📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Il taglio dei tassi della BoC sarà probabilmente seguito da altri nel secondo semestre del 2007

Pubblicato 06.06.2024, 10:59
© Reuters.
USD/CAD
-

Investing.com -- Mercoledì la Banca del Canada (BoC) ha tagliato i tassi di interesse di 25 punti base. L'impatto sul dollaro canadese è stato minimo e breve, cosa che gli analisti di ING attribuiscono all'anticipazione del mercato di un taglio di 20 punti base prima dell'annuncio. La BoC ha sottolineato il suo approccio dipendente dai dati e ha riconosciuto i rischi persistenti di inflazione, il che potrebbe aver contribuito all'effetto limitato sul cambio.

ING prevede un'ulteriore riduzione di 75 punti base da parte della BoC nella seconda metà del 2024, una posizione più dovish rispetto alle aspettative del mercato di un taglio di 50 punti base. Il potenziale di uno spostamento più dovish della curva del dollaro canadese è mitigato dalle previsioni secondo cui la Federal Reserve statunitense non attuerà più di due tagli dei tassi quest'anno. Il consenso del mercato suggerisce che la Banca d'Inghilterra è cauta nell'aumentare significativamente il differenziale dei tassi d'interesse con la Fed.

Tuttavia, gli analisti ritengono che la probabilità di un ulteriore allentamento da parte della Fed e la volontà della BoC di agire in modo indipendente siano entrambe sottovalutate dai mercati. Il governatore della BoC, Tiff Macklem, non ha scartato la possibilità di un taglio dei tassi a luglio, affermando che le decisioni saranno prese "una riunione alla volta". Un calo dell'inflazione potrebbe spingere a un taglio anticipato dei tassi, anche se settembre è considerato più probabile per la prossima riduzione.

Nel contesto delle valute delle materie prime all'interno del G10, il dollaro canadese è percepito come l'opzione meno attraente. Valute come la corona norvegese (NOK), il dollaro australiano (AUD) e il dollaro neozelandese (NZD) beneficiano di posizioni di falco delle banche centrali, sono considerate più sottovalutate e si prevede che si riprenderanno più rapidamente se i tassi d'interesse statunitensi scenderanno quest'estate.

Per quanto riguarda il tasso di cambio USD/CAD, la proiezione della Federal Reserve suggerisce la possibilità che il dollaro americano sottoperformi rispetto alle altre valute durante l'estate, il che supporta l'ipotesi che USD/CAD possa scendere sotto 1,35 nella seconda metà del 2024.

Questo articolo è stato generato e tradotto con il supporto dell'intelligenza artificiale e revisionato da un redattore. Per ulteriori informazioni, consultare i nostri T&C.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.