🔥 Premium Stock Picks potenziati dall’ IA dI InvestingPro Ora con uno sconto del 50%APPROFITTA DELLO SCONTO

I titoli energetici tornano di moda mentre il petrolio arranca

Pubblicato 25.08.2022, 11:46
US500
-
CL
-
NG
-
XLE
-
USO
-
  • Il settore energetico è crollato di quasi il 30% a giugno e luglio, dopo la straordinaria corsa di inizio 2022
  • Dopo che il petrolio è balzato a 130 dollari a marzo, il mercato si è stabilizzato malgrado le tensioni geopolitiche
  • Gli investitori dovrebbero monitorare l’azione di prezzo relativa dei titoli energetici rispetto al petrolio, per indicazioni sul sentiment sui due mercati
  • Non chiamatela ripresa ancora. Il settore energetico è salito su base assoluta e relativa rispetto all’S&P 500 nelle ultime settimane. Il primo semestre del 2022 ha visto una performance nettamente superiore dei nomi legati a petrolio e gas naturale, grazie ad una serie di macro-fattori che ha portato gli investitori in questa nicchia di mercato ciclica ed economica.

    Dopo che il settore energetico è sceso sotto il 3% dell’S&P 500 al minimo di fine 2020, l’Energy Select Sector SPDR Fund (NYSE:XLE) è più che triplicato su base dei ritorni totali al picco del giugno scorso.

    Sfortunatamente per i tori, è arrivata una rapida e dura caduta. XLE è crollato del 30% nel giro di qualche settimana. Tuttavia, dal minimo del 14 luglio, le azioni energetiche sono balzate di oltre il 20%.

    Energetici in testa

    Fonte: Stockcharts.com

    Tutto questo mentre i prezzi del petrolio sono scambiati non molto lontano dai minimi da gennaio. Il contratto di riferimento del greggio WTI è sceso al supporto vicino agli 86 dollari lunedì, prima delle voci che i sauditi e l’OPEC+ puntano a tagliare la produzione dopo settembre o persino già prima.

    Inoltre, sono state messe in discussione alcune parti dell’accordo sul nucleare iraniano. Infine, i trader del petrolio continuano a tenere d’occhio i cambiamenti dei livelli delle riserve petrolifere strategiche (SPR) nelle caverne della costa del Golfo, che di recente stanno diminuendo.

    Dire che ci sono molte variabili sul mercato degli energetici e del petrolio è riduttivo. Non dimentichiamoci nemmeno di una forte stagione degli utili del secondo trimestre per le compagnie di greggio e gas. Questo gruppo di titoli continua a sfornare enormi flussi di cassa disponibili e sta ricompensando gli azionisti con dividendi e riacquisti di azioni.

    Gli energetici vantano il tasso di dividendo più alto

    Fonte: WisdomTree

    Mi piace vedere cosa succede al prezzo dei titoli energetici rispetto a quello del petrolio. In quanto tecnico, posso individuare dove si trova la forza relativa. Al momento, le azioni delle compagnie di greggio e gas stanno battendo il popolare United States Oil Fund ETF (NYSE:USO). Si tratta di un cambiamento di trend rispetto all’azione di prezzo di inizio anno, quando USO batteva il fondo di settore XLE. Forse perché c’è più ottimismo sull’azionario rispetto alla materia prima dopo un primo semestre 2022 geopoliticamente turbolento.

    I titoli energetici mostrano una recente forza di prezzo relativa bullish rispetto al petrolio

    XLE/USO Daily Chart

    Fonte: Stockcharts.com

    Ciò non significa tralasciare le tensioni con la Russia, l’accordo iraniano ed imprevedibili mosse dell’OPEC+. Mi limito semplicemente ad interpretare la forza di prezzo relativa tra i titoli energetici come positiva per i mercati.

    Molti operatori nel campo dell’esplorazione e della produzione, nonché le big integrate, restano altamente redditizi con il petrolio che oscilla tra i 90 ed i 95 dollari.

    I prezzi del petrolio sono schizzati a 130 dollari a marzo, ma ora procedono a stento vicino ai 94 dollari

    Crude Oil Daily Chart

    Fonte: Investing.com

    Morale della favola

    Gli investitori dovrebbero monitorare la performance relativa del settore energetico rispetto ai prezzi del petrolio. I grafici comparativi possono dare indizi sul sentiment sui titoli petroliferi e sulla materia prima.

    Nota: Mike Zaccardi non ha una posizione su nessuno degli asset menzionati in questo articolo.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.