🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Soluzioni difensive di portafoglio: azioni sì ma con prudenza, ecco l'alternativa

Pubblicato 15.05.2024, 06:53
GME
-

Il mercato azionario ha registrato nuovi massimi di recente, continuando a salire alimentato da ottime trimestrali. Ottobre 2022 è stato di fatto non solo il minimo del bear market, ma anche l’inizio di un nuovo bull market durato fino ad oggi.

Come sempre, i mercati hanno una loro ciclicità, e ci sono momenti come il 2022 dove i più coraggiosi possono ottenere diverse soddisfazioni andando contro corrente. Se riguardate le mie analisi, sia nel 2023 (in quel caso ho ricevuto diverse critiche ma fa parte del gioco) sia nel 2024 (qui meno perché il trend era già più assodato) ho parlato d annate positive, questa in particolare essendo l’ultimo anno del ciclo presidenziale.

Tutto questo ovviamente passando per naturali e fisiologiche correzioni (nell’ordine del 5-10% avvengono una volta l’anno).

Il bravo investitore, tuttavia, deve anche essere in grado di gestire non solo la parte dei rendimenti, ma soprattutto quella del rischio. E come sempre il rischio è che questo rialzo azionario, stante anche le valutazioni storicamente elevate soprattutto in zona USA, possa prima o poi finire, causando diversi danni nei portafogli degli investitori.

C’è infatti molta euforia in giro, dopo il fenomeno dell’AI, il rialzo (di nuovo) delle meme stocks (dovuto ad un ritorno di Roaring Kitty), vedi caso GameStop Corp (NYSE:GME).

fonte: Investing.com

Quando accade ciò, è sintomo che i mercati sono su di giri, e come spesso accade, correzioni o ripartenze avvengono quando gli investitori se lo aspettano meno.

Perciò il mercato, da qui ai prossimi mesi, va sicuramente cavalcato (come sempre) ma induce ad aumentare fortemente la cautela.

Ecco quindi che per la prima volta dopo tanti anni, la parte obbligazionaria può venirci in aiuto.

La parte breve della curva in particolare, offre alternative decisamente interessanti. E’ possibile infatti oggi andare su duration 1-3 anni con rendimenti a scadenza non solo positivi, ma in molti casi superiori a quanto possa offrire il mercato azionario in prospettiva.

fonte: Charlie Bilello

Questo ovviamente è possibile dopo che il mercato obbligazionario ha subìto il bear market più profondo della sua storia.

E come sempre:

  • Nessuno parla più di obbligazioni
  • Le obbligazioni sono considerate asset di serie B
  • Le azioni e le criptovalute sono le uniche opzioni dei portafogli

Ecco, in questi casi di solito è il momento migliore per entrare in un’asset class.

Oggi infatti, prendendo solo i titoli di stato, possiamo tranquillamente spuntare rendimenti (lordi) superiori al 5% sia in zona USA che in zona Europea, su duration appunto da 1 a 3 anni.

Questo in chiave tattica, permetterebbe di ridurre l’esposizione azionaria, senza rinunciare ad un rendimento positivo ed ottimale (anche in termini reali).

E magari, da qui a 3 anni, se il mercato (ciclicamente) dovesse nuovamente restituire un bear market oppure una correzione consistente, saremmo pronti una volta giunti a scadenza a rientrare con la liquidità incassata dalle vendite sui bond.

Certo, il mercato azionario potrebbe correre ancora, quindi esiste (per la parte di portafoglio in cui si va ad effettuare questa scelta) un costo-opportunità, ma di questi tempi e con queste valutazioni, forse vale la pena prenderlo.

Vi ricordo che potete iscrivervi al mio prossimo webinar su “Le azioni di qualità maggio 2024” a questo link

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.