Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Fed, dollaro, Tesla e Apple - Cosa sta succedendo sui mercati

Economia 27.01.2022 13:57
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters

Di Geoffrey Smith

Investing.com - Ecco le principali notizie sui mercato finanziari di questo giovedì 17 gennaio:

1. Rendimenti rispondono alla Fed

I titoli di Stato Usa hanno raggiunto nuovi massimi annuali dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha accennato alla conferenza stampa di mercoledì che la banca centrale inasprirà la politica monetaria quest'anno più rapidamente di quanto ipotizzato in precedenza. Il rendimento del titolo a 2 anni USA, molto sensibile ai tassi di interesse, è schizzato al massimo di due anni oltre l’1,20%.

"Con un'inflazione ben al di sopra del 2 per cento e un mercato del lavoro forte, il Comitato (FOMC) prevede che presto sarà opportuno aumentare l'intervallo dei tassi sui fondi federali", si legge nella nota diffusa a margine della decisione. Il programma di acquisti verrà terminato "all'inizio di marzo", mentre la riduzione della dimensione del bilancio comincerà "dopo l'inizio del processo di aumento dei tassi d'interesse". Il roll-off, precisa la banca in uno statement separato, verrà attuato "in modo prevedibile" e "adeguato".

Dopo la decisione, i futures sui tassi di interesse calcolati da CME, implicano un rischio del 12% di un aumento di 50 punti base nella riunione del 16 marzo, mentre un rialzo di 25 bps è visto all'88% di possibilità. Intanto, con i dati sul PIL in arrivo nel pomeriggio, i futures indicano un avvio di +24 punti per il Nasdaq 100, di -4 punti per lo S&P 500 e un ribasso di 90 punti per il Dow Jones.

2. Tesla (NASDAQ:TSLA) da record, ma attenzione

L’avvertimento sui problemi di approvvigionamento di Tesla hanno fatto passare in secondo piano le sue proiezioni rialziste sulle consegne, nonostante il +760% degli utili nel Q4 e il +65% dei ricavi totali.

"Non introdurremo nuovi modelli di veicoli quest’anno, non avrebbe senso, perché ci saranno ancora delle limitazioni per quanto riguarda i componenti”, ha riferito in conference call l'Ad Elon Musk, aggiungendo che i modelli Cybertruck, Semi e Roadster verranno presentati nel 2023.

La società ha reso noto che sta aumentando la produzione nelle nuove fabbriche ad Austin e Berlino, nonché a Fremont e Shanghai. I veicoli completamente a guida autonoma restano una priorità per l’azienda, ha detto Musk, nonostante la società spesso non sia riuscita ad essere all’altezza delle previsioni annunciate dal suo fondatore. L’azienda punta a consegnare il 50% di veicoli in più nel 2022, cioè più di 1,4 milioni di unità quest’anno, in salita dalle 936.222 del 2021.

3. Dollaro in corsa

Nuovi massimi 2022 per il biglietto verde che, dopo l'accelerazione da falco della Fed, è tornata sui valori di metà 2020. Con l'EUR/USD sotto l'1,12, il bene rifugio ha accertato dopo che Jerome Powell, in conferenza stampa, ha evitato di rispondere ad una domanda circa l’eventualità che la Fed alzi i tassi nei prossimi vertici di quest’anno, lasciando aperta la possibilità di più di tre aumenti entro la fine del 2022.

“Pur ammettendo che stiamo attraversando un periodo burrascoso per gli asset di rischio, pensiamo che sia troppo presto per concludere che l’inasprimento della Fed o i prezzi alti dell’energia soffocheranno gravemente la crescita, e preferiremmo il primo scenario della forza del dollaro contro i rivali a basso rendimento”, scrivono in una nota gli analisti di ING.

4. E' il giorno di Apple

Altro giro di importanti trimestrali a Wall Street, con Apple (NASDAQ:AAPL) che aggiornerà il mercato dopo la chiusura odierna. Gli analisti si aspettano che gli utili per azione del Q4 siano aumentati del 12% su base annua fa a $ 1,89, con ricavi record di 119 miliardi di dollari. Numeri di questo tipo potrebbe portare il rapporto P/E a 31x.

Secondo, Counterpoint Research, la società di Cupertino è il maggior venditore di smartphone in Cina, il mercato più importante per questo tipo di dispositivi. Apple ha ottenuto una fetta del 23% in Cina nel trimestre terminato a dicembre, il massimo mai registrato. L’ultima volta che il produttore di iPhone era risultato il maggior venditore nel paese in un trimestre era stato nel quarto del 2015.

Tra le altre società che rilasceranno i numeri del quarto trimestre, ci sono anche Visa (NYSE:V) Mastercard (NYSE:MA), Comcast (NASDAQ:CMCSA), McDonald's (NYSE:MCD), Mondelez (NASDAQ:MDLZ), Altria (NYSE:MO) , Northrop-Grumman, Southwest Airlines (NYSE:LUV) e Dow.

5. Profit sull'oro nero

Prese di profitto sul greggio questo giovedì dopo il 2% della seduta precedente sulla scia della notizia che la Federal Reserve ha indicato un “imminente” aumento dei tassi di interesse, innescando una correzione tecnica sui mercati energetici che stavano andando alle stelle.

I future del Brent scendono dello 0,83% ad 88 dollari per barile dopo essere rimbalzati di circa il 2% toccando il livello di 90 dollari per la prima volta in sette anni, mentre i future WTI sono in calo dello 0,85% ad 86,61 dollari.

“Il persistere dei problemi delle forniture e l’intensificarsi delle tensioni Russia-Ucraina continuano a supportare i prezzi del petrolio. È leggermente sceso oggi, ma penso che sia solo una mossa tecnica”, ha riferito a Reuters l’economista di OCBC Howie Lee. Sebbene le tensioni Russia-Ucraina stiano avendo un ruolo nel rialzo dei prezzi petroliferi, “i problemi reali delle forniture, sia all’interno dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di petrolio (OPEC) che negli Stati Uniti … sono i principali fattori che stanno facendo salire il mercato”, ha aggiunto.

Intanto, l’aumento delle scorte petrolifere statunitensi ha alleviato in parte i timori per le forniture: i dati di ieri della U.S. Energy Information Administration hanno rivelato un incremento di 2,377 milioni di barili nella settimana terminata il 21 gennaio. Le previsioni di Investing.com indicavano una riduzione di 728.000 barili. Nella settimana precedente si era registrato un aumento di 515.000 barili.

Fed, dollaro, Tesla e Apple - Cosa sta succedendo sui mercati
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (2)
Peppe Eolo
Peppe Eolo 27.01.2022 15:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Apple spacca
Franceco Magli
FinanzaLiberaIT 27.01.2022 14:29
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
aspettiamo la trimestrale Apple
Graziano Zanchettin
Graziano Zanchettin 27.01.2022 14:29
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Come no, se fa come il IV 2020 scende del 25%
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email