Ultime Notizie
Investing Pro 0

I millennial si liberano dei titoli azionari: perché è ora di fare l’opposto

it.investing.com/analysis/i-millennial-si-liberano-dei-titoli-azionari-perche-e-ora-di-fare-lopposto-200457032
I millennial si liberano dei titoli azionari: perché è ora di fare l’opposto
Da Mike Zaccardi, CFA, CMT   |  26.09.2022 17:02
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
US500
+3,09%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
ALLY
+1,89%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
  • Un sondaggio di agosto ha mostrato che quasi metà dei millennial intervistati afferma di aver venduto investimenti nell’ultimo anno
  • Altre fasce d’età hanno perlopiù confermato il proprio piano di portafoglio
  • Con un forte calo dell’azionario nel 2022, è probabilmente il momento ideale per potenziare gli investimenti

La strategia di investimento è importantissima in tempi duri. Il forte calo dell’azionario di quest’anno, il quinto peggiore mai registrato fino a questo periodo dell’anno per l’S&P 500, potrebbe spingervi a chiedervi se il vostro portafoglio sia quello giusto. Coraggio! Non siete i soli se vi sentite in ansia per il vostro denaro.

Il mese scorso, Ally Financial (NYSE:ALLY) ha condotto un sondaggio con dei risultati sorprendenti riguardo ai millennial e a quello che stanno facendo con i loro investimenti. Secondo i dati raccolti ad agosto, ben il 49% dei millennial ha affermato di aver venduto gli investimenti nell’anno precedente. Confrontiamo questo dato con appena il 21% della Gen X e a percentuali ancora più basse per la Gen Z ed i baby boomer.

Il sondaggio dice che i millennial vendono

Selling Behavior among different generational groups
Selling Behavior among different generational groups

Fonte: Ally Invest

La mia speranza è che i millennial, i più vecchi dei quali vanno verso i 40, abbiano venduto titoli per i giusti motivi. Quali potrebbero essere? Ad esempio, l’acquisto di una prima casa, coprire le salate bollette o forse aiutare gli anziani genitori che potrebbero non avere abbastanza risparmi.

Sarebbe un peccato vedere 20enni e 30enni arrendersi per la volatilità di mercato, i rischi di recessione, o per tutto quel rosso sui loro conti. Inoltre, sebbene la pandemia sia stata dura, darsi alle spese folli usando il denaro dalle vendite di quelli che sarebbero dovuti essere investimenti a lungo termine non è un’ottima strategia per raggiungere al più presto l’indipendenza finanziaria.

Il punto è che andare in panico su un mercato orso non è il modo giusto per gestire i propri investimenti. I giovani investitori devono riconoscere che possedere titoli sul lungo termine significa accettare inevitabili mercati bearish ed alta volatilità.

Come dice la poesia: “La marea sale, la marea scende”. Lo stesso vale per il mondo degli investimenti. Ci sono dei bei mercati bullish e degli estenuanti mercati bearish. L’autore finanziario Morgan Housel spesso dice che la volatilità è una tariffa che vale la pena pagare, non una multa da evitare. Sebbene sia difficile farlo in tempo reale, ignorate la volatilità e focalizzatevi sul vostro piano di portafoglio a lungo termine.

Se siete come me, in quanto millennial avrete decenni prima di attingere ai vostri investimenti. Ciò significa non solo dover sopportare la volatilità, ma anche abbracciarla! Dopotutto, quando arriva un mercato orso, possiamo comprare azioni a buon prezzo. Secondo Keith Lerner, comprare l’S&P 500 dopo un crollo del 20% dal massimo storico solitamente comporta un solido ritorno del 29% nei tre anni successivi. Questo significa che probabilmente è meglio comprare nel 2022 che vendere.

Morale della favola

Quest’anno mette alla prova la tempra di tutti gli investitori. I forti cali sul mercato azionario e dei bond con una volatilità prolungata fanno sembrare che il mercato bullish di fine 2020 e 2021 sia stato una vita fa. Ora è il momento di approfittare delle valutazioni allettanti, nonostante possano arrivare altri dolori sul breve periodo. Attenersi ad una strategia di acquisti periodici di titoli azionari si dimostrerà una mossa saggia.

Nota: Mike Zaccardi non possiede nessuno degli asset menzionati in questo articolo.

***

Il mercato attuale rende più difficile che mai prendere la giusta decisione. Pensiamo alle sfide:

  • Inflazione
  • Trambusti geopolitici
  • Tecnologie rivoluzionarie
  • Aumenti dei tassi di interesse

Per gestire tutti questi fattori, sono necessari dati buoni, strumenti efficaci per valutarli e dettagli su quello che implicano. Bisogna eliminare l’emozione dall’investimento e focalizzarsi sui fondamentali.

Per farlo, c’è InvestingPro+, con tutti i dati e gli strumenti professionali necessari per prendere decisioni di investimento migliori. Scopri di più »

I millennial si liberano dei titoli azionari: perché è ora di fare l’opposto
 

Articoli Correlati

Fabrizio Barini
Il rally ha le gambe per correre? Da Fabrizio Barini - 30.11.2022 2

"Di stile Juventus (BIT:JUVE) parlano gli altri, non noi" (Gianni Agnelli) Oggi alle 19:00 Jerome Powell parteciperà a un incontro sulle prospettive dell’economia nel 2023,...

I millennial si liberano dei titoli azionari: perché è ora di fare l’opposto

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (1)
Fabio Piffa
Fabio Piffa 27.09.2022 7:44
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
È arrivato il genio!! Con una faccia cosi non mi fiderei neanche di fargli portare il mio cane al parchetto.. lo perde di sicuro..
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email