 52,5 punti dai 51,5 punti della rilevazione precedente.

Non si inganna il Made in Italy
Hanno provato a vendere ghiaccio agli esquimesi, ed hanno fallito. Domino’s Pizza, colosso Usa delle pizzerie con consegna a domicilio, ha gettato la spugna in Italia chiudendo tutti i punti vendita: 29 filiali del marchio ancora presenti nel Paese facevano capo a un concessionario, ePizza Spa, che ha dichiarato fallimento. Sbarcata in Italia nel 2015, la catena Usa, nota anche per i condimenti “non tradizionali” sulle pizze, aveva aperto a Milano, Torino, Bergamo, Bologna, Roma, ed in Veneto. Secondo Bloomberg la società italiana nel 2020 aveva €10,6 milioni di debiti. A complicare i piani di espansione, che puntava ad aprire addirittura 900 punti vendita entro il 2030, sarebbe stata la pandemia, e la crescita enorme della concorrenza nel settore del food delivery. Quello di Domino’s Pizza è stato un tentativo di contraffazione “legale” che ha fallito. Una buona notizia, non solo per la pizza ma per tutta la filiera alimentare italiana che in assenza di sostegni pubblici ad aggressive forme di competizione, può fare leva sulla solida reputazione della sua tradizione.

I mercati credono ancora nel rialzo
 

Articoli Correlati

Antonio Ferlito
Petrolio, crollo in arrivo   Da Antonio Ferlito - 29.09.2022 3

Clicca su “SEGUI” in alto per ricevere una notifica ogni volta che pubblico un nuovo articolo e commenta sotto l’articolo se vuoi un parere su un titolo o strumento.Future Ue ed...

I mercati credono ancora nel rialzo

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (2)
12.08.2022 11:02
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
interessante la chiusura della brutta copia della nostra pizza
Roberto De Putti
Roberto De Putti 12.08.2022 10:49
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
I mercati credono ancora nel rialzo....strano ma vero !!
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email