Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

I rischi di recessione USA restano bassi con il nowcast sulla crescita del 1° trimestre

Pubblicato 28.02.2024, 17:52
Aggiornato 09.07.2023, 12:31

Le recenti previsioni di recessione degli Stati Uniti sembrano destinate a fallire ancora una volta per il profilo economico del primo trimestre, in base all’attuale serie di nowcast del PIL del primo trimestre.

La produzione rimane sulla buona strada per rallentare nei primi tre mesi del 2024, ma non abbastanza da far rivivere gli avvertimenti di alcuni analisti secondo i quali una nuova recessione è vicina come scenario altamente plausibile.

La crescita del 1° trimestre dovrebbe aumentare del 2,3% (tasso annuo reale destagionalizzato), secondo il nowcast mediano del PIL per una serie di stime compilate da CapitalSpectator.com.

Il nowcast riflette un aumento sostanzialmente più contenuto rispetto al forte aumento del 3,3% del quarto trimestre, che a sua volta segna un calo rispetto all’aumento del 4,9% del terzo trimestre, secondo i dati pubblicati dal Bureau of Economic Analysis. (Nota: il BEA pubblicherà oggi la revisione del PIL del 4° trimestre).

US Real GDP Change

La stima rivista di oggi per il 1° trimestre è leggermente diminuita rispetto alla precedente, ma per il momento non c’è ancora alcun segno che l’attività economica stia rallentando in misura tale da far pensare che l’espansione sia minacciata.

I dati delle indagini di questo mese dipingono un profilo relativamente positivo per l’attività economica statunitense.

“I primi dati PMI di febbraio indicano che l’economia statunitense ha continuato a espandersi a metà del primo trimestre, con una crescita del PIL annualizzato intorno al 2%”, afferma Chris Williamson, capo economista aziendale di S&P Global Market Intelligence.

“Sebbene la crescita del settore dei servizi si sia leggermente raffreddata, il settore manifatturiero ha registrato un gradito ritorno alla crescita, con la produzione industriale che è cresciuta al ritmo più veloce degli ultimi dieci mesi”.

US PMI vs GDP

Un altro sondaggio indica che il rischio di recessione è basso, secondo la National Association for Business Economics. Un nuovo sondaggio condotto tra i membri del gruppo prevede che gli Stati Uniti si espanderanno del 2,2% in termini reali quest’anno, rispetto alla previsione dell’1,3% di novembre.

Per alcuni economisti, il rischio economico è stato solo rimandato piuttosto che evitato. L’economista David Rosenberg, che dirige Rosenberg Research, afferma che:

“Non tutto sta venendo fuori come le rose, come la narrativa di consenso e i commenti della Fed vorrebbero far credere”. L’economista cita diversi segnali di allarme che potrebbero portare problemi nel corso dell’anno, tra cui la debolezza dei dati relativi all’edilizia residenziale, alla produzione industriale e alla spesa al dettaglio, emersi dagli ultimi aggiornamenti.

Non si può escludere un ulteriore rallentamento dell’economia, o peggio, ma al momento le probabilità rimangono favorevoli per prevedere che la prossima recessione degli Stati Uniti, definita dal NBER, non inizierà nel primo trimestre.

“La domanda principale è: qual è la possibilità di un atterraggio davvero negativo? Forse la crescita si attesterà un po’ sotto lo zero, ma diventerà profondamente negativa?”. Michael Schumacher, responsabile della strategia macro di Wells Fargo (NYSE:WFC), ha dichiarato alla CNBC. “Noi di Wells Fargo pensiamo che questa possibilità sia incredibilmente bassa a questo punto”.

Ultimi commenti

ciò non avverrà dal momento che si mantengono in un bilancio medio-alto, si parla quindi di edilizia residenziale, produzione industriale la spesa al dettaglio, emersi dagli ultimi aggiornamenti. e al rapporto PCE
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.