Anteprima Bce: scontato aumento da 50 pb, a quando la svolta dell'Eurotower?

Pubblicato 02.02.2023, 09:05
Aggiornato 02.02.2023, 09:26
© Reuters
EUR/USD
-
DE10YT=RR
-
IT10YT=RR
-
DE10IT10=RR
-

Di Alessandro Albano 

Investing.com - Dopo la Fed, oggi è il turno della Banca centrale europea, anche se per i mercati è scontato che Lagarde & Co. aumentino i tassi di 50 punti base, dando seguito alle dichiarazioni rilasciate in queste ultime settimane dai diversi banchieri del consiglio direttivo. 

Mercoledì, l'Eurostat ha mostrato un inflazione in rallentamento al +8,5%, mentre il dato core - che esclude cibo e ed energia - non mostra segni di decelerazione. I salari, inoltre, continuano a registrare una traiettoria al rialzo e le aspettative di crescita sono state riviste in positivo.

"Non c’è dubbio che il 2 febbraio la BCE porterà i tassi di deposito al 2,5%", scrive Kevin Thozet, membro dell’Investment Committee di Carmignac, aggiungendo che "a maggior ragione dal momento che un rialzo di 50 punti base è già stato ampiamente anticipato dalla sua forward guidance - sempre che sia attendibile, il che è spesso fonte di grande dibattito tra gli investitori".

La vera domanda, spiega l'esperto d'investimenti, "non è “se” ma “quanto” durerà questo periodo di rialzi di 50 punti base. Forse ci vorranno due meeting, com’è stato per il periodo di rialzi di 75 punti base? Si protrarrà oltre marzo? Passeremo a un periodo di rialzi di 25 punti base?"

Secondo Thozet, Lagarde proseguirà "con una politica monetaria aggressiva", considerando che l’economia europea ha sorpreso al rialzo dopo le sue ultime dichiarazioni del 2022 e che "le aspettative sul limite massimo dei tassi di interesse in questo ciclo di inasprimento si sono ridotte, così come quelle relative a sorprese al ribasso sui prezzi del gas".

Da Carmignac avvertono inoltre che l’attenzione dovrebbe spostarsi anche sui dettagli del programma di Quantitative Tightening, visto che la riduzione del bilancio "potrebbe infatti creare perplessità".

La BCE ha annunciato un ritmo di tightening pari a 15 miliardi di euro al mese, ma - sottolinea Thozet - "non ha ancora dichiarato come questo influirà sui diversi segmenti del mercato obbligazionario (la BCE ha acquistato titoli di Stato, obbligazioni corporate e obbligazioni covered) e sui diversi emittenti (un’ampia gamma di Paesi con scenari economici diversi)".

E' della stessa opinione Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM, secondo il quale, se la decisione di aumentare i principali tassi di rifinanziamento e di deposito di 50 punti base ciascuno "è nelle aspettative di tutti", gli elementi importanti saranno i seguenti: 

  1. In primo luogo, le informazioni sul programma di QT e sulla volontà di ridurre il bilancio saranno fondamentali. Sappiamo già che le disponibilità nel portafoglio APP diminuiranno di 15 miliardi al mese a partire da marzo e per tre mesi fino a giugno. I dettagli su come gestire le scadenze disomogenee tra i vari Paesi e l'impatto sul Capital Key, ovvero le quote che ciascuna banca centrale nazionale detiene dell’azionariato della BCE, saranno importanti.
  2. Il secondo elemento principale si concentrerà sulla forward guidance, con un gioco di equilibri tra l'affidarsi alla dipendenza dai dati, l'approccio "meeting by meeting" da un lato e il fornire indicazioni più chiare sul futuro dall'altro.

Ricordiamo che la Bce pubblicherà la decisione sui tassi alle 14:15 CET, mentre la conferenza stampa della presidente Lagarde, che potrete seguire in diretta sui nostri canali, si terrà subito dopo alle 14:45 CET.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.