Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

Small Cap e Cina: è il momento di inserirle nei portafogli?

Pubblicato 06.02.2024, 07:54
Aggiornato 02.09.2020, 08:05

Il 2024 è iniziato sullo stesso stile del 2023, ovvero con pochi (grandi) titoli, soprattutto Big Tech americane, a trainare gli indici azionari USA, e quindi gli indici globali.

Sul resto del mondo sia le valutazioni che il sentiment non è ancora ritornato positivo, ed in molti casi stiamo ancora assistendo a situazioni di lateralità, se non di Bear Market.

In particolare, sono 2 le asset class che hanno attirato la mia attenzione dalla fine dello scorso anno (ed a maggior ragione in questo inizio 2024): Small Cap e Cina.

Dico questo perché dal punto di vista delle valutazioni, entrambe le asset class sono rimaste molto indietro, e ragionando in ottica prospettica di investitore (quindi non tra 1 mese, ma tra 5 anni minimo) potrebbero riservare un buon potenziale di rivalutazione nei portafogli.

Andiamo quindi più in dettaglio…

Fonte: Investing.com

Fonte: Investing.com

Come possiamo notare dai grafici sopra, entrambe viaggiano in laterale da ormai molto tempo, le Small Cap (rappresentate dal Russell 2000 qui) da inizi 2022, mentre la Cina (Shanghai Composite) addirittura dal 2015.

Migliora il tuo processo decisionale con InvestingPro+! Utilizza QUESTO LINK per lo sconto sull'abbonamento annuale a InvestingPro+

Anche lato valutazioni, entrambe le asset class sono decisamente a valutazioni sotto media storica, e se parliamo di Cina, un paese che pesa il 19% del PIL mondiale è difficile che non abbia almeno una minima parte di peso in un qualunque portafoglio diversificato, specie a questi valori.

Inoltre lo scenario verso cui andiamo, ovvero un probabile (non si sa quando) taglio dei tassi di interesse, dovrebbe favorire le Small Cap, che storicamente hanno dimostrato di ben performare in questi contesti (vedi sotto).

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Fonte: Dal web

Quindi un possibile approccio potrebbe essere quello di valutare innanzitutto il limite di peso % nei portafogli (che non devono essere comunque asset core), con degli accumuli magari graduali qualora i cali dovessero continuare per un certo periodo.

E poi come sempre avere il corretto orizzonte temporale e non aspettarsi che ripartano da un giorno all’altro, ma dare al mercato il tempo di lavorare come al solito.

Potete entrare nel mio canale Telegram pubblico a questo link

Potete iscrivervi al mio prossimo webinar gratuito del 6 febbraio su “3 titoli per il 2024” a questo link

"Quest'articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all'investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l'acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di asset, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico dell'investitore".

Ultimi commenti

Qs articolo potevi averlo scritto a febbraio 2022 o a febbraio 2023. Lo possiamo riproporre al prossimo giro di boa schifoso di qs asset nel 2025. O 2026. Un po’ come gli emergenti. La prima volta che ho sentito dire “ sara l anno degli emergenti” andavo al liceo. Sto ancora aspettando, nel frattempo andro’ in pensione
Sono tre anni che crollano....valgono meno del periodo PreCovid
Valgono il 10% se va bene
I consigli di Casarella non valgono un tubo, anzi e meglio non seguirlo, potreste pentirvene!
non riesco ad accedere dal link. come posso fare?
Ottimo articolo, ho inserito in questi giorni in portafoglio proprio 2 etf uno su Cina e uno su small cap, occhio anche alle utility per cui valgono le stesse osservazioni.
quali etf?
Gianpiero, che Etf hai scelto ? grazie
sono fiducioso in merito alle spalle cap, sulla Cina dipende molto dalla loro politica
non siamo d'accordo ma speranzosi dato che molti di noi sono incastrati nelle small da qualche anno ormai
Un incubo. I titoli a -90 in 5 anni sono centinaia, non parliamo delle bio stock
bravo Francesco ...compra basso vendi alto ...o meglio compra pessimismo vendi euforia...infatti da giorni che dico hanno shortato Nikkey e longato Cina ..oggi conferma anche grafici ..
finché l'investitore non pensa che comprare un qualsiasi titolo la durata cinque anni si perde soldi
Assolutamente condivisibile
analisi come sempre perfetta. Il vero valore, nel senso di comprare azioni sottovalutate sta proprio sulla Cina, con titoli come Jd com ,che quotano addirittura meno della cassa e su molte small cap. A meno di volervi comprare Nvidia a 30 volte il fatturato ed a 90 volte gli utili ......... . Tanto i big tech saliranno per sempre ................
Un flash sulla Cina. Io ho fiducia, in fin dei conti non sono mancati gli stimoli monetaria da parte del Governo e della Banca Centrale. Oltre ad essere parte integrante del PIL mondiale.
contenuti sempre mirati, interessanti e comprensibili. complimenti e grazie!
Mi trovi completamente allineato al tuo pensiero, sempre in gamba Fra.
La Cina è una clamorosa opportunità d’investimento a lungo termine
Sono 3 anni 3 che lo si dice, nel frattempo un bel -60^
Condivido al 100 % l'analisi di Francesco. Penso anche che su queste due categorie di Fondi non è mai sbagliato entrare con i Piani di Accumulo.
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.