Ultime Notizie
Investing Pro 0
SCONTO Cyber Monday: Fino al 60% in meno su InvestingPro+ RICHIEDI L’OFFERTA

L’apprensione per il G20 limita i movimenti delle valute

Da Kathy LienValute29.11.2018 21:35
it.investing.com/analysis/lapprensione-per-il-g20-limita-i-movimenti-delle-valute-200223411
L’apprensione per il G20 limita i movimenti delle valute
Da Kathy Lien   |  29.11.2018 21:35
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
EUR/USD
+0,02%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
GBP/USD
+0,02%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
USD/JPY
-0,01%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
USD/CHF
-0,05%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
AUD/USD
+0,10%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
USD/CAD
-0,04%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

Rassegna giornaliera sul mercato forex 29.11.2018

Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management.

Abbiamo visto poca continuità con l’andamento di mercoledì, quando il dollaro USA è sceso bruscamente dopo le dichiarazioni del Presidente della Fed Powell sui tassi di interesse. Il cambio USD/JPY è sceso leggermente, quello GBP/USD ha subito un calo mentre la coppia EUR/USD è rimasta stabile. Le dichiarazioni di Powell che definiscono i tassi di interesse poco al di sotto dei livelli neutrali sono un segnale che la banca intende rallentare il ritmo degli interventi l’anno prossimo. Tuttavia, nella dichiarazione di mercoledì, abbiamo notato che i future Fed non sono cambiati molto in quanto Powell ha semplicemente detto ciò che i mercati stavano aspettando di sentire. Gli investitori avevano già ridimensionato le aspettative verso gli interventi del prossimo anno, prevedendo solo 1 aumento dei tassi nel 2019. I dati rilasciati giovedì negli USA non hanno né confermato né smentito la necessità di maggiore cautela da parte della banca centrale: i redditi e le spese procapite sono aumentati più del previsto ma le richiesti di sussidio sono aumentate e le vendite di case in corso sono scese bruscamente. Nel frattempo, i verbali del FOMC non sono stati d’aiuto per il dollaro. Nonostante quasi tutti i membri riconoscano sia necessario aumentare ulteriormente i tassi “abbastanza presto” hanno anche discusso della possibilità di “aumenti dei tassi più graduali in futuro”. I verbali non hanno avuto un tono ribassista in quanto alcuni membri si sono espressi a favore di un aumento dei tassi prima del vertice di dicembre, ma nel frattempo gli investitori hanno continuato a vendere dollari. In fin dei conti, nonostante l’impennata dei consumi e le vendite per il Black Friday/Cyber Monday, è fuor di dubbio che l’economia USA sta rallentando. Di conseguenza, ci aspettiamo che il cambio USD/JPY scenda ulteriormente e la coppia USD/CHF cancelli i guadagni di giovedì.

Sull’andamento delle valute influisce anche l’apprensione per l’imminente G20. Il Presidente Trump venerdì si siederà al tavolo dei negoziati con il Presidente Xi e non abbiamo assolutamente idea di come possano andare i dialoghi. Nei giorni scorsi le fonti USA haano indicato che si procederà con i dazi, ma giovedì il Presidente Trump ha dichiarato che una svolta nelle trattative commerciali con la Cina potrebbe essere vicina, ma ha aggiunto di non sapere ancora se volere che questo accada o meno. Queste dichiarazioni vaghe non incoraggiano certo gli investitori, soprattutto dopo che Trump ha annullato l’incontro con Putin. Tuttavia, secondo voci di corridoio, gli USA potrebbero decidere di rimandare i nuovi dazi fino ai prossimi negoziati, e se le voci sono vere, assisteremo ad una ripresa del mercato azionario e di quello delle valute.

I movimenti maggiori di giovedì sono stati registrati dall’euro. All’inizio della seduta newyorkese l’euro era una delle valute più deboli per via della notizia secondo cui gli USA intenderebbero imporre dei dazi sulle auto UE prima di Natale. I timori dell’impatto dei dazi ha spinto gli investitori a ignorare i dati positivi sul mercato del lavoro in Germania e sulla fiducia nella zona euro. Poco dopo l’apertura di Wall Street, la Commissione Europea ha smentito la notizia ed il cambio EUR/USD ha registrato un’inversione e un’impennata a 1,14. Nonostante il cambio non sia riuscito a salire ulteriormente prima della chiusura, l’andamento del dollaro dovrebbe farlo salire. Per venerdì è attesa la stima sull’IPC della zona euro relativo al mese di novembre; in base ai dati tedeschi c’è un rischio di ribasso, ma visto l’attuale slancio del mercato l’impatto sull’euro dovrebbe essere limitato.

L’altro protagonista della giornata è stato il petrolio. Prima dell’apertura di New York il prezzo del petrolio è crollato sotto i 50 dollari. Di conseguenza il cambio USD/CAD è salito sopra 1,33. Tuttavia, le dichiarazioni della Russia su tagli alla produzione hanno fatto salire i prezzi (il greggio ha chiuso in salita del 2%) ed il cambio USD/CAD ha cancellato i guadagni chiudendo invariato. Venerdì il Canada rilascerà i dati sul PIL trimestrali e mensili. Si prevede un sostanziale rallentamento della crescita nel terzo trimestre per via di dati piuttosto deboli sulle vendite al dettaglio e se le previsioni saranno confermate, il rallentamento farebbe ulteriormente scendere il loonie e assisteremmo a un’impennata del cambio USD/CAD.

La sterlina continua a scendere. I negoziati sulla Brexit non mostrano progressi e gli investitori cominciano ad essere impazienti. Il dollaro australiano ha chiuso la giornata in salita mentre il dollaro neozelandese nonostante i dati australiani capex più deboli del previsto e un indice sull’attività neozelandese migliore del previsto.

L’apprensione per il G20 limita i movimenti delle valute
 

Articoli Correlati

Andrea Guzzonato
Il declino delle valute reali   Da Andrea Guzzonato - 14.11.2022 2

I governi moderni hanno ormai distrutto il significato di denaro.La rimozione del Gold Standard ha consentito loro di gonfiare la quantità di valuta e credito, per trasferire a se...

L’apprensione per il G20 limita i movimenti delle valute

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email